Utente 135XXX
Gentili Dottori

volevo porvi una domanda in merito a mia nipote di 6 mesi, che mi preoccupa alquanto vista la persistenza di una forma particolare di dermatite seborroica da lattante (almeno questa è la diagnosi dello specialista in dermatologia che abbiamo consultato).

Mia cognata ha provveduto ad allattare al seno mia nipote fino al dicembre scorso, successivamente i genitori hanno cercato di integrare il latte materno con il latte di vacca con un pessimo risultato, la bambina è risultata intollerante al lattosio (come lo era stata la sorellina che oramai ha tre anni), si è provveduto allora a sostituire (negli ultimi mesi) il latte di vacca con Pregomin sp su consiglio del pediatra. A questo punto i sintomi della dermatite che sembrava normale e facilmente curabile , con semplicemente l'applicazione di olii di mandorla, sono peggiorati, la bambina al momento in cui parlo ha delle croste lattee con desquamazioni diffuse anche sulle sopraccigla (fino a 2 settimane fa le stesse sulle sopracciglia non erano presenti) dietro le orecchie e nell'inguine, sono presenti inoltre in tutto il busto e sulla testa e sulle sopracciglia dei puntini rossi (che non so se definire eczematosi), la bambina è agitata piange di frequente sia durante il giorno che durante la notte (Non riposa quindi come dovrebbe a causa del prurito), ed inoltre cerca con le manine di grattarsi la testa e gli occhi, graffiandosi, oppure usa la vicinanza degli oggetti per strigarsi e attenuare in questo modo il prurito. Siamo al 6 mese, nei mesi successivi oltre il terzo i genitori hanno provveduto a far visitare la bambina prima dal pediatra, il quale ha diagnosticato una dermatite (non seborroica), per la quale il consiglio del pediatra è stata una pomata cortisonica: Dermomicincorte; all'applicazione di quest'ultima i genitori notavano una attenuazione dei sintomi della dermatite, ma con ricomparsa nelle ore successive, i genitori hanno quindi provveduto a far visitare la bambina da un dermatologo di fiducia la diagnosi del quale è stata: Dermatite seborroica del lattante, il consiglio per il trattamento di questi sintomi da parte del dermatologo sono stati Kouriles emulsione fluida da applicare mattina e sera ogni giorno e uno shampoo apposito sempre Kouriles da applicare 1 volta a settimana.

I genitori stanno seguendo la cura consigliata dal dermatologo già da un po di tempo, ma senza risultati sostanziali, vorremmo un consiglio su come affrontare il problema, quale diagnosi può essere supposta valida fra le due che ci sono state fatte (dal pediatra e dallo specialista) e se è eventualmente necessario e consigliabile consultare un secondo specialista in dermatologia, che possa far luce sul problema

Grazie in anticipo per qualsiasi risposta

Distinti Saluti

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signore
la bambina ha sofferto inizialmente di una dermatite seborroica(cosiddetta crosta lattea) a cui ha fatto seguito una dermatite atopica,quest'ultima di natura allergica .Le cause della dermatite atopica o eczema atopico possono essere una sensibilizzazione a varie sostanze (cosiddetti allergeni) tra cui gli acari della polvere ,i pollini ,sostanze alimentari. Tenga presente che il prurito è tipico di questa patologia ,un prurito ancora più' forte può' essere dovuto alla scabbia,da cui questa dermatite va differenziata.Altra diagnosi differenziale va fatta con la dermatite erpetiforme,che di solito è più tardiva ,e con l'eczema Herpeticum ,quest'ultimo dovuto a sovrapposizione di Herpes Simplex su una dermatite atopica. La terapia della dermatite atopica si avvale di antistaminici,cortisonici per via topica(locale),accurata idratazione della pelle ed eventuali antibiotici se ci sono sovrapposizioni batteriche. Per il passato a questa patologia veniva associata spesso una sospetta allergia alle proteine del latte vaccino,ipotesi non confermata così' di frequente dagli ultimi studi.
Cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile signora,
a completamento di quanto detto dal collega, prima di infilarsi nel turbillon del controlo alimentare, che spesso ha dei risultati che si potrebbero definire alternanti, le consiglierei di consultare un dermatologo pediatra, che abbia il know how necessario a gestire la cosa, anzi, prima a diagnosticarla poi a gestirla. Le raccomandoinoltre di non autoprescrivere e somministrare dello steroide fai-da-te, si rivelerebbe un autogoal

Saluti
Luigi Mocci MD

[#3] dopo  
Utente 135XXX

Salve

Grazie tanto al dottor Pinto per la diagnosi che è risultata corretta e grazie al dottor Mocci per il consiglio in merito alla scelta di un dermatologo pediatra.

Nella settimana trascorsa abbiamo provveduto a far visitare la bambina da un altro specialista un dermatologo pediatra questa volta. Lo stesso ha diagnosticato una dermatite Atopica, e per la quale il medico ha prescritto i seguenti farmaci e shampoo:

- Atop crema fluida (1 applicazione al mattino)
- Advantan crema (1 applicazione alla sera)
- Shampoo Kerium Extreme Mild (1 applicazione a settimana)

Adesso i sintomi della dermatite sembrerebbero essersi attenuati, gli stessi si affievoliscono sempre più ad ogni applicazione.

Grazie ancora per la vostra gentile attenzione e consulenza

Distinti Saluti