Utente
Buongiorno
Circa 10 anni fa ho sofferto per diversi mesi di una "malattia" per la quale nessun medico consultato ha saputo darmi una spiegazione, i sintomi erano brividi, fastidio alla gola e alla base del collo, senso di stanchezza, dopo diversi consulti mi sono rivolto ad un Primario che mi ha sottoposto ad una riduzione dei turbinati, inoltre mi sono state somministrate 9 punture di penicillina con le quali sono guarito. A distanza di 10 anni purtroppo si ripresentano gli stessi sintomi, nel mese di ottobre ho iniziato ad avvertire fastidio alla gola con qualche linea di febbre, dopo una settimana la cosa non migliorava sono andato dal medico di base che mi ha prescritto 5 giorni di antibiotici, dopo circa una settimana il problema sembrava risolto ma a distanzi di due giorni febbre a 39 dolori alla schiena un forte raffreddore, tosse e uno strano mal di gola che passa dalla base del collo a sotto il mento con gonfiore delle ghiandole, consulto allora uno specialista il quale sostiene che gli antibiotici assunti non sono stati sufficenti, mi prescrive delle gocce per il naso e altri antibiotici (chinoplus 600) per 10 giorni. Seguo le indicazioni prendendo gli antibiotici per 10 giorni, il mal di gola è quasi scomparso, tempo 2-3 giorni tornano i brividi, la stanchezza e questo leggero mal di gola "anomalo" un giorno alla base del collo l'altro sotto il mento, l'altro ancora ai lati sempre accompagnato dal gonfiore delle ghiandole nella zona interessata. Il medico ha notato anche un leggero ingrossamento della tiroide e giovedi devo fare l'ecografia, nel frattempo Vi confido che sono abbastanza demoralizzato perchè nessuno sa dirmi di cosa si tratta e l'ultima volta ho dovuto sopportare questi sintomi per mesi e mesi. Potrebbe essere legato alla tiroide? Potrebbe essere uno strascico della mononucleosi avuta anni fa?
Ringrazio in anticipo

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Quanti antibiotici! Cerchiamo di fare il punto. Per quanto riguarda la tiroide, giusta la prescrizione di una ecografia non solo della ghiandola, ma anche del collo, visto la presenza dei linfonodi. Utile, poi, un esame per lo studio degli ormoni tiroidei: FT3,FT4, TSH. Per la gola, invece, utilissimo un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni e delle analisi di laboratorio: emocromo con formula, tas, ves, pcr, mucoproteine, azotemia, glicemia, elettroliti, es. urine. Una volta in possesso dei relativi risultati, cerchero' di esserle di aiuto. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Dr. Brunori la ringrazio per la sua risposta, non manchero' di aggiornarla appena avuti i risultati.

[#3] dopo  
Utente
Il giorno 15/112012 mi sono sottoposto all'esame diagnostico ecografico capo e collo il referto riporta questo;
Immagine ghiandolare regolare nella norma morfovolumetria ed ecostruttura.

Nel frattempo i brividi sono quasi scomparsi rimane il mal di gola nella parte bassa sinistra del collo, proseguo con le analisi consigliate.

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dall'esame ecografico, non risulta alcuna anomalia della ghiandola tiroidea. Ora dobbiamo solo aspettare i risultati degli esami emato-chimici. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
Ho ritirato oggi i risultati delle analisi che mi aveva consigliato e mi sono recato dal medico di base, tutto normale a parte i Linfociti, con un valore leggermente alto che riporto

ESITO 45,9
VALORE DI RIFERIMENTO da 29,0 a 40,0

Tampone negativo per comuni germi patogeni e miceti.
Quindi esclusa la tiroide , esclusi eventuali infezioni o germi patogeni e dato il fatto che il problema si è presentato come la volta scorsa in concomitanza a problemi di respirazioni (la volta scorsa mi sono sottoposto ad una riduzione dei turbinati) il medico mi ha consigliato un'ulteriore visita specialistica indicando una sospetta faringite cronica, si pensa che il problema sia dovuto al fatto che di notte dormo a bocca aperta per via del naso chiuso, quando mi sveglio al mattino infatti il naso è completamente chiuso inoltre mi sveglio almeno 2-3 volte per notte con la gola secca, lo specialista mi aveva detto che i turbinati sono a posto ma secondo me durante la notte ostruiscono le vie nasali.

Cordiali saluti

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
A questo punto, si sottoponga ad una rinomanometria con test di decongestione dei turbinati per una valutazione della sua effettiva respirazione nasale.
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Raffaello Brunori, mi scusi se riprendo la questione soltanto oggi ma volevo farle conoscere come ho "risolto" il problema. Forse può sembrare assurdo ma ho iniziato a dormire utilizzando una fascia per capelli messa in verticale in modo da avere una leggera pressione che mi tenga la bocca chiusa mentre dormo, non mi sono più svegliato con la gola riarsa e secca, non ho più avuto quel fastidio alla gola. Non so se la soluzione possa avere altri effetti collaterali ma fino ad ora ha funzionato benissimo.
Saluti

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non penso che possa continuare a dormire con la fascia: non è naturale! Dobbiamo per forza capire cosa la costringe a dormire con la bocca aperta
Dr. Raffaello Brunori