Utente
Mi rendo conto che senza una visita reale è impossibile una diagnosi, ma vorrei sottoporvi quanto segue nella speranza di ricevere qualche suggerimento.

Nello scorso novembre dopo un breve periodo di fastidi alla gola e alla bocca un medico specialista Orl mi ha diagnosticato una faringite virale acuta con lesioni aftoidi sui pilastri posteriori (ho sempre sofferto di afte alla bocca).
Prescritta cura specifica (bentelan+colluttorio).

A dicembre visita di controllo, in cui è stato rilevato un miglioramento del quadro (scomparsa la lesione aftoide più profonda, rilevata lieve iperemia nei pilastri posteriori). Prescritti Locabiotal + esami del sangue.
Tutti gli esami del sangue sono risultati nella norma, tranne il T.A.S leggermente superiore al limite massimo (160 a fronte di un limite di 145).
Mi è stato prescritto allora un tampone faringeo, il cui esito è stato: Flora residente.

A Gennaio terza visita dall'otorino, che mi ha detto di stare tranquillo, che non ho ragione di preoccuparmi, consigliato per scrupolo di ripetere l'esame del T.A.S. tra qualche mese, e prescritto una cura specifica di due mesi per rafforzare le difese immunitarie dell'orofaringe (pidotimod).

Ad oggi però dopo aver seguito tutte le indicazioni ricevute, mi rimane il seguente quadro: la superficie della lingua, nella parte posteriore è un po' biancastra (l'otorino mi aveva detto di non dare peso a questo), e soprattutto sulla parte posteriore destra ho una sensazione di "carta vetrata", data dalla presenza di ciò che avverto come diffusi "brufoletti" (scusate il termine non tecnico). Si sentono bene toccandoli con un dito o quando porto la lingua contro il palato. In certi giorni, avverto nella zona una sensazione urente (non forte come a novembre).

Grazie mille a chiunque volesse darmi un suo parere.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Consiglio di ripetere il tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni e miceti e, inoltre, fare anche un tampone linguale per la stessa ricerca. Una volta in possesso dei risultati, vedremo il da farsi. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottor Brunori, ho seguito il suo suggerimento e ritirato oggi gli esiti:

- Esame colturale tampone orofaringeo: Negativo

- Esame microbiologico tampone linguale: Negativo

La situazione rimane più o meno invariata, con lingua biancastra sulla superficie della parte posteriore, in cui permangono anche un po' di "brufoletti" diffusi.

Suggerisce di provare con un qualche colluttorio, fare altri esami o farmi rivedere dall'otorino (ma sarebbe la quarta volta)?

La ringrazio molto per l'attenzione che vorrà prestarmi!

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Entrambi i tamponi sono risultati negativi; le visite specialistiche non hanno riscontrato alcuna patologia; le analisi ematocliniche sono buone e, pertanto, onestamente non vedo cosa altro possiamo fare, almeno a distanza, s'intende! Vogliamo prendere in considerazione una esofagite da reflusso od una allergia?
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Non so se sono sintomi correlabili, ma in effetti ultimamente sento un dolorino allo stomaco (sotto lo sterno e più in basso sulla parte sinistra), forse è meglio che prenoti una visita da un medico internista.
La ringrazio molto, Dr. Brunori.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La sintomatologia fà pensare ad una infiammazione del distretto gastro-esofageo. Ok per la visita internistica. Mi farà piacere ricevere notizie. Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori