Polipo alla corda vocale e settoplastica

Gentili dottori,buonasera.
Da circa due mesi soffro di un fastidio al collo sulla parte destra,caratterizzato da disfagia e dispnea.Ho effettuato ecografia della tiroide e del collo in toto,risultata negativa.Oggi ho quindi effettuato,dopo consiglio dell'ecografista,una visita dall'otorinolaringoiatra con laringoscopia.La diagnosi è stata la seguente:
Severa deviazione del setto nasale; Minuta neoformazione polipoide del III medio-anteriore della corda vocale veda DX. Si consigliano:settoplastica (+ ML?); laringoscopia di controllo fra 3 mesi salvo peggioramento della voce perdurante oltre 10-15 giorni.
Il dottore mi ha spiegato che il polipo è piccolissimo,e che non è tanto quello ad essere urgente da curare quanto la deviazione del setto nasale,che mi porta la notte a respirare sempre con la bocca aperta. Aggiungo che lavoro in una piscina tutti i giorni per circa 7 ore,il che mi porta a respirare continuamente non solo un'aria caldo umida ma anche tutto ciò che evapora dall'acqua clorata,senza aggiungere il continuo sforzo della voce per le ore citate.
Il medico mi consiglia quindi come urgente la settoplastica,riservandosi la possibilità di operare contemporaneamente il piccolo polipo sulla corda vocale,usando per l'anestesia un tubo più piccolo del solito (almeno questo ho capito).
Ora vi chiedo: la formazione del polipo è imputabile più allo sforzo continuo a cui sono sottoposte le corde vocali e all'aria respirata nell'ambiente di lavoro, o al fatto che respirando spesso a bocca aperta l'aria non filtrata irrita continuamente le vie respiratorie nonchè le corde vocali? Secondo voi la settoplastica ed il controllo del polipo fra 3 mesi sono giusti come consigli?Ed il continuo fastidio al collo di cui soffro,la difficoltà a volte di deglutire cibi solidi ed il senso di nodo alla gola con difficoltà a respirare,è direttamente imputabile alla presenza del piccolo polipo sulla corda vocale?Vi ringrazio per l'attenzione,cordiali saluti!
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32k 1,1k
Gentile Utente, le patologie riscontratele sono ben distinte e, di conseguenza, devono essere valutate separatamente e con ordine di priorità-. Per quanto riguarda le neoformazione della corda vocale vera, questa si è formata probabilmente per l'abuso della sua voce, per motivi professionali. Quasi certamente si tratta di un nodulo o di un polipo ma è bene intervenire, in tempi relativamente rapidi ,alla sua asportazione con un intervento di microlaringoscopia. L'intervento al setto nasale puo' essere fatto successivamente, magari dopo circa un anno . Il mio consiglio, quindi, è quello di farsi rivedere fra circa un mese da uno Specialista e decidere sull'asportazione della neoformazione. Cordiali saluti

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Caro Dottore,la ringrazio intanto per la risposta ricevuta.Effettivamente è mia intenzione rivalutare fra breve la situazione ed inquadrarla meglio per intervenire nel miglior modo. Però le chiedo:il continuo fastidio al collo (verso dx)di cui soffro,la difficoltà a volte di deglutire cibi solidi ed il senso di nodo alla gola con difficoltà a respirare,è direttamente imputabile alla presenza del piccolo polipo sulla corda vocale? Cordiali saluti!
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32k 1,1k
La sintomatologia da lei descritta potrebbe essere causata dalla neoformazione, ma non si puo' escludere anche una esofagite od un fattore nervoso. Tutto cio' deve essere valutato dallo Specialista cui si è rivolto. Cordiali saluti

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test