Utente
Buonasera, sono una ragazza di 26 anni e verso fine novembre finalmente mi hanno asportato le tonsille che a detta dei medici si stavano "ritraendo", ed erano ormai cronicamente infette... dopo un mese ho avuto una faringite ( penso per colpa mia in quanto potevo evitare vari sbalzi di temperatura e di riprendere a fumare) i cui strascichi si sono protratti per quasi un altro mese, a metà febbraio mi sono presa come tanti l'influenza e un po' di bronchite, e da due giorni sono nuovamente ammalata, la febbre non è salita oltre i 38 il primo giorno ed è anche scesa da sola, ma la cosa fastidiosa e mai capitata se non nel post intervento è il mal di gola con l'ugola leggermente gonfia. Da gennaio ad oggi ho fumato due sigarette due volte, di cui l' ultima è stata più di due settimane fa, sono stata fumatrice per tre anni e ho sempre sofferto a causa delle tonsille. Dunque... immagino di essere con le difese immunitarie piuttosto basse visto che anche prima dell'intervento per vari motivi avevo già fatto due cicli antibiotici, però ho un dubbio e spero di sbagliarmi: quando sono cadute le croste con una pila avevo notato che "dall'attaccatura della lingua in giù", e in particolare da una parte, ho delle "escrescenze", delle piccole palline come possono essere quelle di una mora diciamo... sulle quali ci sono dei puntini bianchi, e adesso che c'è l'infiammazione ho riguardato e si nota meglio, questa volta poi il dolore è partito soprattutto da quella parte, potrebbero essere dei residui di tonsilla da rioperare o qualcosa del genere...? Le mie tonsille erano così... Può succedere questo? Cioè la tonsillectomia, per quanto eseguita da un bravo chirurgo, può presupporre questi rischi? Devo prendere l'appuntamento con chi mi ha operato visto che non avevo potuto fare la seconda visita di controllo e spero mi possa dare delle spiegazioni oneste, nell'attesa spero che mi possiate dare la vostra opinione per quanto manchi il controllo diretto... Vi ringrazio anticipatamente e anche per il servizio che offrite che mi è stato molto d'aiuto sia prima che dopo l'intervento.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, è possibile che cio' che vede sia un residuo tonsillare, ma spero proprio di no per Lei!. Non voglio credere che il Chirurgo non sia riuscito a togliere in toto il tessuto tonsillare. Probabilmente, cio' che riferisce consiste nelle tonsille linguali. Comunque, solo con un esame clinico si potrà appurare cio'. Sicuramente, si dovrà intervenire con degli immunostimolanti e lisati batterici per rinforzare il sistema immunitario e per evitare le recidive. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la tempestiva risposta! Spero che se anche dovessero essere le tonsille linguali non mi diano problemi pure queste... Sto prendendo una bustina di Oki due volte al giorno da giovedì, ho al limite 37 come temperatura e il mal di gola è passato quasi del tutto. Per quanto tempo dovrei ancora assumerlo? Sono sparite anche quelle "placche" bianche che vedevo, mi auguro di non dover ricorrere ad antibiotici per placche alle tonsille linguali come accadeva per le altre... Per quanto riguarda i lisati batterici in passato ho assunto il Broncho vaxom, come immunostimolanti penso mai nulla, chiedevo sempre al medico di famiglia ma non sapeva dirmi molto... Lei potrebbe darmi qualche consiglio?
Grazie ancora...

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'antinfiammatorio deve essere assunto per almeno cinque giorni. Ottimo il lisato batterico menzionato. Circa l'immumostimolante, puo' assumerlo uno a base di pidotimod. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori