Utente
Salve, sono un ragazzo di 29 anni.
Da quasi due anni, ho sempre un fastidioso muco presente nella gola, che mi obbliga a schiarirmi con frequenza la voce, o meglio espettorare (SENZA un minimo di tosse).
E' chiaro, ha colore biancastro, aspetto perlaceo, non va a fondo nell'acqua e a volte si presenta con qualche striatura giallastra.
E' un fastidio che mi accompagna tutto il giorno, dalla mattina alla sera.
Al mattino mi sveglio quasi sempre con il cavo orale completamente disidratato o con le bave che mi fuoriescono dalla bocca (respiro con la bocca in quanto ho il setto nasale deviato).
In primavera soffro di rinite allergica. Sono allergico a : graminacei++++,
erba canina +++,cane +. Durante tali periodi mi curo con sprai nasali e antistaminici(dovrei fare il vaccino).
Ho fatto a inizio sintomo, ovvero quando mi sono reso conto che il fastidio persisteva (dopo circa 4-5 mesi)una rx polmoni, una rx con proiezione sinusite e l'aspirometria....tutte con esito negativo. Di recente ho fatto l'ennesimo esame dell'espettorato dove mi hanno riscontrato la presenza di:
Stenotrophomonas maltophilia; staphylococcus aureus ...che persiste da sempre (dal primo esame colturale fatto due anni fà)..anche se dicono sia una bassa carica.
Purtroppo non ho fatto la terapia antibiotica perchè ne ho presi veramente tanti in questi due anni per cercare di risolvere questo benedetto problema.
L'otorino dove sono stato non mi ha soddisfatto. Mi ha solo confermato che ho il setto nasale deviato e che potrebbe essere dovuto a questo senza indagare bene per risolvere il problema.
Cosa posso fare per eliminare questo fastidio che non sopporto più?
In attesa di una vostra gentile risposta, anticipatamente ringrazio.
Saluti

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sicuramente, la deviazione del setto nasale riscontrata in occasione della visita specialistica, puo' essere rilevante al fine di una corretta respirazione nasale, ma dobbiamo sempre considerare la presenza dei batteri emersi dall'esame dell'espettorato. Quindi, per prima cosa, dobbiamo eradicare questi germi con uno specifico antibiotico o con un autovaccino. poi, penseremo ad un intervento per correggere la deviazione del setto. un cordiale saluto ed augurio
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dott.Brunoni,la ringrazio della sua tempestiva risposta. Purtroppo come le dicevo nella mail precedente, negli ultimi due anni, ho fatto un uso smisurato di antibiotici per cercare di eliminare questi benedetti batteri, quali pensavo fossero la causa del mio espettorato persistente. Il problema è che non solo NON li ho eliminati ma, in alcuni casi sono aumentati. L'unico microrganismo(persistente nonostante i vari antibiotici presi) che mi ritrovo da quando faccio l'esame colturale è l'aureus, mentre lo Stenotrophomonas maltophilia è venuto fuori dall'ultimo esame, che risale a settembre 2010. Cosa mi consiglia vista la data dell'ultimo esame dell'espettorato e conoscendo meglio il mio quadro clinico?
Confido in una sua gentile risposta ...spernado di non disturbarla troppo.
Saluti
p.s. dimenticavo di dirle che guardando il mio cavo orale noto un infiammazione della parete che scende dall'ugola verso le tonsille comprensivo di esse(abbastanza arrossate).

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Allora, non rimane altro da fare che seguire la strada dell'autovaccino: Questo è un vaccino personalizzato e che viene confezionato con quei batteri emersi dal tampone eseguito. Ora, ti devi informare se nella tua città ci sia un Laboratorio di Analisi cliniche specializzato nella produzione di autovaccini.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori