Utente
Salve,
sono una ragazza di 30 anni con un passato tormentato riguardo le mie orecchie e naso.(non so se voi Dottori potete leggere gli altri consulti da me richiesti... in modo da non dover riscrivere la mia storia).
Ora ad agosto ho avuto una fortissima otite ma essendo praticamente abituata a sentire un leggero dolore non c'ho dato troppo peso aspettando che passasse!
Così è stato e dopo qualche giorno non avevo più quel fortissimo dolore ma ho iniziato ad avere qualche fastidio di ovattamento all'orecchio sx!
Ora mi ritrovo con un dolore pulsante persistente all'orecchio, se abbasso la testa sento come del liquido si spostasse all'interno e l'orecchio si tappa, se rialzo la testa l'orecchio si stappa!
Sto mettendo Localyn oto da una settimana ma non sento miglioramenti se non di lievissima entità!
Potete darmi qualche consiglio in merito?
grazie e cordiali saluti

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Le sole gocce auricolari credo non siano sufficienti per la guarigione. Dobbiamo prima fare una diagnosi, probabilmente una otite media catarrale. Forse, occorre una terapia mucolitica ed antibiotica, ma cio' puo' essere fatta solo dopo una visita. Consiglio anche una tac dell'orecchio medio senza mezzo di contrasto, oltre una rinoscopia a fibre ottiche. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente dottore della sua attenzione e delle sue risposte sempre immediate!
Finalmente sono riuscita oggi a contattare lo specialista che mi ha sempre seguito e domani fisserà un'appuntamento per un nuovo controllo!
La terró aggiornato se le fa piacere
Grazie infinite
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo che mi farà piacere. Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottore volevo chiederle un'altra cosa: é reale che un setto nasale deviato puó influire sulle otiti ricorrenti?
Grazie infinite
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certamente. Una deviazione del setto nasale comporta una minore ventilazione della tuba d'Eustachio con relativa raccolta di catarro nell'orecchio medio. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#6]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la sua storia è molto lunga, e nonostante vari interventi e i consulti con gli specialisti, sia nel sito che nella sua città, i suoi problemi di otite semprano non recedere.
Sarebbe forse il caso di considerare, se non é già stato fatto, l'ipotesi che possa esserci un conflitto con le Articolazioni Temporo Mandibolari e le orecchie.

Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Eventualmente mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri.

Otite ricorrente: colpa dei denti?
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-dei-denti.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-il-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-al-russare-e-all-apnea.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1484-alitosi.html
.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#7] dopo  
Utente
Gentilissimi Dottori vi ringrazio infinitamente delle vostra risposte!
Per quanto riguarda il setto nasale, lo specialista che mi ha operata per colesteatoma mi aveva infatti consigliato anche l'intervento per il setto nasale, ma io sono molto timorosa di questo intervento!
Certo... se sapessi che la soluzione al mio problema fosse sicuramente questo intervento probabilmente lo farei!
Per il Dott. Bernkopf: non ero al corrente di questo possibile conflitto denti-otite.
Ora leggerò gli articoli da lei linkati cercando se ci possano essere delle somiglianze al mio disturbo.
Vi ringrazio ancora infinitamente
Cordiali saluti

[#8] dopo  
Utente
Un'ultima cosa per il Dott. Brunori:
spesso e volentieri anche se non ho fastidi alle orecchie ma sopratutto in questi episodi la voce mi diventa subito nasale come se avessi il raffreddore ma in realtà non ho nè raffeddore, nè naso chiuso!
Può essere anche questo collegato alla deviazione del setto?
Se così fosse: perchè sembra di avere il raffreddore quando in realtà non ce l'ho neanche in minima parte?
Il fastidio può durare solamente qualche ora oppure parte della giornata oppure un giorno intero.
Grazie e saluti

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Consiglio vivamente l'intervento di correzione funzionale della deviazione del setto nasale, condividendo in pieno il parere dello Specialista che a suo tempo è intervenuto sull'orecchio. E' giovane e deve pensare alla sua salute ed al suo futuro: Comprendo benissimo la paura per l'intervento ma, purtroppo, si deve fare coraggio per il suo bene. Mi ascolti! Certo, la voce nasale dipende sempre dall'ostruzione provocata dalla deviazione. Le auguro un buon fine settimana
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
Ringraziandola infinitamente Dottore cercheró di convincermi a fare anche questo intervento sperando di non ritrovarmi sempre al punto di partenza!
Saluti e buona serata

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Le auguro vivamente di poter risolvere questo problema che, pur non essendo grave, è sicuramente fastidioso. Mi farà sempre piacere ricevere sue notizie in merito. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#12] dopo  
Utente
La terrò sicuramente aggiornata!
Buona giornata
Saluti

[#13]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, "Certo... se sapessi che la soluzione al mio problema fosse sicuramente questo intervento probabilmente lo farei!"
Ovviamente in medicina una certezza di risultato non può essere assicurata, ma sarebbe importante che al Collega che ha potuto trattarla nel tempo e
visitarla adesso lei chiedesse quale prospettiva di risultato può , pur a grandi linee, ipotizzare, non sul "raddrizzamento del setto" che in buone mani é scontato, ma sulla problematica delle sue orecchie.
Mi ha incuriosito scorrendo la sua lunga storia il dolore che le comportavano le protesi acustiche: é stato risolto questo problema?
"...ma essendo praticamente abituata a sentire un leggero dolore..": come viene interpretato dal Curante questa otalgia cronica?
La ringrazio, cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#14] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottore,
Non ho chiesto al mio curante riguardo l'otalgia cronica essendomi "accontentata" di non avere piü il forte dolore alla presenza del colesteatoma!
Mi sono autoconvinta di dover convivere con questo fastidio ma probabilmente ora che lei mi ha fatto notare questa particolarità andrò piú a fondo!
Riguardo le protesi acustiche abbiamo risolto il problema tenendo le chiocciole che si usano in prova in quanto tutte le altre chiocciole anche il silicone piü morbido non riesco a tollerarlo, dopo un pò si arrossa tutto l'orecchio, si spella e mi duole come se avessi una vescica!
La ringrazio della sua attenzione
Cordiali saluti

[#15] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Vorrei chiederle alcune delucidazioni in merito gli articoli da lei linkati,
un ceckup presso il suo studio e costi!
Posso farlo in questa sede o la contatto tramite il suo studio a vi?
Grazie molte
Cordiali saluti

[#16]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Scusi, ma per le protesi é stata fatta l'impronta del meato acustico esterno?
e se si , é stata fatta a bocca aperta o a bocca chiusa, oppure senza indicazioni al riguardo?
L'ipotesi che nel suo caso varrebbe forse la pena di appurare é che ci possa essere un conflitto fra i condili mandibolari e le sue orecchie, il che spesso fa funzionare male la tuba : l'ovattamento potrebbe esserne il sintomo.
La stenosi tubarica è spesso alla base anche dell'insorgenza di un colesteatoma, ma la rimozione di quest'ultimo (beninteso comunque necessaria) non è sempre sufficiente a ripristinare la funzionalità tubarica, per cui il troblema rimane almeno parzialmente irrisolto. Inoltre l'introduzione delle protesi acustiche, può anch'essa risultare fastidiosa o dolorosa, proprio perché il condilo batte dall'interno anche contro il meato acustico esterno (se si infila i mignoli con i polpastrelli verso l'avantri e apre e chiude bene la bocca se ne può rendere conto), e può generare dei decubiti in corrispondenza delle protesi , che potrebbero essere le "vesciche" da lei riferite.
Può darsi che la "colpa" di tutto sia del setto deviato, ma la verifica della situazione condilo-orecchio potrebbe riservare piacevoli sorprese.
Cordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#17] dopo  
Utente
é stata presa l'impronta sia a bocca aperta che chiusa, fatto tutto appositamente ma dopo mesi di prove e sofferenze non c'è stato verso!
Io porto anche drenaggi transtimpanici permanenti per otosalpingite cronica!
Non so se anche questo possa essere parte di quello che lei menziona dato che mi scrive di stenosi tubarica...

[#18]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, premetto che la protesi acustica non é un mio argomento. Qualche tempo fa, però, dopo una mia relazione in un congresso di ORL un audioprotesista mi si avvicinò per ringraziarmi , perché dalla mia relazione aveva capito un possibile motivo di qualche suo insuccesso. In pratica anche lui prendeva entrambe le impronte, e poi realizzava la protesi facendo la media fra le due. Io gli confermai che quella prassi, non so se abituale, era potenzialmente dannosa, perché é a bocca chiusa che il condilo può "spingere" all'indietro la parete del meato acustico, per cui é questa "misura" che la protesi deve rispettare. Se invade invece tutto (o anche parzialmente , facendo la media) lo spazio disponibile a bocca aperta, quando la bocca si chiude é logico che il condilo possa interferire con la protesi, come con il suo mignolo.
Si tratta comunque di un problema che va visto considerando il tipo di occlusione ( o di malocclusione) che il paziente presenta: ad esempio, quanto più la mandibola é retrusa (cioè posizionata all'indietro, con i denti superiori più sporgenti), tanto più il rischio é presente.
Comunque via rete non si può dire di più: certo che , nel suo caso, sono molti gli elementi di curiosità.
cordiali saluti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#19] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
l'audioprotesista che mi segue secondo me ha lavorato molto bene in quanto per fare le chiocciole non ha fatto la media di nessuna impronta ma ha agito così:
ha preso l'impronta di entrambe i meati acustici in quando essendo orecchie operate il dx è enorme dopo l'intervento, il sx invece è molto più piccolo.
Ha fatto le due chiocciole pari pari alle impronte che aveva preso ed ha aggiunto anche una adeguata ventilazione delle stesse per permettere all'orecchio di respirare il meglio possibile anche in presenza delle chiocciole!Tra l'altro abbiamo preso le impronte sia a bocca chiusa che a bocca aperta ma il problema non si è risolto.
A più riprese abbiamo anche cercato di "limarle" dove più mi davano fastidio ma arrivavamo ad un punto che troppo limate le chiocciole uscivano e non rimanevano più in sede!
Abbiamo provato a rifarle in tutti i materiali possibili, fino ad arrivare alle più morbide(che tra l'altro con il mio problema non erano indicate perchè non permettevano più una ventilazione controllata),ma non abbiamo trovato soluzione!
Certo... con quelle chiocciole i suoni sono molto più perfetti e "udibili", ma veramente non riesco a portarle!
La soluzione unica è stata quella di utilizzare quelle chioccioline che si usano in prova in modo che non mi diano fastidio! Abbiamo alzato un pò di più il volume degli apparecchi e questo credo sia il modo migliore per riuscire a portare le protesi!
La ringrazio infinitamente della sua attenzione e se avesse altri suggerimenti e consigli da darmi in merito.... ben venga!
Cordiali saluti e buona serata

[#20]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
In pratica, in un caso come il suo , le protesi devono rispettare la forma che assume il meato acustico a bocca chiusa.
Rimane comunque il problema della funzionalità tubarica , che forse viene anch'essa disturbata dal conflitto con il condilo.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#21] dopo  
Utente
Riguardo la protesi... é proprio quello che è stato fatto!
Cordiali saluti

[#22] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottor Brunori,
Sono di nuovo qui con la mia otite!
Ho avuto un forte raffreddore con febbre e conseguente orecchio sx conpletamente tappato! Se abbasso la testa sento come del liquido si spostasse e si stappa leggermente per poi ritapparsi!sto facendo aerosol con fluimucil antibiotico ma sono appena alla seconda seduta!
Quello che mi preoccupa di più é un'altra cosa: tutto il catarro non mi esce dal naso ma si ferma nell'orecchio e continuo a deglutirne tantissimo!
Stasera ho dovuto sputarne(e mi scuso per la schiettezza) perché mi dava veramente fastidio, con il risultato che é uscito del sangue vivo! Mi era già successo qualche giorno fa ma non avevo dato importanza, ora mi preoccupa!
Inoltre un mese fa di punto in bianco mi é uscito tantissimo sangue dal naso e poi é uscita una formazione enorme(credo sangue coaugulato) ma vermente ENORME!
Aspetto i suoi preziosi consigli
Grazie infinite e saluti

[#23]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Purtroppo, per lo stato attuale, non possiamo fare altro che iniziare una cura a base di un mucolitico per via orale, un antistaminico, un cortisonico e delle gocce nasali rinobalsamiche il tutto per una ventina di giorni. Poi, inizierei una terapia con una sorta di vaccino anticatarrale (lisato batterico). L'nfiammazione delle mucose nasali comporta la fuoriuscita del sangue. Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#24] dopo  
Utente
Grazie infinite Dottore,
allora dovrò recarmi dal medico per farmi prescrivere i farmaci.
Grazie ancora e cordiali saluti
buona giornata

[#25]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi farà piacere ricevere sue notizie dopo la cura. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#26] dopo  
Utente
Le chiedo gentilmente un'ultima cosa: possono essere validi anche i vaccini anticatarrali omeopatici??

infiniti saluti e grazie

[#27]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Onestamente, non ho mai avuto occasione di utilizzarli e, quindi, di averne avuto riscontri. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#28] dopo  
Utente
grazie infinite Dottore!
Intanto proseguo con l'aerolos che ho a casa, venerdì prossimo ho appuntamento con il mio medico di famiglia e poi la aggiorno sulla situazione!
saluti cordiali

[#29] dopo  
Utente
Salve Dottore,
Sono stata dallo specialista che mi segue e la aggiorno sulla situazione:
Quello che mi si ferma dentro l'orecchio non é catarro ma un liquido che simile alla colla mi riempie l'orecchio in quanto mi si é tolto il drenaggio transtimpanico che ho per otosalpinginite cronica e quindi non funzionando più bene la tuba di eustachio si forma una depressione all'interno dell'orecchio e questo liquido!
Spero di essermi spieGata bene come lo ha fatto lo specialista e comunque come mi consiglia lei, anche il mio medico mi consiglia intervento di settoplastica e turbinoplastica per risolvere molti dei miei problemi di naso e orecchie!
La ringrazio sempre per la sua attenzione
Cordiali saluti
Buona serata

[#30]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
A questo punto, si deve fare coraggio e decidersi per l'intervento chirurgico. Vedrà, ne trarrà sicuramente giovamento! Un sincero un in bocca al lupo!
Dr. Raffaello Brunori

[#31]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, una curiosità: secondo i Curanti l'intervento di setto e turbinati farà rifunzionare la tuba?
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#32] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
credo che la settoplastica miri al buon funzionamento del naso ma non ristabilisce il funzionamento della tuba.
La mia tuba funziona solo in presenza del drenaggio quindi con la settoplastica non c'entra ma sicuramente ripristinando una buona funzionalità nasale ci sarà una grossa diminuzione dell'infiammazione che ad ogni raffreddore mi prende anche la tuba e quindi un miglioramento dei sintomi da me descritti.
Non sono però un'ottorino, quindi se qualche medico legge questamia risposta vi prego di correggermi o rispondere più specificatamente alla domanda del Dott.Bernkopf.
Grazie
Cordiali saluti