Utente
Salve è da un mese che non ho voce tutto inizia a fine novembre quando una mattina appena sveglia sento un dolore intensissimo alla gola come una striscia orrizzontale difficoltà a deglutire e mi sentivo soffocare ho subito cercato di ingoiare piu volte di schiarirmi la gola di tossire poi ho cercato di bere e fatto un po di gargarismi con acqua fresca dopo 5 minuti è passato tutto a parte un po di secchezza ma bevendo spariva da li il raffreddore passato senza prendere niente ma ho cominciato ad avere tosse secca intensa e perdita di voce quasi totale il medico mi da un antibiotico(amplital 1gr)2 al giorno e 15 clenil aerosol da fare 2 volte al di la voce verso fine terapia è un po migliorata almeno posso parlare ma giorno per giorno ricomincia a calare ed ad essere dinuovo inesistente mi ridà un altro antibiotico(isocef 400) 1 al giorno anche questo pochi risultati all inizio poi la voce sparisce dinuovo vado dall otorino mi guarda la gola con uno specchietto dice che ho le corde vocali come due "salsicciotti" diagnosi:sospetta laringite acuta batterica iperemia delle corde vocali e dell ipofaringe.terapia:deflan 6mg mattina e sera per 5 giorni e poi scalare ,pantoprazolo 40 1 al mattino per 10 giorni.a parte il secondo e il terzo giorno di terapia che un pochino di voce sempre bassa e rauca mi era tornata sono addirittura peggiorata tanto che ho telefonato all otorino e mi ha detto di finire la cura ma la voce non è piu tornata.premetto che da una decina di anni un anno si e uno no mi va via la voce e tosse secca ma con l antibiotico passava subito però ho notato che negli ultimi anni era sempre piu difficile curarla ma al massimo antibiotico e aerosol e lavaggi nasali acqua di sirmione ora avevo fatto test per allergia ma a parte un po alla parietaria era tutto negativo sinceramente comincio ad agitarmi un pochino non vedendo nessun tipo di miglioramento neanche col cortisone e quando cerco di sforzarmi a dire 3 parole mi stanco e mi fa male infondo i lati della gola se puo essere utile ho fatto 1 mese e mezzo fa gli esami del sangue tutti ok e una tac alla testa per cefalea e da li ho saputo di avere una "sinusopatia mascellare bil.efenoidale"puo in qualche modo centrare ?dopo il cortisone cosa posso fare? lei in base a quanto riferito che idea si è fatto e cosa mi consiglia? sa con tutte le brutte malattie che ci sono mi viene paura .mi scuso per il dilungamento e la ringrazio molto

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
A questo punto, non essendo sufficiente la laringoscopia indtretta cui si è già sottoposta, in quanto esame obsoleto, le consiglio di sottoporsi ad una laringoscopia a fibre ottiche. E' possibile che la causa sia una esofagite da reflusso, ma dobbiamo escludere formazioni nodulari o di aspetto polipoide. Una volta in possesso della risposta dell'esame, cerchero' di eserle di aiuto. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
grazie sicuramente farò cosi ma intanto che prenoto la visita tramite asl ce ne passa (non ho la possibilità di andare privatamente) cosa mi consiglia per far tornare la voce e per non peggiorare la situazione ? secondo lei 5 giorni di cortisone e poi 3 giorni a scalare non sono un po pochetti?e se continuassi ancora per qualche giorno?volevo chiederle ancora una cosa che ho tralasciato ed è che sono sempre zuppa di sudore da quando è iniziato tutto anche quando sono fuori casa ed è inverno!!!secondo lei questo eccessivo sudore( quasi come fossi uscita dalla doccia) è riconducibile al problema di gola? grazie

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, la terapia andrebbe fatta per almeno dieci giorni. Una eccessiva sudorazione puo' essere responsabile della sintomatologia. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori