Utente
Sono un ragazzo di 18 anni il mese di Maggio fino a metà Giugno ho sofferto di disturbi gastrici (prevalentemente pesantezza sulla bocca dello stomaco che durava tutto il giorno accompagnata ogni tanto da bruciore alla gola senza risalita di cibo e dolore dietro alla schiena all'altezza dello stomaco avendo però sempre feci normali con colore non preoccupante)Il medico di famiglia mi prescrisse le analisi e uscirono buone poi mi prescrisse il gaviscon e fermenti lattici ma senza aver sollievo. Fortunatamente verso l'inizio di Luglio scomparvero i sintomi e non sono comparsi per tutto Luglio e Agosto. Ora però da due, tre settimane ho nuovamente avuto un paio di bruciori al altezza della gola ed è ricominciato il peso allo stomaco permanente che mi viene appena dopo 5-10 minuti che mi alzato dal letto fino alla sera , sembra proprio non passare, se mangio velocemente o rimango seduto dopo i pasti aumenta, se invece sono alzato o faccio una passeggiata sembra diminuire un po, ogni giorno appena mi sveglio ho molta ansia perchè mi chiedo se mi verrà il disturbo e puntualmente dopo i 5-10 minuti che mi sono alzato inizia. Ho deciso quindi di fare una visita specialistica, il dottore mi ha diagnosticato una presunta malattia del reflusso e mi ha consigliato una dieta e di fare un Breath test per verificare la presenza del helicobacter pylori, una volta avuti i risultati deciderà se curarmi eventualmente l'HP oppure fare fare un altro tipo di cura (protettori e antiacidi) e mal che vada fare una gastroscopia (ne sarei molto felice perchè avrei la diagnosi precisa di cosa effettivamente ho). Dopo questa mia descrizione, la mia domanda è secondo voi che problema potrei avere allo stomaco? Io temo il peggio avendo altri casi in famiglia di ulcere, ernia ietale e tumore allo stomaco...

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
I sintomi sono da reflusso e come tale dovrebbe essere curato. La gastroscopia non é utile. L'helicobacter nel reflusso non ha alcuna influenza.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per avermi risposto, purtroppo oggi dovevano essere pronti i risultati del HP ma non lo sono ancora e intanto la mia paura aumenta perchè mi chiedo come sia possibile solo con un reflusso ad avere peso e fastidio allo stomaco tutto il giorno e raramente acidità alla gola ?...

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non deve avere alcuna paura, é necessaria solo un'adeguata terapia.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore, i risultati al HP sono usciti negativi, ho iniziato da 5 giorni la terapia che mi ha consigliato il gastroenterologo a base di pariet da prendere a stomaco vuoto 1 volta al giorno (se non sbaglio è un protettore per lo stomaco) e deflux da prendere dopo i pasti 2 volte al giorno( integratore alimentare a base di melatonina) e sinceramente sto avendo un leggero sollievo, il dolore e gonfiore sulla bocca dello stomaco insieme al acidità sembrano essere spariti o meglio compaiono proprio raramente ma adesso sto avvertendo un altro sintomo, gonfiore alla parte più bassa del epigastrio proprio in mezzo dove terminano le due costole, qualche centimetro sopra l'ombelico, mi dura quasi tutta la giornata, il gonfiore è collegato con il reflusso o devo preoccuparmi visto che dura quasi tutto il giorno ? un altra domanda possibile che la terapia duri così lungo(un mese) ? dopo una settimana già dovrebbe darmi importanti sollievi ? Grazie mille in anticipo.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ma di cosa ha paura ???? Si tratta semplicemente di disturbi digestivi che passeranno con la terapia che sta eseguendo. Deve avere solo pazienza.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Dottore tra una settimana terminerò la cura prescritta dal gastroenterologo, sto avendo effettivamente dei miglioramenti, le volevo porre due domande:
Se una volta finita la cura dovrò prendere per sempre medicinali come sto facendo ora o una volta terminata la terapia probabilmente finirò di assumerli e volevo chiederle se secondo lei è opportuno fare la gastroscopia già prenotata per fine dicembre? Giusto per vedere se effettivamente era reflusso...

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Per il futuro bisogna valutare se vi è necessità di riprendere la terapia (solo in presenza di sintomi). La gastroscopia, cessati i disturbi, non é più utile.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Dottore sto continuando la terapia, dovrei finirla il giorno 11, come ho già detto all inizio sembrava che stavo avendo dei giovamenti ma 4-5 giorni fa ho avuto un acidità che mi è durata tutto il giorno e successivamente sono ricominciati fino ad oggi gonfiori allo stomaco quasi tutto il giorno, uguali a quelli che persistevano tutto il giorno prima della terapia. Provo a descriverle meglio il disturbo, mi sento gonfio nella parte del epigastrio,sembra che abbia mangiato chissà quanto, a volte quando faccio respiri profondi sembra che faccia tantissima pressione e stia in tensione quel punto dove mi sento gonfio da aumentarmi il disturbo durante il respiro, è una sensazione strana come se avessi lo stomaco sempre gonfio come dopo una grande mangiata. Poi mi sta capitando di andare poco in bagno e a volte di andare in bagno e fare tane feci (sempre abbastanza normali medio moli e colori non preoccupanti) come se non andassi da tanto, tutto questo può essere collegato con ritardo digestivo e quindi accumulo di feci in un determinato momento ? Sono molto preoccupato e stanco perchè è difficile trascorrere tutto il tempo della giornata o comunque la maggior parte con questo fastidio e tanta paura, può essere una malattia del reflusso così disturbante? Sinceramente secondo lei cosa potrebbe essere data la mia età, i miei disturbi (che li ho dal mese di Maggio, anche se sono andati e tornati diverse volte) ecc? Se fosse stato qualcosa di più preoccupante sarebbe già in stadio avanzato, quindi con altri sintomi? la prego mi faccia un quadro completo per conoscere eventualmente come potrebbero stare le cose e cosa potrebbe essere, in attesa della gastroscopia che ho deciso di fare (il giorno 30 di questo mese). Grazie in anticipo dottore.

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non si allarmi. Ai sintomi da reflusso si può associare qualche intolleranza alimentare, come lattosio e glutine.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Gentile dottore, quali analisi dovrei fare per riscontrare queste intolleranze? Ricordo che il mio medico mi fece già fare le analisi del sangue ad Aprile (un mese dopo l'inizio dei disturbi). Feci le analisi delle urine (Anti Gladina Demidata), quelle del sangue "tradizionali" (Emocromocitometrico, Alanina Aminotransferasi) e in fine quelle per la celiachia se non sbaglio le Anti Gliadina Deamidata (che uscì negativa). L'unico valore "sballato" che uscì nelle analisi fu il valore delle Granulociti Eosinofili (doveva essere tra l'1% e il 7% e uscì 11%) questo valore alto ho letto che può indicare dall' allergia a tumori allo stomaco ecc (per questo sono anche preoccupato)... Grazie in anticipo.

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nessun tumore, ma prenderei in considerazione una sensibilità al glutine (non celiachia) o un'intolleranza al lattosio.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Dottore da una settimana è finita la terapia e non è cambiato nulla ho ancora i soliti sintomi di strana presenza sul epigastrio, (proprio sulla bocca dello stomaco), pesantezza e mi sento in tensione quella zona, da quando mi sveglio al mattino alla sera e davvero mi sono stufato. Attualmente non sto pendendo nessun medicinale aspetto la gastroscopia che ho prenotato per il giorno 30. Ancora non capisco cosa mi possa provocare perennemente questo fastidio e sono sempre più preoccupato, ormai sono mesi... Non so se il reflusso(che mi è stato "probabente" diagnosticato dal gastroentereologo),intolleranza alimentare, ernia irtale, ulcera o peggio ancora tumore possano dare questi sintomi,proprio perché non lo so, sono preoccupato così tanto. Secondo lei?

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nessun tumore ed attenda con tranquillità la gastroscopia.

Mi aggiorni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Gentile dottore, ho appena fatto la gastroscopia e i risultati sono stati i seguenti:

NOTIZIE CLIENTE - sospetta MRGE.
REFERTO
All'esofago distale, in prossimità della giunzione squamo colonnare, piccola ulcerazione triangolare all'apice di un plica. Biopsie. Cardias beante. Stomaco di volume normale. Pareti ben distendibili. Mucosa normale. Biopsie in antro e corpo. Piloro pervio. Nulla di duodeno fino alla seconda porzione.
CONCLUSIONI
Ulcera dell'esofago distale: istologia in corso.
Incontinenza del cardias.

Il 14 ritirerò i risultati della biopsia.

Cura:
LUCEN (protettore gastrico esomeprazolo) 40 mg 1 al mattino a digiuno per 8 settimane poi successivamente 20 mg per 4 settimane.
+ in contemporanea
SUCRAMAL (sucralfato) 1 bustina a metà mattina e 1 a metà pomeriggio per 2 settimane poi successivamente sostitutore con GERDOFF (per trattamento reflusso gastro- esofageo) fino alla fine della terapia.

Con questa cura dovrebbe guarire l'ulcera ma ha detto il dottore c'è la possibilità di ricomparsa e non vorrebbe darmi medicine per lunghi periodi di tempo o addirittura per sempre come ad esempio protettori ecc. visto la mia giovane età (18 anni), la mia domanda è per quale motivo preferisce non darmeli così a lungo secondo lei visto che potrebbero aiutarmi a non farmi peggiorare?

Altra domanda, secondo lei dopo questa terapia come faccio a sapere se l'ulcera è guarita e quali sono le probabilità di una ricomparsa, c'è probabilità che guarisco del tutto senza ricomparsa? E come faccio a non farla aggravare e non farla diventare in futuro un esofago di barrett ad esempio?

Ultima domanda quali sono gli stili di vita da adottare per non favorire la ricomparsa e quale dieta devo adottare sopratutto per i primi piatti? Posso mangiare pasta con i legumi (lenticchie, fagioli e ceci, gli unici che mi piacciono) e pasta al sugo con il parmigiano, pasta con la panna o carbonara ? Se no, quali tipi di primi piatti posso mangiare?Il dottore già mi ha dato una dieta ma sto avendo davvero problemi per i primi piatti, non so cosa farmi cucinare per pranzo.
Grazie mille in anticipo e buone feste.



[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ulcera è da reflusso e la terapia è adeguata. Se alla sospensione della terapia dovessero ricomparire i sintomi da reflusso bisogna riprendere la terapia, Si vedrà in futuro se ha necessità di terapia continuativa o ciclica. La gastroscopia non è indispensabile per il controllo.

Per l'alimentazione ecco dei suggerimenti:


https://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/787-il-reflusso-gastro-esofageo-a-tavola.html



Cordialmente




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore, ho letto i suoi consigli ma non ho capito una cosa riguardante questo paragrafo.:
"Tutte le verdure vanno bene in quanto le fibre indigeribili sono molto utili per facilitare il regolare transito intestinale. Tuttavia, lo svuotamento gastrico può essere rallentato in quanto lo stomaco ha la funzione di frammentare tali fibre. Ciò significa che un pasto serale molto abbondante di fibre potrebbe quindi favorire il reflusso. I legumi meglio evitarli."

Lei intende evitare i legumi in generale o solo di sera?

[#17]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008


>> Lei intende evitare i legumi in generale o solo di sera? <<

Ciò dipende dalla sua digeribilità...



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#18] dopo  
Utente
E per quanto riguarda le verdure lo stesso principio ovvero dipende dalla mia digeribilità o solo la sera?
Meglio verdure cotte o crude come insalata? oppure è indifferente?
Grazie di cuore per la sua disponibilità!

[#19]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Meglio le verdure cotte e dipende sempre dalla digeribilità personale.....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#20] dopo  
Utente
Dottore per quanto riguarda il sugo di pomodoro è meglio quello passato fatto in casa o pasta con pomodoro fresco? O meglio evitare assolutamente pasta e sugo di pomodori ?

[#21]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Solitamente è il pomodoro fresco che da fastidio......


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#22] dopo  
Utente
Dottore come le ho detto, il 14 andrò a ritirare i risultati della biopsia. Intanto volevo sapere se con la cura è sicuro che si guarisce la piccola ulcerazione triangolare dell'esofago distale o è possibile che non guarirà mai? Cioè è come guarire una febbre che è sicuro che passa, ma può ricomparire, però intanto PASSA? o rimarrà a vita senza mai levarsi? e di conseguenza portare per sempre il gonfiore ecc. Un altra domanda, l Incontinenza del cardias sarebbe una piccola ernia ietale? Grazie in anticipo.

[#23]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
- Non ho mai visto non guarire un'ulcera dell'esofago correttamente trattata...

- Il gonfiore non è determinato dall'ulcera

- l'incontinenza cardiale favorisce il reflusso come la piccola ernia (ma sono due condizioni anatomiche diverse)

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#24] dopo  
Utente
E a cosa potrebbe essere determinato il gonfiore? Lessi che il gonfiore simile al mio può essere un sintomo appunto del ulcera dell'esofago, per questo le ho chiesto. Cordialmente

[#25]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Puó essere semplice aerofagia...

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#26] dopo  
Utente
Dottore ho ritirato i risultati della biopsia ecco i risultati:

A)Gastrite cronica lieve,a lieve attività. Non evidenza di contaminazione batterica tipo HP

B)Mucosa esofagea ispessita.
In un unico frammento sono presenti fenomeni necrotico-degenerativi bordati da epitelio squamoso, anche con focale displasia di natura verosimile flogistica.

Si raccomanda ripetuta rivalutazione dopo terapia. (Gastroscopia)

Il gastroentereologo mi ha detto che l anomalia illustrata nel punto B è dovuta alla piccola ulcerazione al esofago, che se non avevano individuato l ulcerazione, que sta anomalia poteva essere preoccupante ma sicuramente è legata all ulcera.

Le mie domande sono:
Effettivamente questa anomalia è riscontrata a tutti i soggetti che hanno un ulcera al esofago,o in alcuni casi si è in altri no? Di conseguenza posso stare effetivamente, completamente tranquillo?

La ringrazio in anticipo per le risposte. Lei è una delle persone più brave e disponibili che io conosca!


[#27]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non è presente in tutti i soggetti, ma può stare assolutamente tranquillo ....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#28] dopo  
Utente
Mi hanno spiegato che questa anomalia è una conseguenza del ulcera e della cicatrizzazione ecc ecc Ma come si risolve? Con la cura del ulcera ? È abbastanza facile risolvere tutto, quanto tempo ci vuple piu o meno e sopratutto in tutti i pazienti si risolve?
Ho anche un ingrossamento dei linfonodi "2" laterocervicali ( a sinistra ) e uno sotto il mento abbastanza piccoli, solo uno un po più grande ma non esagerato tipo come un fagiolo. Non mi danno dolore e sono mobili ho già prenotato ecografia e analisi del sangue, potrebbe essere collegata la cosa?

[#29]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ulcera si cura e non vi é collegamento con il linfonodi...


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#30] dopo  
Utente
Curata l ulcera si cura automaticamente la situazione anomala degli strati della mucosa, illustrata nel punto B quindi? Ho capito bene ?( mi perdoni)

[#31] dopo  
Utente
Dottore mi perdoni, vorrei sapere se l anomali della mucosa (da quanto ho capito si tratta di essa) illustrata nel punto B si risolverà tranquillamente curando l ulcera o sono due cose differenti?

[#32]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si. É così.......



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it