Fatica a respirare con tosse e affanno

Salve,
sono un ragazzo di 24 anni, sono un paio di settimane che soffro di una forte tosse e fatica nel respirare, e negli ultimi giorni ho la sensazione di non riuscire a riempire i polmoni fino in fondo e nonostante pratichi sport tutto l'anno, mi basta fare una rampa di scale per provare un forte affanno con aumento dei battiti cardiaci. soprattutto la notte ho un respiro sibillino e faticoso e dopo 4-5 ore di sonno mi sveglio quasi soffocando e prendo a tossire e sono costretto ad alzarmi.spesso quando inizio a tossire dura 1-2 minuti di seguito con un fischio molto strano, simile alla tosse dei fumatori cronici (non fumo). sono stato dal medico curante che mi ha sentito i polmoni e i bronchi non ravvisando niente di particolare, forse un pò di tracheide e mi ha prescritto antibiotici. finito di prenderli non ho trovato benefici e mi sono quindi fatto visitare da un otorinolaringoiatra. secondo il dottore dopo una visite generica (non mi ha sentito nemmeno i polmoni)non ho evidenti disturbi che possano giustificare una così continua tosse e un continuo starnutire. mi ha quindi detto che probabilmente visti anche i disturbi maggiori durante il sonno che potrei avere un problema di reflusso gastroesofageo insieme ad allergia che mi porta ad avere le vie respiratorie irritare e il raffreddore. dopo 6 giorni di cura (lansox ma lattina e uno sciroppo basico prima di dormire, con arius per l'allergia) non ho trovato evidenti giovamenti, solo di avere una tosse stizzosa più secca e meno grassa, mentre con spray nasale e antistaminico ho eliminato gli starnuti continui.
ora mi chiedo se questo non riuscire a respirare e soprattutto il pensate affanno dopo pochi gradini di scale siano collegabili al presunto reflusso che dovrei avere o se magari come leggevo su internet possa essere un asma bronchiale o un qualche forma d'asma dovuta ad un allergia, perchè la sensazione che ho è proprio quella di non riuscire a respirare come se qualcosa fosse ostruito e peggiorasse quando sono sdraiato e in ambienti poco arieggiati.

Dovrei finire il mese di cure per il reflusso che il dottore mi ha consigliato o è meglio che mi faccio vedere da qualche specialista o che facci altri esami?potrebbe essere utile una lastra toracica?mi consigliate una visita pneumo-toracica? la mia sensazione dopo 6 giorni di cure è che la tosse non accenni a passare e che l'affanno e fatica nel respirare siano sempre uguale se non peggiorate.

Ringrazio anticipatamente per la disponibilità

[#1]
Dr. Paolo Carnevali Otorinolaringoiatra 832 37 5
Lei è allergico?ha avuto febbre?Ha avuto precedenti episodi di rinite allergica o asma?Le consiglio comunque una visita pneumologica .Un RX del torace potrebbe essere utile ma prima la visita.Purtroppo il reflusso viene spesso sottostimato e altrettanto spesso soprastimato a livello specialistico.Personalmente preferisco escludere altre cause prima di fare diagnosi di patologie da reflusso ,specie se i sintomi non sono molto evidenti.Cordialmente

Paolo Carnevali

[#2]
dopo
Utente
Utente
intanto la ringrazio per la sua risposta e disponibilità,
rispondo ai suoi quesiti:
non so mai stato allergico, il medico mi ha segnato i test da fare per settembre, l'otorino mi ha detto che probabilmente sono allergico visto il mio continuo starnutire appena alzato e che lo si può diventare anche da adulti, e devo dire che effettivamente dopo 5 giorni di antistaminici non starnutisco più e mi sento il naso più libero.
No non ho avuto febbre di recente, purtroppo non le saprei dire se ho mai avuto rinite allergica o asma, dalla visita che l'otorino mi ha fatto non mi ha parlato di una possibilità di queste malattie, ma sinceramente credo sia andato troppo "diretto" verso l'ipotesi reflusso quando ha saputo che ho sofferto di forte gastrite anni fa. Ho conosciuto persone con asma e sinceramente credo di avere sintomi simili soprattutto dopo l'affanno nel fare le scale o spostamenti rapidi, cosa che non ho mai avuto dato che pratico sport tutto l'anno.

non so se sia rilevante ma oggi dopo aver letto su internet dell'asma bronchiale ho fatto un aerosol con clenil-fluibron e immediatamente dopo mi sono sentito meglio, riuscendo a respirare a pieni polmoni per qualche ora. Da ignorante in materia ho immaginato che essendo un cortisonico possa aver in qualche modo aperto le mie vie respiratorie per qualche ora.
avrebbe da consigliarmi qualche esame specifico?

La ringrazio di nuovo, Distinti saluti
[#3]
Dr. Paolo Carnevali Otorinolaringoiatra 832 37 5
Confermo il consiglio circa la visita pneumologica.Gli esami, oltre all'RX torace,potrebbero essere dei tests di funzionalita' respiratoria e un semplice PRIST per eventuali allergie.

Cordiali saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test