Utente 199XXX
buongiorno,sono la mamma di un bambino di quasi sei mesi,il quale e stato bene le prime due settimane,dopo e iniziato il calvario:piangeva tutto il giorno,si piegava su se stesso dai dolori,non riusciva a far fuoriuscire l aria ne la cacca. il pediatra ci ha dato il milicon e l allignar,e la situazione e leggermente migliorata a distanza di qualche mese,ma mai del tutto. Il bambino stava male ogni volta che poppava,staccandosi di continuo,tirandosi all'indietro,ha sempre il cibo che gli viene su,ha il singhiozzo 5,6 volte al giorno,ha tosse spesso e volentieri,tantissima saliva già dal primo mese,ha tanta aria,ffa ruttino tutto il giorno,dorme ma e spesso e volentieri disturbato e si sveglia piangendo (cosa che quando sta bene invece non fa,anzi si sveglia col sorriso).Con l'inizio dello svezzamento mi accorsi che la cosa era un po migliorata,facendolo presente al pediatra (che mi continua a dire passera). Avevo addirittura pensato ad un intolleranza al lattosio.....ora alla soglia dei sei mesi,e da 4 giorni in particolare la situazione sembra di nuovo peggiorata:ha iniziato a svegliarsi urlando anche la notte (unico momento in cui ha sempre dormito sereno),si inarca,si contorce,ha sollievo solo quando lo si tiene in braccio in piedi....sotto indicazione di un altro pediatra,il quale mi disse che il bambino poteva soffrire di reflusso,gli ho dato il ranidil 2ml mattina e sera,e sembrava un po meglio,appare questa ricaduta. E talmente sfinito che urla con gli occhi chiusi,perché ha sonno ma questi "dolori" lo svegliano e non gli danno tregua. Sono cosciente che un consulto a distanza e molto difficile,ma non so da che parte iniziare per farlo vedere e da chi. Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
gentile signora
il sospetto è quello di una malattia da reflusso gastro esofageo con sindrome di Sandifer.Le consiglio un controllo in reparto di gastroenterologia pediatrica
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto