Utente
Sono stata curata per otomastoidite e pansinusite con ricovero per 5 giorni e terapia in vena di antibiotico e cortisone. Non avevo febbre, nè edema, nè secrezione, ma forti dolori e parestesia all'orecchio e al mastoide, estesi poi a tutto il lato dx della testa. La diagnosi è stata confermata da tac. Dimessa con sintomi in remissione (ma non scomparsi), ho proseguito la terapia per bocca per 6 giorni (il cortisone a scalare). Dopo due giorni dalla sospensione dei farmaci è subentrato un forte dolore cervicale (stesso lato) accentuato dalla rotazione del capo. Esclusa un'infezione in corso con gli esami del sangue, sono stati prescritti antinfiammatori orali per 5 giorni. Attualmente (15 giorni dalla sospensione dell'antibiotico) ho ancora lievi fitte alle orecchie (entrambe, ma prevalenti a dx), dolore cervicale con sensazione di bruciore e di calore, sensazione di orecchio "tappato" prevalente a dx e all'esame audiometrico risulta normoacusia a dx e (sorpresa!) lieve ipoacusia a sinistra (mentre i precedenti esami non registravano alterazioni a sin.) Vorrei un parere in merito a questo: i dolori sono giustificati dall'otomastoidite precedente (un medico li attribuisce ai nervi infiammati, l'altro esclude il collegamento con l'otomastoidite e li attribuisce a malocclusione dentale)? Una eventuale malocclusione giustifica le fitte all'orecchio e l'ipoacusia? (non ho dolore all'articolazione mandibolare) E' opportuno proseguire con le indagini o devo solo attendere? Se devo approfondire, devo rivolgermi ad un otorino specializzato? Come lo trovo?

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso che tutta la sintomatologia descritta sia, nel suo caso, ascrivibile alla recente otomastoidite sofferta. Fra non molto, sarà necessaria una visita specialistica di controllo. Si puo' rivolgere all'Ambulatorio otorino dell'Ospedale della sua città, chiedendo allo Sportello prenotazioni di uno Specialista esperto sulle malattie dell'orecchio. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Ringrazio per la celere risposta. Una curiosità, ma l'otomastoidite è così poco frequente? Può comportare davvero conseguenze così pericolose se trascurata o non completamente guarita? Mi hanno detto che recidiva frequentemente.
Complimenti per il servizio di consulenza.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Oggi, grazie alla tempestiva terapia antibiotica, l'otomastoidite si vede molto meno. E' ovvio che, tale patologia, se trascurata, puo' portare a delle gravi complicanze come una meningite. Comunque, con una adeguata terapia farmacologica si riesce tranquillamente a curarla. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori