Utente
Salve tre anni fa a seguito di una tonsillite da streptococco A e B , spuntata con del pus sulla tonsilla sinistra , mi ritrovo ad avere i linfonodi gonfi del collo spuntati il giorno in cui mi venne questa faringite con febbre alta che scese solo con l’antibiotico mentre la faringite non passava e non è mai passata . A distanza di tre anni mi ritrovo ad avere i linfonodi del collo a sx doloranti quando muovo la testa come se fossero infiammato internamente è un fastidio gol orecchio come se ci fosse un corpo estraneo. Ho fatto tac rinofaringe e alla testa non c’è nulla , ecografia per monitorare i linfonodi ogni 6 mesi da tre anni e risultano sempre reattivi e della stessa dimensione, ho tolto anche le adenoidi a gennaio ma niente i sintomi rimangono. I sintomi che ho sono, prurito alla gola , linfonodi fastidiosi e ingombranti al lato sx del collo, tosse secca e voce alcune volte tipo strozzata, questa tosse stizzosa che mi prende soprattutto quando mi metto a letto o quando c’è piu umidità , fastidio all’orecchio me lo sento sempre pieno, il fastidio all’orecchio mi è comparso in concomitanza della faringotonsillite acuta tre anni fa e non mi è più scomparso, inoltre le due tonsille sono differenti l’una dall’altra , quella di destra è tipo più appuntita quella di sinistr, dove ho i sintomi, è più gonfia con una forma tipo rigonfia nella parte di sotto , con un buco tipo risucchiato al centro e tanti piccoli buchini nella parte rigonfia , questi buchini sono bianchi ma non sembra pus . Sembro sempre raffreddata , inoltre la guancia di sx mi capita di avere la sensazione come se premesso forte la guancia ... ho fatto anche analisi del sangue per sospetto linfoma e quattro radiografie al torace , negativi . I vari tamponi faringei che effettuo risultano positivo per stafilococco aureus . Purtroppo sto entrando in confusione perché alcuni otorini dicono che non bisogna togliere le tonsille perché VES e TAS sono negativi invece anche l’inmunologo Che mi ha escluso una patologia autoimmune mi dice che il fastidio è localizzato quindi visto che la sintomatologia è iniziata dopo questa faringotonsillite è molto probabile che sia appunto la tonsilla sinistra ormai infetta magari all’interno o infiammata. Adesso sono nella più totale confusione perché io sto male è come se avessi sempre l’influenza addosso ... cosa dovrei fare ? Volevo un vostro consiglio .

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sulla base di cio' che descrive, credo anche io che non ci sia la necessità di intervenire chirurgicamente. prima di tutto, afrei una cura per eradicare lo stafilococco emerso dal tampone e, poi, agirei con una cura immunostimolante. Mi sa dire se ha contratto negli ultimi anni la mononucleosi?
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Si ho fatto le analisi per epstein-barr virus e sono risultate positive anche mycoplsma positivo ma non le igm solo le igg il problema è che io sto male perché non respiro bene e quando deglutisco ho fastidio al lato sx del collo e all’orecchio sx ma nemmeno la tac rileva qualcosa ma i sintomi sono proprio quelli di quando c’è un infiammazione

[#3] dopo  
Utente
Ho anche fatto ultimamente di testa mia la tipozzazione linfocitaria di cui ho un lievissimo abbassamento dei linfociti T CD3 CD45 , Linfociti B CD19 CD45 , Linfociti NK CD16 CD56 CD45 e Linfociti NK totali, tutti questi sono di un valore più basso della norma .

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Quindi, la linfoadenopatia è esito della mononucleosi e, purtroppo, tale situazione puo' permanere anche per diversi anni. Quindi, riassumendo, occorre una cura per eradicare il batterio ed una immunostimolante per evitare le recidive della patologia infiammatoria tonsillare
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
Ma lo stafilococco risulta sensibile quasi a tutti gli antibiotici nell’antibiogramma e ho già fatto la cura con l’antibiotico a lui sensibile due volte e mi risulta sempre lo stafilococco aureus nel seguente tampone. ma la linfoadenopatia da mononucleosi non dovrebbe essere in entrambi i lati? Per di più nell’ultima ecografia eseguita risultava una disomogeneità parotidea. Mi saprebbe dire qualcosa in merito ?

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Probabilmente, la durata della terapia per l'eradicazione del batterio è stata insufficiente. Per quanto riguarda la linfoadenopatia da mononucleosi, certo, puo' essere anche monolaterale, oltre che , nel suo caso, abbiamo una infiammazione tonsillare cronica. Anche per le parotidi, abbiamo un processo infiammatorio cronico. Il tutto, come consigliato giustamente dal Radiologo, deve essere controllato periodicamente con un esame ecografico.
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
Saprebbe dirmi qualcosa in merito alla tipozzazione linfocitaria? Comunque la tosse che ho praticamente è spesso secca ma dopo quattro- cinque colpi di tosse sento un rumore dalla trachea come un abbaio. Oggi dopo varie volte che ho tossito con questa specie di abbaio mi sono sentita tutta infiammata sia al torace dove ho spesso dolore e sia alla gola come un bruciore e poi dopo mezz’ora circa ho espettorato con grande difficoltà del catarro verde denso . Questa situazione va avanti da tre anni io sto male non posso fare nemmeno attività fisica perche ho sempre affanno ... visite pneumologiche negative tutto negativo pensavo, non è che potrebbe essere una infiammazione cronica della trachea ? Come devo fare ? Un esame dell’espettorato andrebbe bene ?

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si, un esame dell'espettorato per la ricerca di germi patogeni e miceti sarebbe molto utile. Importante è che siano passati una decina di giorni dal termine della cura antibiotica
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente
Ok dottore grazie mille , avevo postato un consulto in ematologia con tutti i dati riportati per capire la tipizzazione linfocitaria che ho fatto ma purtroppo non ho ricevuto alcuna risposta da parte di un medico ematologo sono un po preoccupata per quei valori che ho un po’ più bassi del normale cosa potrebbero significare ?

[#10] dopo  
Utente
Praticamente caro dottore glielo dico, ha tre anni che sono così dopo questa benedetta tonsillite e vado sempre a peggiorare con i sintomi, avevo perso peso 10 kg xke non mangiavo ma adesso li ho rimessi tutti... sono sempre stanca e ho sempre dolori al torace mi sento come se avessi umidità dentro al torace con dolori articolari e muscolari... alcuni mi hanno sospettato il linfoma ma purtroppo nella mi città non abbiamo dei bravi ematologi mi sono spostata sono stata a Catania da un immunologo che viaitandomi dice che se fosse stato un linfoma molto probabilmente i linfonodi sarebbero cresciuti di volume, ecograficamente sarebbero stati sospetti e nelle ecografie toraciche di sarebbero visto linfonodi, i linfonodi li ho solamente al collo a qualcuno inguinale , da premettere però che a livello delle labbra vaginali ho avuto un foruncolo che si era infiammato e mi aveva fatto infezione questo molto prima della comparsa dei sintomi , l’infezione non la curai ma mi duró più di un anno , c’era sempre pus e si ulcerava spesso ... non ho mai avuto linfonodi ascellari ne sovraclaveari ma solamente al collo , anche a destra ma molti di più a sinistra , per questo all’immunolog e agli altri medici fanno pensare a qualche tipo di infiammazion/infezione localizzata , visto anche i sintomi di fastidio gola/orecchio ... e guarda caso la tonsilla di sinistra proprio dove ho o sintomi è di forma e di aspetto diversa da quella di destra che si presenta rossa con capillari e di aspetto sano mentre quella di sinistra si presenta con un buco al centro e sotto con piccoli filamenti tipo buchini bianchi e più gonfia ...

[#11]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Escludiamo subito un linfoma: La linfoadenopatia puo' essere esito di una mononucleosi a suo tempo contratta o di una infezione cronica tonsillare. Ora, serve solamente osservare le sue tonsille e capire se si tratti di una infiammazione cronica, se sono necessarie asportarle, od analizzarle con una biopsia. Solo lo Specialista che avrà modo di effettuare un esame clinico potrà prendere una decisione in merito
Dr. Raffaello Brunori

[#12] dopo  
Utente
Caro dottore, perché analizzarle con una biopsia ?

[#13]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perché mi ha detto che la tonsilla ha una forma ed aspetto diversa dall'altra e, quindi, in questi casi, per prassi, si fa sempre una biopsia. Comunque, io da lontano, non sono in grado di dare un parere specifico sul suo caso. tale decisione verrà presa, semmai. dallo Specialista che la segue
Dr. Raffaello Brunori