Utente
Buongiorno,

innanzitutto un doveroso ringraziamento a tutti coloro che forniscono servizio presso questo Forum.

Ho 30 anni e da diverso tempo affronto problematiche inerenti al naso 'chiuso'. Dopo diverse visite specialistiche negli anni, ho scoperto quanto segue:
sono allergico ad acari e graminacee, e ho una deviazione al setto nasale. Inoltre, nonostante non mi sia stata mai diagnosticata, credo di essere affetto da asma (ad esempio si manifesta durante i momenti in cui rido molto).

Per diversi anni, sotto cura di specialisti, ho eseguito vari vaccini antiallergici e varie cure cortisoniche per alleviare la patologia del naso 'chiuso'.

La mia prima e unica Fibroscopia risale a una decina di anni fa. L'esito mostrava un semplice ispessimento dei turbinati, nulla da far pensare ad eventuali interventi.

Ad un certo punto della mia vita, stufo di tutte le cure ed ignaro di poter andare incontro ad eventuali peggioramenti, ho abbandonato tutte le cure limitandomi, di tanto in tanto, a qualche antistaminico, prescritto dal medico di famiglia.

Negli ultimi mesi la situazione è andata a degenerare. Avverto la sensazione di perdita dell'olfatto e ho problemi di tipo uditivo. Durante la notte mi è capitato di respirare unicamente con la bocca. Inoltre soffiando il naso con forza ho anche notato delle piccole perdite di sangue.

Questo è il quadro generale, veniamo al fattaccio!

Nel mese scorso,soffiando il naso, è fuoriuscita dalla narice destra una massa alquanto grossa. Spaventato, mi sono recato in ambulatorio e un'infermiera a cui ho mostrato la massa mi ha detto che si trattava di un coagulo di sangue, per cui sono rientrato a casa ripromettendomi di effettuare quanto prima una visita specialistica.

Ieri dopo ben 10 anni ho eseguito la mia seconda fibroscopia ed è risultato quanto segue:
"Entrambe le fosse nasali sono interessate da poliposi naso-sinusale, più abbondante a destra. Si consiglia TC massiccio facciale senza mdc e con proiezioni coronali".

Il medico, a mio parere molto preparato e professionale, mi ha parlato di intervento, nessun accenno ad eventuali cure farmacologiche :( .
Ho inoltre chiesto al medico chiarimenti in riferimento alla fuoriuscita della massa e non ha escluso che potesse trattarsi di un polipetto.
Mi chiedo: 'è possibile che eventuali polipetti si stacchino cosi facilmente dalla parete nasale'?

Non sono mai stato operato, per cui pensare ad un eventuale intervento mi spaventa.

Nell'attesa di effettuare la TC, ho fatto qualche ricerca.
Non sono un medico, ma per ciò che ho letto, mi aspetto di dovermi sicuramente sottoporre a FESS per la rimozione di eventuali polipi e probabilmente mi sarà proposto anche un intervento per la correzione del setto nasale.

A questo punto spero soltanto che dalla TC non giungano altre brutte sorprese, sono terrorizzato dall'idea che possano diagnosticarmi qualcosa di maligno.

Nella speranza che possiate fornirmi un parere in mertito a quanto sopra indicato.

Saluti.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Da quanto descrivi, credo proprio che la patologia cui sei affetto sia una pansinusite cronica con poliposi naso-sinusale. In effetti, in questi casi, bisogna intervenire con un intervento chirurgico di fess, ovvero di apertura e svuotamento dei seni paranasali interessati dal processo infiammatorio, per via endonasale, in endoscopia. Il materiale prelevato verrà analizzato per routine. Contestualmente verrà corretta la deviazione del setto nasale e verranno decongestionati i turbinati. E' possibile che cio' che hai visto soffiandoti il naso sia stato proprio un polipo, staccatosi dalla base di impianto. Giusta la tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto con proiezioni assiali e coronali. Dalla tac non si appura la malignità o meno delle formazioni, ma solo la presenza o meno di una sinusite ed eventuali formazioni polipoidi. Comunque, cerca di rimanere tranquillo: il tutto andrà per il meglio! Buon fine settimana
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta tempestiva.

Mi rifarò vivo appena avrò i risutati della TAC che dovrò effettuare.

Saluti

[#3] dopo  
Utente
Salve,

in data 4 Giugno 2011, come consigliatomi dopo aver eseguito la fibroscopia, ho eseguito la TC.

Il referto che mi è stato consegnato, specifica quanto segue:


Esame: TC SENI PARANASALI - ASSIALE E CORONALE

Referto: Indagine TC eseguita nelle sole condizioni di base, con scansioni assiali e coronali.
Si documenta quadro TC di poliposi massiva naso-etmoidale caratterizzata da tessuto flogistico di tipo polipoide che occupa completmente le cavità nasali e determina assottigliamento e parziale erosione delle sottili lamelle ossee etmoidali, dei turbinati medi e inferiori.
Si segnala sostanziale integrità della lamina papiracea, bilaterelmente.
Ispessimento mucoso polipoide, circonferenziale, del seno mascellare di sinistra.
Il tessuto flogistico si estende ai seni frontali.
Ipoplasia del seno frontale sinistro.


Immagino di dover eseguire l'intervento chirurgico di FESS, ma per problemi personali spero di poterlo rimandare a settembre-ottobre e di tamponare nel frattempo i fastidi da 'naso chiuso' con una cura temporanea.

A giorni avrò la visita dal medico che mi ha seguito sino ad ora.

Potete cortesemente fornirmi un'opinione in mertito a quanto sovrariportato specificando maggiori chiarimenti?

Potete inoltre consigliami dei centri ospedalieri di Milano specializzati in questo tipo d'intervento?

Ringraziandovi in anticipo, Cordiali Saluti.

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Anche la tac cui ti sei sottoposto evidenzia un processo infiammatorio cronico di diversi seni paranasali e formazioni di aspetto polipoide. L'unica terapia è quella chirurgica: apertura e svuotamento dei seni paranasli per via endonasale, in endoscopia. L'intervento viene condotto in anestesia generale. Ora, cio' che devi fare, è cercare uno Specialista che abbia una buon casistica operatoria per questo tipo di intervento.Puoi sentire a riguardo lo Specialista che ti segue.
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta tempestiva.

Date le mie condizioni cliniche, crede che io possa aspettare ancora qualche mese prima di sottopormi ad intervento chirurgico?

Le dico inoltre la verità... non è che sia molto entusiasta della mia situazione.

Per prima cosa, come già ripetuto nei messaggi precedenti, ho davvero paura di essere operato.
Ho però letto in giro che si tratta di un'intervento poco doloroso seppur molto delicato. Non voglio pensare alle controindicazioni (durante l'operazione e post-operatorie) che solo a leggerle mi è venuta l'ansia. La cosa che però più mi preoccupa è l'idea dei tamponi. Ma sono proprio necessari? Ho letto che nei casi in cui se ne può fare a meno. E' possibile?

Seconda cosa, ho la convinzione che dopo l'intervento i polipi torneranno (mi riferisco alla recidiva) date le mie pessime condizioni :( .

Appena possibile andrò a fare la visita sperando che il medico sappia indicarmi un buon centro in cui trovare Specialisti che abbiano una buon casistica operatoria.

Grazie ancora.

Saluti

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Prima ti sottoponi all'intervento, prima ci sono possiblità di guarigione e di evitare complicanze.Ti devi fare coraggio: non abbiamo altra scelta, purtroppo! Il tamponamento nasale post-operatorio è assolutamente necessario e diffida di quelle persone che dicono il contrario o spacciano la durata brevissima della permanenza dei tamponi. Generalmente, se viene effettuto correttamente l'intervento e ci si sottopone a delle cure preventive, eventuali recidive si possono avere dopo una decina di anni. In bocca al lupo!
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.

Crepi il lupo.

Saluti.