Frattura lombare e busto c35

Egr.
Dottori,
9 giorni fa sono caduta da una scala a forbice e ho riportato una frattura alla vertebra L1, scomposta e multiframmentaria.

Sono stata ricoverata in ospedale dove 5 giorni fa sono stata operata, per consolidare la colonna, con metodo tradizionale (aste metalliche).
Sono stata dimessa 2 giorni fa con la raccomandazione di usare il busto ortopedico c35 quando sto in piedi.

Quello che vorrei sapere è se è normale provare molto dolore indossando il busto, o se invece dovrebbe alleviare il mal di schiena.

È chiaro che ancora la lesione è fresca, ho ancora i punti, certamente non mi aspetto di non provare dolore.
Ma non appena metto il busto sento che i dolori si accentuano notevolmente, mi dà anche senso di nausea e giramenti di testa, mentre se sto senza sento solo il peso sulla colonna, nient'altro.
Chiaramente questo mi porta a rifugiarmi più spesso a letto, pur di non doverlo sopportare, e mi chiedo se sarebbe meglio stare senza ma in movimento.

Quindi mi è venuto il dubbio se le mie sensazioni siano normali o se magari potrebbe essere mal posizionato.
Chiaramente all'appuntamento per la rimozione dei punti chiederò il parere dei chirurghi che mi hanno operato, ma nel frattempo mi piacerebbe avere qualche opinione.

Grazie, buona serata
[#1]
Dr. Umberto Donati Ortopedico, Chirurgo della mano, Medico legale, Perfezionato in medicine non convenzionali 7,6k 266 8
Il Busto a tre punti deve essere adattato al paziente, sia in altezza che in larghezza e sia anche per quanto riguarda la tensione della placca posteriore. Se la frattura è stata stabilizzata il Busto non ha più la completa necessità di avere la funzione di esercitare una iperestensione sul focolaio di frattura. Le suggerisco di chiedere fin da ora al Chirurgo come comportarsi senza far passare un'altra settimana cosi.
Cordiali saluti.
Umberto Donati, MD

Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test