x

x

Dolore anca destra

Salve,
chiedo un consulto per mio padre di 65 anni, che soffre di artrite psoriasica.
Assume Deltacortene 5mg al mattino e Celebrex la sera.

Da più di un mese ha dolore forte all'anca destra, anche se inizialmente anche all'inguine e diffuso in tutta la gamba.
Il curante sospettando una sciatalgia gli fece fare iniezioni di Bentelan e poi Nicetile, ma ebbe pochissimo miglioramento.
Successivamente il dolore si è localizzato all'anca, durante la giornata non è molto forte, è la sera che si acutizza.
Ha eseguito rx anca destra e sinistra di cui riporto il referto:
Modesta coxatrosi bilaterale con sclerosi dei tetti acetabolari ed ipertrofia osteofitaria del ciglio cotiloideo di destra.
Nei limiti l'ampiezza dello spazio articolare e regolare la conformazione delle teste femorali.
Dubbia linea di frattura verosimilmente di natura artefattuale si segnala in corrispondenza del versante posteriore dell'acetabolo e della testa femorale sinistra reperto che si consiglia di correlare clinicamente ed eventualmente approfondire con esame TC o meglio RM.

Ha già prenotato RM per Dicembre, volevo un parere sul referto.
C'è qualche problema specifico dell'anca secondo voi o potrebbe essere dovuto alla sua artrite?
Ha provato con l'osteopatia senza trarne giovamento.

Grazie e cordiali saluti.
[#1]
Prof. Alessandro Caruso Ortopedico, Medico fisiatra, Medico dello sport, Medico osteopata 4,2k 134 1
Egr. signore, è molto difficile potere dettagliare ogni cosa e dare risposte precise seza valutare e visionare esami diagnostici come radiografie e senza valutare clinicamente il paziente.
Certo bisogna fare degli approfondimenti per valutare con la TC il bacino , la testa e collo femore e l'acetabolo, poi eventualmente esaminare il rachide lombo - sacrale e valutare questa lombosciatalgia o cruralgia di cui parla lei. Essendo una artrite psoriasica di anca, bisogna assolutamente indagare bene, poiche non è una artrosi di anca da invecchiamento dell'osso diretto ma da una patologia di base indiretta come la psoriasi.
Veda valutando e consultando specialista ortopedico e gli accertamenti nuovi di fare della fisioterapia idonea, Il caso in questione di suo padre non abbisogna per nulla di uno osteopata che non c'entra nulla al riguardo.

distinti saluti

Alessandro Caruso

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2]
dopo
Utente
Utente
Intanto grazie mille per la sua risposta professore.
Mio padre, prima della rx alle anche, aveva sostenuto quella al rachide lombo-sacrale di cui mi ero dimenticato. Le riporto qui il referto:
Rx rachide lombare in ortostasi, nei radiogrammi eseguiti si documenta attenuazione della fisiologica lordosi lombare. Segni di spondilo-disco-artrosi lombare con sclerosi ossea delle limitanti disco-somatiche ed osteofitosi marginale. Restringimento degli spazi discali del tratto L3-S1 con discreta artropatia degenerativa interapofisaria dei medesimi metameri esaminati.
Il curante gli ha prescritto RMN del tratto lombo-sacrale e RMN Muscoloscheletrica - bacino. Possono bastare come ulteriori indagini o consiglia qualcos'altro?
Un cordiale saluto.
[#3]
Prof. Alessandro Caruso Ortopedico, Medico fisiatra, Medico dello sport, Medico osteopata 4,2k 134 1
L'artrite psoriasica di anca è una patologia e va esaminata attentamente per una eventuale programmazione di una protesizzazione dell'articolazione coxo-femorale interessata; ben diversa è una spondiloartrosi lombo sacrale .

Non so se occorressero gli esami prescritti, solo una visita specialistica ortopedica puo' specificare la necessità o meno di un esame diagnostico strumentale da un altro.
La Rmn di norma va prescritta in caso di lombosciatalgia o di sospetto di una patologia midollare rachidea, indagando le parti molli di un rachide.
Comunque importante è differenziare l'anca destra ( trattabile chirugicamente se peggiora e si usura sempre piu' ) dalla patologia del rachide lombo sacrale che , se non vi è una patologia ben specifica e chiara che interessa pesantemente disco e radici nervose o midollo) , ma solo parte ossea, va trattata in maniera incruenta.

Cordiali saluti
Alessandro Caruso

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille,
seguirò sicuramente il suo consiglio di consultare uno specialista. Al momento col dolore va molto meglio, più che altro accusa una certa stanchezza con necessità di sdraiarsi. Inoltre ultimamente tende ad avere un'andatura un po' zoppicante sempre dal lato destro e avvolte la sera lamenta dolore sotto al gluteo dx. Concordo con lei sull'importanza di differenziare le due cose, onde evitare di far confusione.
Se le fa piacere e non la disturbo le comunicherò eventuali evoluzioni e aggiornamenti.
Cordiali saluti.