Utente
Buongiorno,scrivo a voi per avere un parere perchè non so più come uscirne.
Ad ottobre primo raffreddore piuttosto forte (soffro moltissimo di raffreddori forti) mi rimane catarro denso per un mese, decido di fare areosol con acqua di sirmione che in passato mi aveva aiutato.Contestualmente sempre a seguito di una giornata passata al freddo comincia maldigola (nella parte bassa della gola)e febbre.Pochi giorni dopo avendo un'esibizione di canto,riesco a farla lo stesso ma mentre canto comincio a sentire un forte bruciore al petto e costrizione come se non passasse l'aria.Il giorno dopo quindi mi rivolgo al mio medico che mi riscontra i bronchi pieni di catarro e mi prescrive fluifort e azitromicina.Al termine della cura il catarro è diminuto ma permane la tosse e l'oppressione al petto in particolare durante uno sforzo fisico o con respiri più profondi.Mi vengono quindi prescritti 10 giorni di aerosol con clenil e un rx al torace(negativa).Al 7 giorno comincio ad accusare nausea che mi dura circa 3 giorni e nel frattempo mi rivolgo ad un otorino perchè i sintomi ci sono ancora tutti a distanza di un mese.Con fibroscopia mi dice che ho le mucose rovinate e che si tratta di una forma virale mal curata. Mi prescrive riposo,spray propoli con alcool,fumenti con sedocalcio e lisozima antivirale.Dopo 20 giorni la situazione rimane quasi invariata(mal di gola costante,febbre e malessere generale), migliora il senso di oppressione al petto, e la tosse. A distanza di due mesi comincio però ad avere problemi di stomaco, con nausea e bruciore limitato allo stomaco.Faccio una cura di un mese con esopral20 la mattina e gviscon normale dopo i pasti e advance prima di andare a letto.Inizio a mangiare quasi completamente in bianco. Diminuisce notevolmente il bruciore allo stomaco ma continua il dolore alla gola, il quale sembra lievemente diminuito d'intensità rispetto a due mesi prima ma ora diventa continuo 24h/24h mentre il primo mese e mezzo l'avevo solo di giorno.Interrompo la cura per fare una gastroscopia dalla quale risulta una lieve gastrite e saltuario reflusso che però avevo già anche nella gastroscopia di 5 anni prima e non mi aveva mai causato problemi infatti non mi era stata prescritta nessuna cura. Da un ulteriore visita otorinolaringoiatrica (no fibroscopia) mi viene detto che ho le mucose molto secche e una lieve iperemia interaritenoidea. Non mi conferma il reflusso ma non lo esclude,in alternativa mi parla di virus atipici?, da rivedere con fibroscopia dopo ulteriore terapia per reflusso che dovrò riniziare a breve.A distanza di 3 mesi e mezzo,che per me sono diventati veramente pesanti,mi trascino una stanchezza cronica e un malessere generale,maldigola 24h/24h insopportabile e limitante, non ho sintomi tipici da reflusso ma nel dubbio sono due mesi che mangio in bianco e continuo ad assumere antiacidi ma non ho notato alcun miglioramento. Può essere veramente reflusso nonostante tutti questi accorgimenti?? scatenato da un malanno invernale?

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Deve comprendere che, a distanza, è molto difficile dare un parere in un caso come il suo. Comunque, provero' ad aiutarla. Vorrei sapere, innanzitutto se, con la gastroscopia, hanno fatto la ricerca dell'Helicobacter phylori.
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per l'interessamento! si è stata fatta la ricerca tramite test immediato ed è risultata negativa. Esistono falsi negativi?
Aggiungo inoltre alcuni dettagli che non potuto scrivere prima.
A marzo ho avuto un episodio similare, a seguito di una giornata in cui ho preso freddo ho cominciato ad accusare maldigola (diciamo all'altezza delle tonsille) e qualche linea di febbre, ho preso brufen per qualche giorno e sembra essere passato, ma poi si sono ripresentati entrambi. Il medico mi ha prescritto oki per 5 giorni ma al 4 giorno l'ho interrotto perchè mi causava bruciori di stomaco, sparito dopo qualche giorno.Feci tampone faringeo ed esami del sangue (epstainbarr e citomegalovirus) negativi. Con l'arrivo delle alte temperature, quindi dopo due mesi, mi è passato tutto e sono stata bene per tutta l'estate fino appunto al primo raffreddore!
Ho fatto anche una visita pneumologica con spirometria nella norma ma il medico ha rilevato una difficolta nel mantenere l'aria espiata (infatti io già lamentavo questo sintomo) quindi mi ha prescritto un test di broncoprovocazione con metacolina per sospetta ipereattività bronchiale, che dovrò fare il mese prossimo. Ha messo da parte il discorso allergico perchè non presento tutta la sintomatologia classica. Non sono un soggetto ansioso ne ipocondriaco, però questa situazione mi sta un po' esaurendo. Inoltre due giorni fa ho passato la notte in bianco per dei dolori atroci alla gola anche solo deglutendo la saliva e il giorno dopo ho avuto febbre a 38.5, ora già in diminuzione,è ricomparsa la tosse e stamattina nonostante stia facendo fumenti con bicarbonato da più di un mese, sotto consiglio dell'otorino per la secchezza, ho espulso un grumo di muco densissimo e giallo e con macchie di sangue che mi stava scendendo in gola dal naso. Non ho raffreddore vero e proprio ma sento come un tappo tra naso e gola e le orecchie ovattate. So che questo è probabilmente riconducibile a ad un malanno stagionale ma non mi spiego questo muco così denso dopo un giorno che è cominciato. Sono talmente stanca che sono disposta a ricominciare la terapia per il fantomatico reflusso e continuare a mangiare da ospedale per altri mesi ma sapendo che potrebbero volerci dei mesi prima di avere un risultato l'idea che poi non sia quello mi fa impazzire perchè questo mal di gola non mi da 1 minuto di tregua e mi sta davvero condizionando in tutto. Anche perchè non mi spiego come quest'estate al caldo sia stata benissimo e poi al primo malanno sia ricomparso tutto e peggio di prima, che relazione potrebbe avere questo con il reflusso?? Conosco persone che hanno reflusso costante piuttosto severo ma non lamentano i problemi di gola che ho io (o quanto meno non così continuativi) che invece non lamento i sintomi classici del reflusso. Le viene in mente altro? Ormai dopo 3 mesi e mezzo ho escluso la forma virale, per cui possono c'entrare questi batteri atipici di cui mi parlava l'otorino anche se le analisi del sangue sono nella norma? Sono demoralizzata anche perchè l'otorino mi ha detto che non sa dirmi con certezza se la mia gola ritornerà a posto...

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La comprendo perfettamente e mi dispiace per Lei. Prima di iniziare la cura per il reflusso, sarebbe utile che si sottoponesse ad un breath test per l'Helicobacter pylori.. Attendo il risultato del test.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore, il test per la ricerca dell'helicobacter e' stato eseguito durante la gastroscopia ed è risultato negativo.l'otorino non si spiega il mio male continuo in relazione alla lieve iperemia che secondo lui e secondo il mio medico curante non giustificherebbero il mio sintomo però non sanno che altro dirmi quindi oggi ho ricominciato di nuovo la terapia antireflusso con 40mg di esopral al giorno + gaviscon advace e continuare con l' alimentazione rigida per un mese e in caso il problema dovvesse ancora esserci è da rivalutare con fibroscopia.
Mi chiedevo solo se a Lei veniva in mente qualche altra causa...
Grazie per la disponibilità

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono d'accordo sulla ripresa della terapia per il reflusso e sulla fibroscopia al termine della stessa. Purtroppo, come già le ho detto, è difficile fare una diagnosi senza un esame clinico e, pertanto, non posso esserle molto di aiuto. Lo scolo di muco dal naso nel rinofaringe è stato preso in considerazione come esito di una rinosinusite?
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
No non mi è stato mai detto nulla a riguardo, anche se tutto è iniziato da un brutto raffreddore, di cui per altro io soffro molto spesso durante l'inverno e sempre in maniera molto forte. Questi mesi ho sempre percepito del muco in gola ma non ho mai sofferto particolarmente di "naso chiuso", a parte questa settimana che invece per malattia stagionale sono alle prese con questo problema. Mi è sempre successo di arrivare a questi livelli di congestione dopo magari una settimana di raffreddore "a fontana", mai iniziando direttamente con un intasamento del genere. Sto assumendo anche un un mucolitico ma la situazione sta facendo fatica a sbloccarsi e permane la febbre da 6 giorni , probabilmente ci vorrà altro tempo...
grazie

[#7] dopo  
Utente
Le chiedo inoltre un'altra cosa... Secondo lei è sufficiente un mese di terapia antireflusso per sentire quanto meno dei miglioramenti in modo da poter confermare il problema qualora fosse questo?

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, con un mese di terapia, si dovranno vedere i primi risultati. Per quanto riguarda l'ipotesi diagnostica di una rinosinusite, io la considererei
Dr. Raffaello Brunori