RINOSINUSITE cronica - fess

Buonasera

La scorsa settimana ho eseguito una TAC massiccio facciale che ha dato come esito: RINOSINUSITE CRONICA, con il referto che copio di seguito.


Al controllo odierno si rileva completa obliterazione da parte di materiale polipoide ipodenso dei seni frontali, dei seni sfenoidali e del seno mascellare sinistro, mentre le cellette etmoidali e il seno mascellare destro appaiono parzialmente impegnati, con segni di livello idroaereo nel seno mascellare destro ad indicare accutizzazione della pansinusite.

Non sono evidenti lesioni erosive in particolare delle lamine papiracee e delle lamine crible.

Setto nasale sostanzialmente in asse.

Ai limiti il trofismo dei turbinati.


Descrivo velocemente il mio percorso: circa 3/4 anni fa inizio ad avere una specie di allergia che mi portava lacrimazione degli occhi durante il periodo primaverile dei pollini, non faccio alcun esame allergologico pensando potesse passare.

Da lì inizia a peggiorare la mia situazione, nel giro degli anni l’allegria diventa perenne, ricorro ad un antistaminico giornaliero fino a quando non arriva anche la tosse e la mancanza di respiro, mi trovo quindi al secondo / terzo anno in cui mi rivolgo a più medici ed alla fine inzio una terapia per curare l’asma e allo stesso tempo l’allergia con pillole giornaliere per aprire i bronchi / spray per asma cortisonici / spray decongestionanti per il naso (la mia vita senza questi farmaci adesso sarebbe impossibile).

Inoltre da circa un anno non riesco a prendere antinfiammatori (Moment, Oki, aspirina) l’ultima
Volta che ho provato a prenderli ho avuto una crisi respiratoria che si è placata solo dopo aver preso il
Bentlan (prima prendevo tutti questi fermaci regolarmente).

Tutti i medici pensano che sia asma grave e solo dopo 4 anni scopro di avere una rinosinusite cronica mai curata.


Adesso dovrò fare altri esami allergogici (attualmente ho solo l allergia alle graminacee), esami per l’asma (provocazione feno dell asma), endoscopia e tracheoscopia.


Una delle soluzioni dopo queste indagini sarà l’operazione FESS: vorrei sapere in cosa consiste e se potrebbe risolvere il mio problema dal referto che le ho scritto in alto e se secondo lei l’asma e l’allegria sono solo causati dalla rinosinusite (ho 25 anni e non ho mai sofferto di allergie o asma prima di questo momento).


Sono spaventata per la durata dell intervento, sul fatto che sia un po’ invasivo e soprattutto sui tamponi dato che io non posso prendere farmaci perché mi provocano attacchi respiratori gravi.


La ringrazio anticipatamente
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Dalla risposta della tac, sembra che necessariamente si possa intervenire solo chirurgicamente. Tale intervento, condotto in anestesia generale, consiste nell'apertura e svuotamento dei seni paranasali interessati dal processo infiammatorio cronico per via endonasale, in endoscopia, con tecnica debrider. In parole povere, attraverso le fosse nasali, con l'ausilio di una fibra ottica, si arriva ai seni paranasali con un apparecchio che allarga l'apertura dei seni paranasali, svuotandone del loro contenuto. Certamente si tratta di un intervento invasivo e delicato, ma non pericoloso se condotto da mani esperte. Il tamponamento nasale è assolutamente necessario per qualche giorno.
Questo è tutto. Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,

La ringrazio per il suo celere riscontro.
Vorrei chiederle se secondo lei l’asma e le crisi respiratorie dovute ai farmaci moment , aspirina (come se fosse un attacco di allergia), secondo lei siano dovuti alla rinosinusite e quindi se si risolveranno una volta fatta l’operazione.
Consideri che prima di 3 anni fa non avevo mai sofferto ne di asma , ne di allergia a farmaci.

La ringrazio anticipatamente
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Assolutamente no. Con l'intervento si otterrà solo la bonifica dei seni paranasali e nulla sulle cause della forma allergica.

Dr. Raffaello Brunori

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test