Utente
Gentili dottori, sono un ragazzo di 21enne di Udine. Da 2 soffro da un problema alle orecchie. Si tratta di continui crepitii (simili alla legna che brucia) che avverto all’interno ogni volta che DEGLUTISCO, stringo i denti, soffio il naso, spalanco la mascella, piego fino in fondo il collo; ed è associato spesso a un senso di pressione (“spinta” contro il timpano all’interno) .Inoltre da tempo ho mal di testa più frequentemente che prima. Preciso però che fortunatamente non avverto sibili e sento perfettamente. Inoltre, se sbadiglio o soffio forte tappandomi il naso mi si tappano le orecchie per qualche secondo. Tale disturbo è sempre presente e potete immaginare il fastidio che mi crea durante tutto il giorno, anche perché ora ho pure il vizio di aprire la bocca più spesso e ciò è quasi diventato un tic. Il mio medico mi ha prescritto inutilmente un farmaco sbloccante per una settimana. Ho consultato 2 specialisti che, trattando entrambi il mio problema con sufficienza, non sono riusciti a capire di cosa si trattasse e, dopo avere effettuato tutti gli esami del caso , hanno concluso che non si tratta di nulla di patologico e addirittura non mi hanno consigliato alcun trattamento per eliminare il fastidio (ed è ciò che io voglio perché questo problema mi fa impazzire). Questo è il referto dell’ultima visita: “LAMENTA SCROCCHIO TIMPANICO IN AU SIN QUANDO DEGLUTISCE. NON LAMENTA IPOACUSIA NE OVATTAMENTO AURICOLARE. MMTT INDENNI. FOSSE NASALI PERVIE. FARINGITE CRONICA, LARINGE NON VALUTABILE IN LARINGOSCOPIA INDIRETTA. NON TUMEFAZIONI LATERO-CERVICALI. ES. AUDIOMETRICO: NORMACUSIA. TIMPANOGRAMMI NORMALI, RS PRESENTI.”. Aggiungo che il disturbo aumenta in intensità e frequenza in base a certe situazioni climatiche ,se bevo alcool o dopo fumato (sono un fumatore:dalle 5 alle 10 sigarette al giorno). Però c’e da dire che in 2 brevi periodi (durante un’influenza e l’estate scorsa forse causa l’aria di mare) lo schiocco è praticamente scomparso anche se la pressione all’interno è molto aumentata causando forte fastidio. Ora: leggendo anche altri di altri casi simili al mio, ipotizzo che potrebbe trattarsi di una disfunzione tubarica. Volevo sentire il vostro parere riguardo questo mio disturbo e il consiglio di un farmaco o trattamento da provare per eliminare o quantomeno attenuare il fastidio. Grazie mille per la disponibilità.

[#1]  
Dr. Morando Morandi

24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2004
Complimenti per l'autodiagnosi! In effeti si tratta proprio di una disfunzione della Tuba di Eustachio (tubotimpanite o ototubarite) non così grave da causare problematiche otologiche ma sicuramente fastidiosa. Consiglio un ciclo di aerosolterapia nasale con mucolitici e decongestionanti per un periodo adeguato (almeno due settimane).
Ci faccia sapere...
dott. M. Morandi

[#2]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
i Suoi sintomi sono fortemente suggestivi per ototubarite, trattabile o con aerosoli nasali o con insufflazioni endotimpaniche.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#3] dopo  
Utente
Grazie mille.Vi farò sapere se il problema verrà risolto. Mi stupice però il fatto che altri medici non siano riusciti a diagnosticare il problema

[#4]  
Dr. Alessandro Valieri

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
CODIGORO (FE)
RAVENNA (RA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
l'importante ora è risolvere il problema.
Dr. ALESSANDRO VALIERI
*Centro Laser Chirurgia Emilia e Romagna*
www.alessandrovalieri.it

[#5] dopo  
Utente
Gentili dottori.

ho seguito tutte le vostre indicazioni e la cura consigliata.
Purtroppo il problema persiste allo stesso modo.
Cos'altro potreste consigliarmi?

Inoltre ho delle domande:

1.a cos'è dovuto il "crepitio" realmente? è catarro che si muove?

2.navigando in internet vedo che parecchie persone hanno il mio problema, ma non ho trovato ancora nessuno che sia riuscito a risolverlo.Ma si può risolvere?

3.Avete avuto personalmente pazienti con questo problema e siete riusciti a risolverlo?

Grazie e cordiali saluti

[#6]  
Dr. Morando Morandi

24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2004
La risposta è si per tutte le sue domande!
In ogni caso ripeta l'esame audioimpedenzometrico e si sottoponga eventualmente a terapia termale.
Cordiali saluti.
dott. M. Morandi