Utente 517XXX
buonasera,
vi chiedo cortesemente un parere.
da aprile la mia bimba di 18 mesi ogni qualvolta che deve evacuare piange molto e di dolore. il pianto dura fin tanto che escono le prime feci (a volte dure, altre molli).
sabato sera scorso però le è uscito anche quella che in pronto soccorso è stata diagnosticata come un' emorroide: una sorta di pallina rossa scuro di 3-4 cm di diametro, ritiratasi nel giro di 1/2 ora.

oggi il chirurgo pediatrico dove ho fatto la visita ha parlato di prolasso della mucosa, ma non ne era sicuro....cosa posso fare o a chi potrei rivolgermi per avere una diagnosi più certa? grazie fin d'ora per l'attenzione.

ps la bambina ha un'alimentazione varia, mangia parecchia e varia verdura sia cotta che cruda ed ogni giorno mangia yogurt per merenda, oltre al latte per colazione e prima di coricarsi.

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Signora, naturalmente un consiglio via internet è limitato..posso dirle che l'ha visitata proprio lo specialista adatto: il chirurgo pediatra, solo che forse per aver dubbi non ha sufficiente esperienza.

Credo comunque possa aver ragione e trattarsi di un prolasso della mucosa rettale; cosa facile sia per la lassità delle strutture che per gli sforzi dovuti al passaggio di feci più dure. In genere questo problema si risolve entro i primi anni di vita. Le emorroidi le escludo categoricamente a questa età!

Ciò che dovrà fare è magari aumentare la quota di frutta cotta e cruda, oltre alla verdura in modo che le feci siano sempre morbide e non faccia sforzi. Localmente può usare una pomatina all'Hamamelis oppure chiedere al suo medico (che l'ha visitata e quindi cnosce la situazione) se per il dolore può usare una pomatina blandemente anestetica per evitarle il dolore alla defecazione. Altrimenti rischiamo che per evitare il dolore...lei eviti anche di fare la cacca e il circolo diventa vizioso..

Cordiali saluti
Agnesina Pozzi

[#2]  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
le suggerisco vivamente di rivolgersi ad un collega omeopata per una terapia che favorisca la regolarità intestinale della bimba nell'attesa che il problema si risolva.
Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#3] dopo  
Utente 517XXX

Ringrazio entrambi per il gentile riscontro.

La nostra pediatra ci ha consigliato un gel "luan" che ha un effetto anestetico, mentre cerchiamo di farla bere di più.

Una domanda al dott. Ferrero: non conosco il mondo dell'omeopatia, in cosa consisterebbe la terapia per regolare l'attività intestinale della bimba? nel senso che per me è già regolare in quanto defeca ogni giorno al max ogni 2...

Grazie ancora e buonasera

[#4]  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Come indicava la collega Pozzi, l'alimentazione più ricca in fibre e l'aumento della quantità d'acqua che beve giornalmente hanno l'obiettivo di regolare la consistenza delle feci perchè siano sempre morbide al passaggio e non creino un eccessivo attrito che può procurare dolore ed ulteriore tensione sul tessuto prolassato. L'integrazione omeopatica sarebbe di supporto in tal senso.
Cari saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica