Ho un'esostosi peduncolata al femore, e possibile la degenerazione in forma maligna?

Salve a tutti, come da domanda ho un'esostosi al ginocchio sx situata sul versante mediale distale della diafisi femorale in prossimità del tubercolo dei muscoli adduttori di piccole dimensioni, so di averla dal 2014 e da quell'anno non ho mai avuto problemi fino ad un mese fa, quando, dopo aver accusato dolore dovuto ad alcuni sforzi ho fatto una radiografia ed è stato riscontrato che non è cresciuta di molto. Il dolore è iniziato un mese fa dopo aver compiuto sforzi ho sentito po' di dolore nella zona dell'esostosi e intorno al ginocchio e come una sorta di debolezza muscolare ma ho continuato a svolgere le normali attività quotidiane fin quando una settimana dopo piegando il ginocchio sento uno schiocco all'altezza del ginocchio vicino l'esostosi e dolore lancinante, e da quel giorno per circa una settimana non ho potuto piegare il ginocchio un po' per il dolore lancinante un po' perché sentivo come un peso sopra una rotula, dopo questa settimana riuscivo a piegare il ginocchio ma non potevo camminare perché sentivo debolezza muscolare e dolore nella parte destra del ginocchio come se fosse un chiodo che trafiggeva.
Ad oggi riesco a piegare la gamba e sento la tonicità muscolare ma ancora ho qualche dolore e debolezza nello scendere e salire le scale, il dolore è più tra la coscia ed il ginocchio nella parte sinistra e nella parte sopra la rotula dunque non direttamente sopra l'esostosi ed a volte tra l'esostosi ed il ginocchio nella parte destra, riporto pure qualche spasmo sparso nella coscia ed il più delle volte tra l'esostosi e la parte destra della rotula (questi spasmi nella fase acuta del trauma erano molti di più) a volte piegando la gamba sento un movimento "di ossa" nella schiena ma non riesco a capire il punto preciso, infine mi sono accorto che tra la rotula e la tibia ho una sorta di rientranza dove dovrebbe esserci il tendine rotuleo.

Sono stato da un ortopedico dove mi ha inserito in lista di attesa per escissione
Tra l'altro mi chiedevo se è il caso di eseguirla.

La mia domanda si riferisce al fatto che negli ultimi giorni navigando su internet leggo di condrosarcomi e mi è nata una sorta di ansia per la paura che questa esostosi possa diventare tale o peggio ancora lo sia già, grazie a chiunque mi risponda.

Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Francesco Nicolosi Ortopedico 191 8
Una piccola percentuale di esostosi con il tempo possono mutare in condrosarcomi,pertanto se danno fastidio e conveniente rimuoverli,se asintomatici vale lo stesso principio.
Si attenga alle indicazioni del suo ortopedico di fiducia

Dr. FRANCESCO NICOLOSI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della sua risposta.
Posso chiederle se i sintomi che le ho elencato sono riconducibili ad un trauma? O dipendono solo dal contatto dell'esostosi con ciò che la circonda?
[#3]
Dr. Francesco Nicolosi Ortopedico 191 8
Non avendo visto le rx non posso aggiungere altro rischiando di darle false informazioni.Si attenga alle disposizioni del suo ortopedico di fiducia.

Dr. FRANCESCO NICOLOSI

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test