Infrazione del capitello radiale... che fare?

Salve gentili dottori. Sono una ragazza di 30 anni.
In data 12 giugno sono caduta in bicicletta e subito dopo il braccio destro si è gonfiato moltissimo, in particolare in prossimità del gomito.
Riuscivo a muovere perfettamente la mano ma provando a tirare su il braccio mi faceva malissimo l'avambraccio, non riuscivo né a tirarlo su né a distenderlo completamente.
Mi sono recata immediatamente in pronto soccorso, dove hanno fatto una radiografia ma c'era solo il tecnico e non c'era medico che potesse refertarla.
Quindi mi immobilizzano il braccio temporaneamente e mi lasciano tutta la domenica così col braccio appeso al collo.
Il dolore domenica è del tutto scomparso, mi sono svegliata col braccio disteso lungo il corpo e pensavo di non avere nulla.
lunedì mi danno il referto: infrazione del capitello radiale.
L'ortopedico mi ha chiesto di fare alcuni movimenti con la mano (che non mi hanno fatto male) e presumo in base a questo mi ha messo una valva gessale da tenere 18 giorni.
È stato veramente sbrigativo alle mie domande e onestamente adesso sono ancora piena di dubbi.
La mia principale domanda è: dovrò fare fisioterapia dopo aver levato la valva?
Seconda domanda, generalmente si può guidare una volta tolta la valva?
Inoltre posso usare la mano (ovviamente senza sollevare pesi, ma solo per azioni quotidiane) oppure rischio di compromettere la guarigione? Da alcune parti ho addirittura letto che non è bene immobilizzare troppo il gomito, che dopo si possono formare calcificazioni, oppure che si fatica a recuperare la mobilità e non so che altro, e adesso sono spaventata per le cose che ho letto. Come dovrò procedere una volta tolta la valva?

Grazie della vostra cortese attenzione
[#1]
Dr. Fulvio Di Cosmo Ortopedico, Medico dello sport, Chirurgo vascolare, Medico legale, Medico aeronautico, Cardiologo 157 9
Buongiorno,
Se si tratta di un'informazione un periodo di immobilità di 15 giorni è sufficiente per una buona guarigione. Dopo: un breve periodo di mobilizzazione e rinforzo (magari con l'aiuto di un fisioterapista) può permettere un recupero completo.
L'immobilizzazione non deve essere più lunga di 2-3 settimane.
Cordialità

Dr. Fulvio Di Cosmo
Specialista in
Ortopedia, Chirurgia vascolare, Medicina dello sport.
Master 1° liv. in Medicina legale - Master 2° liv. in

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore mi rincuora. Inizialmente l'ortopedico mi voleva lasciare la valva 16 giorni poi ci ha ripensato e ha deciso 18. Ma lei crede che quindi dopo potrò guidare? So di non dover sforzare l'arto anche dopo aver tolto la valva in modo da garantire una buona ripresa, ma mi chiedevo, guidare non rappresenterebbe uno sforzo eccessivo giusto? Ovviamente chiederò anche all'ortopedico che mi deve fare la visita di controllo ma avere qualche risposta adesso mi fa stare più tranquilla
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, ieri ho rimosso finalmente il tutore. Il braccio inzia a riprendersi. Tuttavia mi sono accorta solo dopo aver tolto il tutore che ho un fastidioso clic alla spalla. Non ho alcun dolore, ma la spalla schiocca molto spesso. Avevo detto al medico di base appena caduta che la spalla mi schioccava e lui mi aveva consigliato di fare una rx. Ho fatto perciò due giorni dopo la caduta una rx della spalla e secondo il radiologo non c'era nulla di anormale. Quindi mi sono tranquillizzata e siccome tenevo il braccio fermo non ci ho più pensato. Adesso che lho mosso di nuovo sento continuamente questi clic. Devo preoccuparmi? Cosa devo fare? È necessario un nuovo controllo con l'ortopedico?