Utente 244XXX
Buon giorno, ho un bambino di 5 anni che negli ultimi mesi ha avuto frequenti tonsilliti:
dicembre 2012 frebbre non alta ma comparsa di puntini rossi sul corpo, tampone rapido positivo per streptococco trattato con Augmentin per 10 gg
Marzo 2013 febbre alta, sempre tampone positivo, iniziata la cura con Amoxicillina devo sospendere al 4° giorno per comparsa reazione cutanea che il pediatra non si spiega (possibile allergia all'antibiotico? o reazione dello streptococco?) nel dubbio mi da lo Zitromax una volta al giorno per 3 gg, passano 2 settimane a Pasqua di nuovo febbre alta e di nuovo tampone positivo gli do Augmentin per 10 giorni e tutto passa, da martedì nuovamente febbre alta mal di gola e oggi ho trovato il sostituto del mio pediatra che solo guardando la gola ha capito che si tratta nuovamente di streptococco però mi ha dato lo Zimox una volta al giorno per 5 giorni, io sono un po' perplessa non vorrei ritrovarmi tra una settimana di nuovo col bambino che sta male non sono pochi 5 giorni? Non so inoltre se valutare l'ipotesi di una tonsillectomia per risolvere definitivamente il problema anche se l'intervento mi spaventa molto per le possibili complicanze (emorragie).. Ringrazio chi potrà rispondermi.. Volevo sapere se portarlo a fare cicli nelle grotte di sale lo può aiutare a prevenire queste tonsilliti

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, le tonsille sono un organo che svolge anche azione di diìfesa, e la loro asportazione costituisce una scelta dolorosa anche per chi la compie: per questo , giustamente, viene consigliato di attendere prima di optare per l’Adenotonsillectomia.
Comunque , poichè immagino che abbia già consultato il suo pediatra, sarebbe senz’altro il caso di sentire anche il parere di uno specialista ORL.
La tonsillite recidivante o cronica può però essere originata anche dall’irritazione con meccanismo “fisico” a seguito della presenza di uno schema respiratorio orale anziché nasale.
In presenza di uno schema di Respirazione Orale Primaria, una considerevole quota di aria inspirata salta il fisiologico filtro costituito dall'epitelio nasale ciliato e investe, non preriscaldata e umidificata nelle fosse nasali e nelle cavità paranasali, la mucosa faringea e le tonsille in particolare. Oltre a favorire l’irritazione di quest’ultima con meccanismo fisico, la mancata filtrazione nasale favorisce l’introduzione di agenti patogeni di vario tipo, anche perché il transito orale aggira il filtro e le difese presenti nelle mucose rinosinusali. Nel bambino ciò può costituire una importante concausa di ipertrofia e le infezioni ricorrenti del sistema adenotonsillare, che finisce per aggravare il mancato utilizzo della via nasale fino ad escluderla, instaurando così un circolo vizioso.
Inoltre il transito orale aggira anche le adenoidi: ne risulta così ostacolata la funzione immunitaria.
Il respiratore orale, bambino o adulto, spesso la notte ha un respiro rumoroso, russa , e può presentare episodi di apnea , cioè di arresto del respiro per alcuni secondi. Il suo sonno è spesso agitato, scosso da movimenti bruschi e da continui cambi di posizione.
Lo schema respiratorio orale costituisce un elemento favorente non solo delle tonsilliti, ma anche di tutte le patologie delle vie aeree, sempre per il motivo che fa mancare la funzione di filtro e difesa che il transito nasale assicura.
Tutto ciò può essere legato anche ad una sfavorevole conformazione della bocca e delle arcate dentarie, e ad una alterata postura della mandibola.
Le consiglio pertasnto di consultare anche un dentista esperto in problemi respiratori e , se il bambino di notte russa, di problemi del sonno.
Sottolineo che le Linee Guida Italiane sull’Adenotonsillectomia raccomandano la considerazione dei problemi ortodontici prima di decidere un eventuale intervento: purtroppo questa raccomandazione non sempre viene seguita.
Veda anche se negli articoli qui sotto linkati trova alcuni elementi di somiglianza con il suo caso: Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Pediatria/1400/Adenotonsillectomia-nel-bambino-si-o-no

www.studiober.com/pdf/Respirazione_Orale_e_Malocclusione.pdf
(attendere con pazienza quando si vuole aprire il link: è molto pesante)

www.studiober.com/pdf/Tosse_Medico_Pediatra.pdf
(attendere con pazienza quando si vuole aprire il link: è molto pesante)
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 244XXX

Grazie per la risposta... il bambino è già stato visto da due otorini uno che l'ha appena guardato in gola (tempo 30 secondi) e aveva già deciso per togliere tutto un altro che mi ha detto che non era necessario... ora il problema è un altro il sostituto non mi ha dato lo Zimox (mi sono sbagliata io) ma la Trozocina 200 mg per 5 giorni... il bambino ad oggi ha ancora febbriciattola ma è anche raffreddato con cattarro e questa mattina si è svegliato con gli occhi gonfi io non so cosa fare per il momento gli sto dando l'antistaminico... ma non capisco se questa febbre indica l'inefficacia dell'antibiotico o se dipende dal fatto che è raffreddato... ho sentito il sostituto questa mattina e mi ha detto che il decorso è normale ma io non sono così tranquilla

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Ha avuto tempo di leggerei (oltre agli altri) questo articolo ?: si riferisce proprio al problema di un intervento di Adenotonsillectomia per il quale esiste discordanza di opinioni.

https://www.medicitalia.it/minforma/Pediatria/1400/Adenotonsillectomia-nel-bambino-si-o-no
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com