Dolore che dalla cervicale si irradia al braccio sinistro

Buonasera,

oramai è un mese esatto che combatto contro un dolore lieve in alcune posizioni e abbastanza fastidioso in altre,che parte dall'osso sporgente del collo,e leggermente superiore, e mi provoca una contrazione parallela alla spalla(altezza scapola cuffia e parte del trapezio) e dolore alla parte superiore del braccio sinistro,sino al gomito.
E' un dolore in realtà di cui ho sofferto in precedenza a spot,da almeno 3 anni,con una periodicità di 5-6 mesi,ma che questa volta a differenza delle altre,persiste.
Premetto che purtroppo per lavoro passo quasi 10-12 ore al pc dal lunedì al sabato, un paio di ore le passo alla guida in macchina.Bene stare seduto a tavola o al pc o in macchina,mi è diventato davvero pesante.Il fastidio si accentua e devo muovermi con l'altro braccio,ad esempio sollevandolo alla testa,per riordinare il tutto e placare a livelli normali il fastidio..
Sono seguito da un vostro collega ortopedico,il quale mi ha dato oltre ad antidolorifici,anche il cortisone,per 7 giorni,ma la situazione seppur leggermente migliorata,persiste.Mi ha controllato piu volte la spalla e la rachide collo e per lui non ci sono grossi problemi.Mi ha diagnosticato sofferenza da cervicobrachialgia,adducendo molto al mio lavoro, alla mia postura(per altezza ho il collo incline in avanti) ed ad uno stress lavorativo che mi accompagna perennemente,consigliandomi innanzitutto di dormire di piu e correggere le mie ore di lavoro oltre che diverse posizioni.
Ho eseguito con lui la movimentazione della spalla,e a parte udire degli scricchiolii rumorosi,riesco a fare tutti i movimenti.Mi ha controllato anche i dischi a mano della colonna superiore se accusassi dolore e niente.
Non ho formicolio, nè tanto meno diminuzione della sensibilità.Mesi fa mi capitava di svegliarmi di notte con anulare e mignolo addormentati,ma da quando è iniziato il problema nulla.Forse i tendini superiori della mano li sento un po' sollecitati.Una leggera diminuzione muscolare nella parte alta del braccio forse si,piu che altro mi sembra di perdere qualcosa sulla cuffia dei rotatori,ma riesco a prendere tranquillamente i pesi che prendevo prima,diciamo piu stanchezza muscolare forse che reale perdita di forza.
Ieri ad esempio sul lettino ho provato a sollevarmi con le due braccia(sono alto 1,93 e peso ahime 118 kg)e il braccio sinistro un po'ha ceduto.Faccio fatica.

La mia domanda è relativa ad aggiungere semplicemente un altro riscontro a quella del mio dottore e secondo voi,se potesse trattarsi anche di reumatismi o artriti varie,dato che soprattutto la notte e in genere sudo spesso in quelle zone; cosa fare per migliorare la situazione senza far ricorso a ulteriori medicinali.Ad esempio,potrebbe servire qualche ciclo di fisioterapia?Quale?L'ho chiesto al vostro collega al momento dice che è presto.


Grazie mille per l'attenzione.

Buona Vita.
[#1]
Prof. Alessandro Caruso Ortopedico, Medico fisiatra, Medico dello sport, Medico osteopata 4.2k 135 1
Egr. signore.
Lei ha una cervicobrachialgia da valutare sia clinicamente che con accertamenti diagnostici per immagini, in primis un esame radiografico.
Non ha relazione diretta alcuna il lavoro prolungato al PC o la persistente postura seduta, sono tutti luoghi comuni banali senza alcun riscontro scientifico significativo.
Sapesse quanti soggetti neanche stanno seduti, neanche conoscono il Pc e hanno gli stessi disturbi suoi ..............
o quanti stanno molto piu' di lei seduti e davanti un Pc e non hanno nulla.........
Avrei potuto capire se lei avesse accusato lombalgia o similari............ma non cervico- brachialgia.
Si faccia ben curare e se continua la sintomatologia approfondisca con esami diagnostici per immagini rivolgendosi sempre al suo specialista che lo segue.
Cordiali saluti
alessandrocaruso26@gmail.com

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2]
Utente
Utente
Ah,quindi mi devo preoccupare.La cosa è seria.
Si,proprio ieri sera comunque abbiamo concordato una RMN.
Lui è convinto che ci sia un nervo compresso a darmi fastidio,magari dovuto ad una calcificazione ossea.
Ci aggiorniamo.
[#3]
Utente
Utente
Buonasera,esame eseguito.
Esito RM:
Appianamento della fisiologica lordosi.
In C6-C7 si rileva voluminosa ernia discale,espulsa,postero-laterale sinistra.
Regolare il segnale del midollo spinale.

Cosa mi suggerite?
Lunedì vado dall'ortopedico.
[#4]
Prof. Alessandro Caruso Ortopedico, Medico fisiatra, Medico dello sport, Medico osteopata 4.2k 135 1
Certamente che deve andare dallo specialista ortopedico; visitandolo e valutando gli accertamenti diagnostici per immagini le darà i giusti suggerimenti terapeutici
Codiali saluti
[#5]
Utente
Utente
Si mi ha in cura già da un mesetto.
Come sintomatologia il dolore nel punto dove me l'hanno localizzata non c'è piu',a soffrire è il braccio,il tricipite soprattutto, fortunatamente senza parestesie o formicolii al momento.Chiaramente sono situazioni che cambiano da un giorno all'altro,peggiorano con lo stress e il nervosismo,ma col tempo sono comunque regrediti.Ieri ho guidato per 300 km fermandomi all'occorrenza,ma anche alla guida va meglio.
Cio che mi preoccupa è soprattutto il prosieguo delle attività lavorative,da cui credo sia scaturito il tutto.PC,Auto,Posture errate a causa forse anche dell'altezza(1,93),forse anche l'aumento di peso.Purtroppo non posso cambiare lavoro...e questo mi preoccupa.

Anche la terapia,ho letto qualcosa,ma nutro da ignorante in materia molti dubbi.Poi sono lunghe ed anche costose sia in termini di tempo che di soldi.

E vabbè,vedremo.
vi ringrazio e vi auguro una Buon Immacolata.
[#6]
Utente
Utente
Buonasera,
stasera sono stato dall'ortopedico a far vedere la risonanza.Mi ha detto che è una bella botta e che si meraviglia di come con un ernia così voluminosa io non abbia parestesie o perdite di sensibilità.Prenotata EMG che spero di fare al piu presto.Lui vede sempre e solo l'intervento chirurgico,anche prima della risonanza.Io vorrei in tutti i modi evitarlo per condizioni lavorative e personali(scacazza).Mi ha vietato di fare fisioterapia sforzi o qualunque sport.Dopo l'EMG vuole che mi faccia visitare da un neurochirurgo.La mia debilitazione da seduto o al PC,o in macchina è abbastanza fastidiosa,devo alzarmi o fermarmi di tanto in tanto.Per il resto dolore al braccio tricipite come se fossero dei tendini tesi che si spingono sino al gomito.Ma possibile che non vi sia una terapia adeguata tipo Ozono ossigeno per ridurre l'ernia?E soprattutto il giudizio di un neurochirurgo è piu preciso e attinente di quello di un ortopedico?
Non avete alcun consiglio da darmi?
Grazie.
[#7]
Utente
Utente
Eseguita in data odierna EMG ad entrambi gli arti superiori(quello "malato" SX)
Nei muscoli esaminati:Deltoide,bicipite,brachioradiale,estensore comune delle dita dx e sx,tricipite brachiale dx ed abdutore breve del pollice sx non perdita di UM,potenziali di azione di ampiezza e durata normale,non denervazione.

Nel muscolo tricipite brachiale sx,marcata perdita di U.M.,potenziali di azione d'ampiezza normale edurata aumentata,non denervazione.
Conclusioni:
marcati segni di sofferenza neurogena cronicaa carico del miomero C7 di SX.

Forse stasera l'ortopedico mi manderà ad una visita neurologa,mavoi con un quadro così,l'intervento lo riterreste necessario.?Possibile che non esiste alternativa?

Grazie mille.
[#8]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13.6k 398 77
Egr. signore,
probabilmente avrà già risolto in qualche modo, ma nel caso ancora non avesse preso alcuna decisione, mi permetto di dare qualche suggerimento.
La valutazione clinica di una patologia del rachie cervicale è di competenza del neurochirurgo e dell'ortopedico che si dedica a tali patologie.
Una voluminosa ernia cervicale va attentamente considerata e le indicazioni terapeutiche dipendono molto dall'esame clinico che è essenziale per cogliere eventuali segni di compromissione delle radici nervose e del midollo spinale.

Per quanto riguarda i Suoi timori a subire l'eventuale intervento chirurgico, Le posso dire che i rischi sono pressoché vicini allo zero, in mani esperte e comunque molto inferiori ai rischi che un'ernia in quella sede potrebbe causare.

Cordialmente
[#9]
Utente
Utente
Gentilissimo dottore,buongiorno.
Non mi sostituirei mai ad un parere medico,per questo sto eseguendo tutte le fasi necessarie.Al momento sono in attesa dell'appuntamento con il neurochirurgo per il consulto.In questo periodo di feste difficile trovarne uno anche a pagamento.
Faro' valutare a lui,che chiaramente procederà a visita obiettiva per vedere il mio stato.Attualmente le cose sono migliorate ,ma chiaramente non va benissimo.noto qualche formicolio leggero a due dita,solo nel caso mi sottoponga ad una posizione particolare che credo essere quella dove maggiormente il nervo viene sottoposto a compressione.Parestesie "ancora" nulle.Dolore collo e spalla quasi scomparso,praticamente leggera stanchezza la sera.Il problema è l'indolenzimento del tricipite come da EMG d'altronde. Quello perdura.e si sente anche nei colpi di tosse. Che dirle la visita oggettiva dirà tutto.
In attesa di informarLa ed aggiornare la situazione,non posso che ringraziarla e AUGURARE a tutti voi dello staff,gentilissimi,Buon Natale.
Saluti.
[#10]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13.6k 398 77
Auguri a Lei e famiglia
[#11]
Utente
Utente
Buongiorno,aggiornamento dopo due consulti presso neurochirurghi.
Data la mancanza di defezioni quali addormentamenti ,parestesie e formicolii ,con entrambi ci siamo riservati di ripetere la risonanza per vedere lo stato dell'ernia che a questo punto dovrebbe essere un po piu secca ,(data la mancanza dei sintomi predetti ed oramai il lasso di tempo di due mesi e mezzo) e di una situazione che generalmente mi hanno detto non dovrebbe piu peggiorare.Nel caso non sia cambiato nulla tra un mese circa mi opero.Elemento distintivo dell'operare o meno potrebbe essere la qualità della vita.Che oggi purtroppo non è completamente ottimale,vuoi per fastidi soliti al tricipite vupi per qualche tensione muscolare soprattutto seduto.Ci sono giorni in cui mi sento un torello,con le dovute accezioni,altri in cui ho risentimenti muscolari.Ma dolore insopportabile zero.Inoltre mi è stato consigliato l'uso del collare in casa e per 20 giorni l'assunzione di nicetile 500mg per curare il nervo compresso.Nella speranza possia migliorare la condizione generale.Buona Giornata.