Utente
Salve sono un ragazzo di 22 anni, e da circa 3/4 anni ho una tosse cronica, che all'inizio si presentava come colpetti di tosse in poche situazioni (per la precisione anche se l'esempio è stupido mentre baciavo la mia ragazza) in seguito hanno iniziato ad intensificarsi fino ad arrivare a vera tosse secca magari dopo periodi di raffreddori o periodi di stress, provai con Aerosol(clenil e fluibron) ma tornava poco dopo.
Inizialmente mi sono rivolto ad un gastroenterolo pensando fosse reflusso g.e. poichè lo ha anche mio padre, durante la terapia, non so se per effetto placebo o altro la tosse diminuiva, ma appena arrivato un periodo di stress( per la precisione periodo di esami universitari) la tosse tornava. Da allora la tosse si presentava al mattino appena aprivo gli occhi, e terminava la sera quando andavo a dormire, mai tossito durante la notte o nelle ore di sonno. Gli attacchi di tosse a volte erano e sono tutt'ora cosi duraturi e forti da provocarmi conati di vomito(non sempre però) e dolore addominale(circa metà altezza tra ombelico e terminazione dello sterno) altrimenti si presentano come brevi colpetti di tosse. Ho eseguito rx toracica che è risultata negativa, l'otorino non ha diagnosticato nulla di particolare tranne una afonia(o diafonia) della voce, una laringite/faringite catarrosa( ma era dovuto al fatto che in quel periodo ero raffreddatissimo), nella visita successiva una reazione pseudoallergica,( sopratutto dovuta al fatto che produco da quando sono nato catarro secco praticamente sempre) pertanto mi sono recato da un allergologo, sono risultato positivo a graminacee e acari, ho intrapreso il vaccino ma a distanza di 2 anni di terapia con vaccino la tosse persiste. Ultimo tentativo sotto consiglio dell'allergologo, poichè sembrava una tosse da stress e ormai andava avanti da molto tempo ho provato con della codeina, nel caso ormai fosse diventata un' ipersensibilizzazione dei recettori della tosse, e la tosse è scomprarsa per diversi mesi, diciamo che sono tornato al livello inziale con piccoli sporadici colpetti ma nulla di che, ora in questo mese invece, con un piccolo mal di gola dovuto alle temperature altalenanti mi è tornata più forte che mai, ho provato con un po di codeina ma naturalmente nulla, molto probabilemnte perchè sono raffreddato, ora sto provando con Clenil e Fluibron in Aerosol, se neanche questa terapia dovesse funzionare mi rivolgerò di nuovo ad un otorino. Vorrei sapere voi cosa mi consigliate, e cosa ne pensate. Se avete bisongo di altre info chiedete pure.
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Paolo Carnevali

36% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente:prima di darti un consiglio vorrei sapere quale terapia e' stata prescritta dal gastroenterologo e su quale diagnosi.E'stata fatta una esofago-gastroscopia?
Ritengo comunque che la diagnosi di sintomo da stress debba sempre essere fatta per esclusione.Pertanto consiglio,vista la tua allegia,una spirometria con reversibilita' bronchiale farmacologica per eventuale iperreattivita'bronchiale.Come ultima ratio in caso di negativita'una TC spirale del torace e del massiccio facciale.Sarebbe inoltre utile sapere quali esami diagnostici ha effettuato l'otorino,e se hai eseguito esami di sangue completi e se assumi farmaci per altri motivi.

cordialmente Dott.Paolo Carnevali
Paolo Carnevali

[#2] dopo  
Utente
La ringrazioper la gentile risposta. La terapia del gastro enterologo era Gaviscon + Pantorc(purtroppo è quello che ricordo..non possiedo in questo momento la terapia scritta.) ricordo solo che la terapia la feci 2 volte con un lasso di tempo centrale per vedere se la tosse tornava nella pausa e spariva nella terapia, ma non ci furono grossi successi se non per il fattore emotivo.
Non ho mai eseguito una esofago-gastroscopia.
L'otorino se ricordo bene eseguì 2 volte( a distanza di tempo) la laringoscopia.
Non assumo farmaci per altri motivi, e gli esami del sangue completi eseguiti nell'ultimo anno 2 volte senza nessuna alterazione.
Purtroppo ora non posso recarmi per una visita specialistica, ma nel prossimo mese mi recherò nuovamente dall'otorino.
Cosa pensa di eventuali intolleranze alimentari? Non mi spiego come mai la notte sia assente.
Ps: volevo solo sottolineare che molte volte soffro di insonnia, e la causa è la digestione secondo me(fatto presente al gastroenterologo).

[#3]  
Dr. Paolo Carnevali

36% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
Ritengo utile,considerando i nuovi chiarimenti,una spirometria con broncoprovocazione e reversibilita'bronchiale , una esofagogastroscopia e una risonanza magnetica del massiccio facciale come esami di II°livello.Non credo che il tuo problema sia dovuto ad intolleranze alimentari,ma un RAST per farinacei potrebbe essere utile e di semplice esecuzione.


cordialmente ,Dott.Paolo Carnevali
Paolo Carnevali

[#4] dopo  
Utente
Salve, mi ripresento dopo l'ennesima visita e terapia,
l'Otorino ha constatato che ho un ipertrofia della faringe, suppongo dovuta alla tosse persistente ormai da anni, inoltre ha confermato una mia osservazione, cioè la costant produzione di muco o catarro...
per questo la prima diagnosi nuovamente è stata quella su base allergica...ma dopo un tentativo con Zaditen 2mg non è migliorato nulla....
invece si evidenziata una cessazione della tosse 48 ore dopo l'ultimo esame universitario del semestre...anche l otorino inizia a pensare seriamente che sia una tosse su base emotiva, vista anche la mia sensibilià alla rinoscopia(credo fosse rinoscopia...una sondina che dalle narici arriva all orofaringe)
Il che però non spiega la continua produzione di muco...evidente nell'orofaringe...costantemente...
Se fosse tutto su base emotiva(ok la tosse ma non mi spiego il muco) come si potrebbe intervenire?!
Non so se sia possibile vivere una vita con la codeina in tasca!
VI ringrazio!

[#5]  
Dr. Paolo Carnevali

36% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
Confermo i consigli dati nella risposta precedente e saro'disponibile, se fara'altri accertamenti ,a risponderle di nuovo

Cordiali saluti
Paolo Carnevali