Utente
Salve, ho 25 anni e quest'inverno, in febbraio, dopo 2 gg di febbre ha cominciato a darmi fastidio l'orecchio destro.
Devo precisare che erano un pò di settimane che avevo spesso mal di testa, sopra gli occhi, e io di solito non soffro di mal di testa e inoltre era da almeno 15 anni che non avevo più mal d'orecchi.
Quel sabato avevo dinuovo mal di testa, + forte e mal di gola e il pomeriggio mi è salita la febbre a 39. Il lunedì la febbre era già passata ma la sera sentivo l'orecchio diverso come caldo e mi faceva prurito all'interno. Martedì sono andata al lavoro, la sera ho cominciato a sentire un ronzio forte in tutte e 2 le orecchie e mi pulsava l'orecchio destro. Sono andata in farmacia e mi ha dato delle gocce, le ho messe verso le 18.30, verso le 20.30 mentre ero a letto e mi faceva parecchio male ho sentito una forte fitta e qualcosa che si rompeva, il dolore mi è arrivato fino alla tonsilla e mi faceva male il palato. Da quel momento non mi ha + pulsato ne fatto male ma ha cominciato ad uscirmi un liquido giallo con un pò di sangue (mi usciva anche un pò quando mi soffiavo il naso), arrivavo a cambiare il cotone anche 3/4 volte a notte. Il gg dopo sono andata dal dottore ma lui non ha capito e mi ha dato 3 antibiotici x la faringite. Una settimana dopo sono andata al prontosoccorso xche continuava ad uscirmi quel liquido e mi hanno riscontrato una perforazione al timpano.
Mi hanno dato una cura di 10 gg con antibiotici e cortisone e poi ha voluto rivedermi dopo la cura x vedere se si era chiuso. La cura è andata bene, la perforazione si è chiusa e non mi usciva più liquido giallo.
Però io da quel giorno continuo a sentire quel ronzio nell'orecchio (che è meno forte del primo giorno ma ce sempre), dei rumori dentro (come un motore di un'auto), che mi danno fastidio. Spesso mi fa prurito dentro e comunque continuo a sentire l'orecchio diverso, appena prendo un pò d'aria mi fa delle fitte e mi succede di sentire anche un "toc toc" come dei colpetti che all'inizio sentivo ogni sera e adesso invece lo sento solo quando faccio degli sforzi e poi mi sento il cuore battere nell'orecchio.
Ormai sono alla terza o quarta visita, mi hanno dato da prendere degli integratori (acuval 200 x 5 mesi) e poi bentelan 1 mg x 10gg per presunto acufene ma non è cambiato nulla. Nell'ultima visita c'era un altro dottore e mi ha detto invece che è un problema di areazione del timpano che dipende dal naso e mi ha dato delle gocce (Doricum)x 10gg.
Il mio lavoro mi porta a dover salire ogni gg in un rifugio alpino (da 1600 mt slv a 2000 mt) e adesso ogni volta che salgo o scendo per 10 minuti mi fischiano forte le orecchie. Mi succede anche quando scendo in paesi + bassi del mio.
Preciso inoltre che ho avuto problemi di masticazione fino a 2 anni fa, corretta con allargamento del palato chirurgicamente, visto che l'ottorino mi ha detto che gli acufeni possono venire anche da quello.
Ringraziando in anticipo saluto

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, senza un esame clinico, non sono in grado di aiutarla. Il fastidio lamentato potrebbe dipendere da una non completa chiusura della perforazione e, per questo, sarebbe necessaria una otomicroscopia. Probabilmente utile anche una impedenzometria.
Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Salve, ringrazio per la risposta velocissima.
L'unico esame che ho fatto fino ad adesso è stato quello audiometrico, l'ho fatto la seconda visita e mi hanno detto che ci sentivo un pò meno (ma di pochissimo) con quello sinistro che non è l'orecchio interessato, poi a giugno l'ho rifatto e è risultato il contrario, cioè che sentivo un pò meno con quello destro (quello perforato) e invece quello sinistro era ok.
Adesso ne ho uno fissato x fine settembre. Proverò allora a chiedere se posso fare quelli che mi ha consigliato lei.
In effetti potrebbe avere ragione, il ronzio è cominciato forte, poi si è rotto il timpano e quando ho iniziato la cura, che ha cominciato a chiudersi la perforazione, il ronzio si è abbassato e ora lo sento sempre allo stesso livello la sera o quando ce silenzio ma poi si alza quando salgo o scendo di dislivello abbastanza velocemente.
Un altra cosa volevo chiedere, ma xche secondo lei ho cominciato a sentire il ronzio forte qualche ora prima che si rompesse il timpano?
E un altra cosa, da poco ho fatto delle saune e bagni turchi, sono sconsigliati in questo caso?

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
E' bene che non faccia saune e bagni turchi sino alla definitiva chiusura del timpano, come non deve fare entrare nulla nell'orecchio (sapone, acqua). Il fruscio pre-perforazione potrebbe essere stato dato dalla tensione della membrana timpanica che poi si è perforata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
ah ok, spero di non aver complicato le cose, pensavo non incidesse molto la cosa, ma pensandoci bene...
un altro particolare che mi viene in mente è che da quando si è rotto mi danno fastidio certi rumori, tipo quello dei piatti e quello di quando si schiaccia una bottiglia di plastica oppure quando ho il telefono con il microfono troppo alto.
intanto la ringrazio molto e non la disturbo più di così.
le farò sapere come sono andati gli esami che mi ha consigliato.
cordiali saluti

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Anche cio' che descrive rientra nel post-perforazione, stia tranquilla. Attendo sue notizie in merito
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Salve, qualche giorno fa come le avevo anticipato ho fatto un'altra visita e l'esame audiometrico (x la terza volta).
Se devo esser sincera sono rimasta un pò male...
L'esame è andato bene anche questa volta e la risposta è che non sa più cosa dirmi, l'udito va bene e x loro l'orecchio è guarito.
Anche se alla visita non mi ha neanche guardato l'orecchio ho chiesto se la perforazione si è chiusa e mi hanno risposto di si e che ce solo la cicatrice.
Ho provato ad accennare di quei esami e la risposta è stata che per escludere ogni cosa mi fa fare una risonanza.
Io comunque continuo a sentire i fastidi e rumori nell'orecchio e devo dire che da quando sono andata in piscina i rumori (colpi, voci, suoni...) mi danno più fastidio di prima e mi fa delle fitte, probabilmente dovevo evitare la piscina.
Se è sul serio un acufene devo x forza tenermelo?
Sto pensando di farmi vedere in un altro posto a questo punto.

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non mi sembra necessario che si sottoponga ad una risonanza. La chiusura della perforazione si puo' verificare, ripeto, attraverso una otomicroscopia ed un esame audio-impedenzometrico. Circa l'acufene, non so che dirle: certamente c'è un ispessimento della membrana nel punto in cui si è riparata. A questo punto condivido che si faccia vedere da un altro Specialista che, pero' sia esperto di orecchio.
Consulti a riguardo il suo Medico di famiglia. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori