Utente
Buongiorno
circa un mese fa ho effettuato un intervento di decongestione dei turbinati inferiori con radiofrequenze.
Vorrei gentilmente sapere se dopo questo tempo passato è normale avere ancora un leggero dolore in corrispondenza della parte dove si è intervenuto misto a bruciore, non forte, ma senz'altro fastidioso. Inoltre ho ancora gli stessi problemi di naso chiuso che avevo precedentemente senza aver riscontrato alcun miglioramento e mi chiedevo se anche questo fosse normale dopo quasi un mese.
Ringrazio per la risposta.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Consiglio una visita di controllo da parte del Chirurgo che è intervenuto: la respirazione nasale ancora non perfetta puo' starci, il dolore meno, a distanza di un mese dall'intervento.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio del consiglio Dottore, che peraltro mi fa capire che qualche problema sicuramente sussiste. Domani prenderò appuntamento con l'otorino che mi ha operato.

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
Sono stato dallo specialista e ha riscontrato che uno dei turbinati su cui si è intervenuto non si è ancora del tutto rimarginato. Mi ha detto che devo ancora avere pazienza. Il problema è che a parte il dolore, non forte, ma persistente si è instaurato un forte processo infiammatorio, come se avessi un raffreddore perenne, con produzione di muco misto alcune volte a sangue.
Per questo mi ha consigliato di prendere un antistaminico mentre per il dolore mi ha prescritto una TAC.
Le chiedo ma è davvero possibile a distanza di più di un mese avere questi disturbi che sono davvero fastidiosissimi?
Ho deciso di chiedere un consulto ad un altro specialista ma la cosa che più mi preoccupa è quella che in sede di intervento sia stato commesso un errore non più rimediabile. E' una preoccupazione fondata la mia?

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La sua preoccupazione puo' essere fondata, perché a distanza di tanti giorni, il dolore è impossibile che sia presente. Condivido di avere il parere di un altro Specialista
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
Ho preso appuntamento con un altro specialista e nel frattempo faró anche la Tac.
Come Le dicevo, a parte il leggero dolore, quello che mi sta creando maggiori problemi è lo stato infiammatorio che mi crea un fastidio spesso notevole.
Ammesso che ci sia stato un problema durante l'intervento è un fastidio secondo Lei che può essere curato o rischio di tenermelo per sempre? È questo quello che mi sta maggiormente angustiando.
La ringrazio della risposta

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dobbiamo prima capire a cosa sia dovuto il problema. A distanza, non sono in grado di aiutarla
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
Ho ritirato l'esito della Tac dove c'è scritto.
"Normoareate le cavita paranasali e mastoidee. Minimo ispessimento della mucosa del pavimento del seno mascellare sx. Diffusa ipertrofia della mucosa dei turbinati medi ed inferiori bilateralmente. Lieve pneumatizzazione del turbinato medio di sx come si osserva nelle condizioni di concha bullosa. Granuloma periapicale intorno ai primi 2 elementi dentari superiori di dx"
Martedí ho il consulto con lo specialista ma nel frattempo può dirmi qualcosa sull'esito della Tac?
La ringrazio per la risposta.

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dalla tac cui si è sottoposto , emerge una aumento di volume considerevole dei turbinati con una bolla di aria presente nel turbinato medio di sn. Infine, da un punto di vista odontoiatrico, è presente un granuloma che deve essere trattato dal suo Dentista. Concludendo, sembra proprio come non si fosse operato un mese fa.
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
In effetti per quanto riguarda il naso chiuso sto esattamente come prima dell'intervento se non peggio.
Ma a parte questo il problema è il dolore e il bruciore che negli ultimi giorni invece di attenuarsi sta aumentando. Da quanto ho capito non c'è nulla nella Tac che giustifichi questo stato e ovviamente attendo con ansia la visita dello specialista di martedì.
Comprendo benissimo come una diagnosi a distanza non sia possibile, ma secondo Lei, dopo l'intervento che ho fatto, quali potrebbero essere le cause più frequenti dei problemi che sto riscontrando?
La ringrazio per la risposta

[#10]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si potrebbe essere verificata, per esempio, una ulcerazione della mucosa del turbinato
Dr. Raffaello Brunori

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
Nel caso dovesse essere confermata la diagnosi di ulcerazione della mucosa del turbinato la cura potrà essere farmacologica o c'è il rischio che debba sottopormi ad un altro intervento?
Grazie mille per le risposte.

[#12]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Nessun altro intervento
Dr. Raffaello Brunori

[#13] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
Mi sono recato ad un consulto da un altro medico.
Dopo avermi visitato con il fibroscopio e avere analizzato l'esito della TAC tramite il CD, ha detto che, pur riconoscendo che l'intervento non ha dato gli effetti sperati, non risulta che però abbia creato altri problemi.
Mi ha detto che un decorso lungo dopo l'intervento di decongestione dei turbinati, anche se non frequente, può capitare.
In effetti da alcuni giorni il dolore, il bruciore e in fastidi al naso si stanno attenuando e spero scompaiano al più presto, resta però il fatto che il naso è chiuso come se non più di prima.
Lei ritiene possibile che dopo oltre 40 giorni debba avere ancora problemi? E inoltre Le chiesto se ritiene che io possa sperare nel tempo in una decongestione anche se parziale dei turbinati.
La ringrazio sempre tantissimo per le risposte.

[#14]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono contento del miglioramento della sintomatologia e che, dal Consulto, non sia emersa alcuna complicanza dell'intervento. Utilizzi uno spray nasale a base di ac. ialuronico per una decina di giorni almeno. Comunque sia, il decorso post operatorio avuto nel suo caso è stato anomalo. Importante è che ne stia uscendo, sperando in un buon ripristino della respirazione.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#15] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
purtroppo dopo un breve periodo che i disturbi che lamentavo dopo l'intervento, ovvero dolore, bruciore e soprattutto naso ancora chiuso, sembravano pian piano attenuandosi, si sono nuovamente ripresentati.
Sono andato da un altro specialista che ha riscontrato in effetti uno stato infiammatorio e mi ha dato una cura a base di cortisone, spray al mometasone, lavaggi nasali e un antistaminico affermando che devo effettuare questa cura per diverso tempo e facendo, nel frattempo, anche dei test allergologici.
A parte il problema fisico purtroppo sto vivendo anche un periodo di estrema ansia in quanto ho il terrore di dover convivere per sempre con questi disturbi.
Sono ben conscio del fatto che Lei non può dare giudizi senza effettuare una visita ma è un timore fondato il mio o tenendo conto di eventuali statistiche sull'intervento da me effettuato sicuramente prima o poi si troverà una soluzione?
Come Le ricordo, dalla Tac non è emerso nulla se non i turbinati ancora ipertrofici.
La rigrazio per la risposta.

[#16]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Una volta risolto il processo infiammatorio in atto il tutto dovrebbe risolversi. Deve solo avere ancora un po' di pazienza
Dr. Raffaello Brunori

[#17] dopo  
Utente
Buona sera Dottore
Comprendo che devo avere pazienza ma il problema più grosso adesso è che da una settimana circa la narice destra è perennemente chiusa ed è una vera tortura.
Nemmeno con un decongestionante riesco a stappare la narice e questo oltre ad essere un problema durante tutto il giorno, di notte mi impedisce di dormire.
Cosa potrei fare per risolvere almeno in parte questo problema che mi sta davvero rendendo la vita difficile?
La saluto e La ringrazio pet la risposta.

[#18]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Oltre quello che sta facendo, per ora non c'è altro da fare
Dr. Raffaello Brunori

[#19] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
Purtroppo nonostante la cura la sintomatologia sta decisamente peggiorando.
Dolore accentuato che mi impedisce perfino di soffiarmi il naso, bruciore che mi impedisce anche di farmi lavaggi, narice destra perennemente chiusa oltre al fatto che ho completamente perso l'olfatto. Ormai la notte non chiudo occhio sia per i problemi respiratori che per l'angoscia di non ritornare più come prima. Venerdì ho in'altra visita dallo specialista.
Come le dicevo so che non può esprimersi senza una visita ma le chiedo se è possibile nella casisitica di un intervento non complesso come quello di decongestione dei turbinati con radiofrequenza poter avere dei danni irreversibili?
La ringrazio per la risposta

[#20]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Certo, tutto è possibile, ma non voglio crederci. Attendiamo l'esito della visita di controllo.
Dr. Raffaello Brunori

[#21] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
Purtroppo invece sono sempre più convinto che il danno ricevuto sia serio perchè da oggi anche la narice sinistra, finora sempre libera, si quasi completamente tappata.
Mi auguro che durante il consulto di domani riceva buone notizie.
Ma nel frattempo purtroppo l'angoscia aumenta. Ma come è possibile dottore che un intervento ritenuto semplice produca tutto questo? Da quella che è la mia sintomatologia cosa potrebbe essere successo tenendo conto che sono ormai passati 2 mesi dall'intervento?

[#22] dopo  
Utente
Buon giorno Dottore
Sono stato al consulto con lo specialista che dopo avermi visitato ha affermato che non ha riscontrato problemi, ne danni alla mucosa.
Per quanto riguarda il dolore ha affemato che è una infiammazione del trigemino e mi ha dato la relativa cura.
Rimangono i turbinati, gonfio quello di destra e che tende a gonfiarsi spesso quello di sinistra.
Mi ha detto di continuare la cura e in caso non dovesse sgonfiarsi si può pensare ad un nuovo intervento ( parliamo di un altro chirurgo e di un'altra struttura rispetto all'intervento che mi ha creato i problemi)
Cosa pensa di quest'ultima ipotesi? Sicuramente per me continuare a stare per sempre con un turbinato sempre gonfio sarebbe impensabile.
La ringrazio come sempre della risposta

[#23] dopo  
Utente
Buon giorno dottore
per fortuna anche il dolore si sta attenuando.
Rimane il problema della narice destra sempre chiusa che ovviamente è davvero fastidiosa.
Le chiedevo appunto se è fattibile per risolvere il problema poter effettuare un nuovo intervento in tempi brevi anche solo al turbinato ipertrofico.
Le sarei davvero grato per la risposta.
Buona giornata.

[#24]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Dobbiamo capire se sia sufficiente ripetere una decongestione con radiofrequenza fra sei mesi, oppure una decongestione chirurgica con il taglio della coda del turbinato. Ovviamente, la valutazione deve essere fatta dallo Specialista che la segue. Importante, poi, è capire se questa ipertrofia abbia una base infiammatoria od allergica.
Dr. Raffaello Brunori

[#25] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
La ringrazio per la sua risposta che tra l'altro mi da la speranza che comunque il mio problema, anche se con un pò di tempo, potrà essere risolto
Per quanto riguarda l'eventuale base allergica dell'ipertrofia, proprio domani devo fare i relativi test richiesti dall'attuale specialista che mi segue.
La ringrazio per l'attenzione e La saluto cordialmente.

[#26] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
Ho fatto i test allergologici e non sono risultato allergologici a nessuna sostanza.
Ma purtroppo la sintomatologia che avevo è ritornata prepotentemente. Tra l'altro ho riscontrato che il turbinato della narice di sinistra non si decongestiona nemmeno utilizzando il vicks sinex (l'ho fatto per cercare un minimo di sollievo)
Facendo una ricerca su internet ho trovato un documento dove viene evidenziato che un intervento ai turbinati non conforme potrebbe provocare un danno tessutale irreversibile con alterata funzionalità dei processi che viene messo in essere nel naso.
Potrebbe essere il mio caso dottore? E se si è realmente irreversibile?
La ringrazio della risposta.

[#27]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non penso sia il suo caso. Come già le ho detto, probabilmente, occorrerà una decongestione chirurgica dei turbinati. Dobbiamo comunque aspettare almeno sei mesi, per una decisione in merito.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#28] dopo  
Utente
Buongiorno dottore
Ho effettuato l'ennesima visita dallo specialista che mi sta seguendo.
Ha escluso che possano sussistere da quello che vede col fibroscopio danni permanenti ma vede ancora cicatrici dell'interdell'intervento effettuato e la formazione di croste.
Mi ha garantito che potremo effettuare un nuovo intervento soprattutto per la narice destra ormai perennemente tappato anche se non mi ha parlato di una attesa di 6 mesi (me lo auguro perchè stare ancora 4 mesi con la narice tappata sarebbe davvero eccessivo per me)
Ma ancora continuo a chiedermi come è stato possibile che il turbibato medio della narice destra si sia così ipertrofizzato da non decongestionarsi nemmeno con il Vick sinexsinex?
Le sono grato davvero tantissimo per l'attenzione posta alla mia problematica che mi sta provocando tantissima ansia.
Le auguro una buona giornata.

[#29]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Credo che l'ipertrofia riguardi i turbinati inferiori e la persistenza dell'aumento di volume puo' dipendere dal processo infiammatorio cronico. Per questo lo Specialista, in un caso come questo, deve considerare anche la decongestione chirurgica, una volta preventivamente accertata la possibile causa di questo processo infiammatorio.
Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori

[#30] dopo  
Utente
Buona sera Dottore
Volevo chiederle se ci sono esami specifici che posso già chiedere al mio medico di base per sapere se c'è una infiammazione in atto e di che tipo e se una eventuale infiammazione è rilevabile dalla Tac.
La Tac io l'ho effettuata il 16 ottobre ma mi sembra che non risultasse niente a meno che il processo infiammatorio si sia instaurato successivamente.
La ringrazio della risposta e La saluto cordialmente.

[#31]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Potrebbe essere utile un esame citologico del secreto nasale per appurare la natura di questa infiammazione. Non serve che si sottoponga ad una ulteriore tac.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#32] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore del consiglio.
Domani mattina la prenoterò sicuramente.
Non comprendo perchè lo specialista che mi segue non me l'abbia richiesta.
Nel frattempo purtroppo riscontro un aumento del dolore, soprattutto sulla gobba del naso.
Inoltre faccio fatica a soffiarmi il naso in quanto il muco è secco e sembra quasi cristallizato.
Possono essere segnali di una particolare infiammazione?
In attesa di una sua risposta la saluto cordialmente.

[#33]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso proprio di si. Utilizzerei uno spray nasale a base di ac. ialuronico per la secchezza delle mucose.
Dr. Raffaello Brunori

[#34] dopo  
Utente
Buonasera dottore
Ho effettuato l'esame citologico e il medico mi ha scritto su un foglio in bianco, promettendomi di darmi entro breve tempo l'esito nonostante lo abbia richiesto, quanto segue:
ALLA CITOLOGIA NASALE QUADRO CLINICO DI NARNE CON ABBODANTE INFILTRATO NEUTROFILO.
In attesa di avere l'esito completo, può già dirmi come interptetare quanti le ho scritto?
La ringrazio della risposta.

[#35]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si tratta di un processo infiammatorio non allergico, non batterico, ma provocato dalla qualità dell'aria respirata o da infiammazione esofagea
Dr. Raffaello Brunori

[#36] dopo  
Utente
Dottor Brunori
Visto che la mia sintomatologia non cambia, ovvero dolore al naso, ostruzione nasale, secchezza nasale, croste e perdita dell'olfatto ( giovedì ho un altro consulto con un altro specialista), hanno riferimento con gli alti valori di neutrofili?
Se si, è possibile un rimedio a questi alti valori o no?
E inoltre se questo anonalo valore può essere imputato ad imperizia del chirurgo?
La ringrazio per le pronte risposte.

[#37]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il Chirurgo non ha alcuna responsabilità sul tipo di infiammazione nasale che , invero, puo' comportare la sintomatologia da lei descritta
Dr. Raffaello Brunori