Utente
Ciò che mi è accaduto è questo:
tra Maggio e Agosto 2010 ho avuto 4 casi di tonsillite con probabili ascessi non identificati e solo parzialmente riassorbiti trovati durante la tonsillectomia;
il 26 Agosto 2010 sono stato operato alle tonsille mentre una nuova tonsillite era in incipit e, per arrivare non troppo malandato all'operazione, l'otorino mi aveva fatto fare 3 giorni di antibiotico; il giorno dell'operazione le tonsille erano infiammate e un po' doloranti, ma non c'era temperatura, quindi sono stato operato.
L'operazione sembra essere stata un successo, effettivamente ad oggi, 17 Settembre, i dolori sono quasi scomparsi e le cicatrici quasi completamente rimarginate, presento solo ancora gonfiore all'ugola e al velo che mi infastidiscono un po' al degluttire, ma nulla di insopportabile.
La mia fonte di preoccupazione è invece una febbricola che si presenta regolarmente ogni giorno dal mezzogiorno alle 7 di sera circa e si aggira tra i 37 ed i 37.2 gradi, accompagnata da una sensazione di stanchezza diffusa, bruciore agli occhi, un leggero mal di testa, ed i classici sintomi di una febbre come qualche brivido, ipersensibilità della pelle.

Sia il mio medico di famiglia sia l'otorino, che continua vedermi ogni settimana, mi dicono che potrebbe essere dovuto al processo di infiammazione ancora in corso e dicono non vi sia necessità di analisi o terapie, a parte una seconda dose di antibiotici a cui mi hanno sottoposto nella terza settimana e che è consistita, come quella post operatoria, in 6 giorni di Augmentin.

Potete darmi un vostro parere? i miei ringraziamenti e saluti.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non è detto che con l'intervento di tonsillectomia si guarisca al 100%. Se è presente un batterio , tipo uno streptococco, questo puo' annidarsi anche nel colletto gengivale o nel tessuto linfatico dell'arco tonsillare. Forse, sarebbe utile, dopo una decina di giorni dall'assunzione dell'ultimo antibiotico, sottoporsi ad un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni. Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore, intanto grazie per la solerte risposta.
Le dico che, nel frattempo, dopo aver assunto antibiotico (Augmentin) dal 10 al 15 Settembre, il 20, in occasione di una nuova visita, il mio otorino ha eseguito un tampone; il 21 ho fatto inoltre le analisi del sangue.
Il risultato del tampone è stato negativo, nelle analisi del sangue l'unico valore fuori norma è stato il T.A.S.L. attestatosi a 279. L'otorino conferma che, a suo parere, l'infiammazione ancora in corso è la più plausibile causa (infiammazione post-operatoria) e che non c'è da temere per ulteriori problemi. Pensa che le indagini svolte a così breve distanza dalla terapia antibiotica siano significative? crede che sia bene monitorare ancora? il mio dottore ha inoltre suggerito di continuare con una vita regolare, nei limiti a me concessi dallo stato di forma che avverto, naturalmente, e così sto cercando di fare. Dimenticavo che, nel frattempo, l'otorino mi ha prescritto altri 5 giorni di cortisone (5mg al giorno), immunostimolante (Viruxon) 3 volte al giorno e un po' di vitamine.
Attendo un suo parere, e magari consiglio...
Grazie ancora e saluti.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Proprio per tranquillità, ripeterei il tampone nel prossimo mese di ottobre. Per il resto, tutto ok.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori