Utente 328XXX
buongiorno ,
a mio figlio di 4 anni e mezzo è stato diagnosticato helicobacter tramite esame delle feci , richiesto in quanto da 2 mesi manifestava nausea ricorrente di breve durata senza vomito ( tutte le mattine e le sere e spesso anche durante la giornata e di notte) , dolori addominali di breve durata , senso di pienezza appena mangiava qualcosa e inappetenza.
la pediatra visto la positività all'helicobacter ha prescritto la seguente cura x 15gg
lucen 10 1 bustina prima di colazione
veclam 100ml250/5ml fino a tacca 18 kg mattina e sera .
finita la cura abbiamo eseguito subito gli esami delle feci che sono risultati negativi ( ho letto però sul vs link che gli esami vanno ripetuti solo ad un mese dalla fine dell'antibiotico)
I sintomi a distanza di 10 gg sembravano essere spariti, tra l'altro abbiamo collegato all' helicobacter anche un prurito generalizzato che persisteva da luglio periodo nel quale ha avuto un rash cutaneo sulla schiena simile ad orticaria che è stato poi inquadrato da pediatra e dermatologo come dermatite , prurito che dopo quasi un anno con l'antibiotico sembrava sparito .
A distanza di 20 gg dalla fine dell ' antibiotico ha avuto nuovamente un rash cutaneo e ha cominciato nuovamente con leggeri dolori di stomaco quindi è stato ripetuto l'esame delle feci con risultato negativo .( distanza dalla fine dell'antibiotico 20 gg)
In questi ultimi giorni sono riemersi nausea, dolori addominali e prurito, inappetenza , è passato esattamente un mese dalla fine dell'antibiotico.
Stamattina la pediatra mi ha prescritto visita gastroenterologo e nuovamente esame feci.
Potrebbe essere ancora helicobacter anche se i risultati sono negativi forse perchè l'esame delle feci è stato richiesto prima dei tempi previsti?
Ho sempre letto che la cura è composta da 2 antibiotici , a mio figlio ne è stato prescritto un solo , è corretta visto che è piccolo ?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
gentile signora
l'infezione da H.pylori è trasmessa di solito dalla saliva, bevendo da bicchieri usati da persone infette, tra cui i genitori.Va trattata secondo i protocolli stabiliti ,la conferma dell'eradicazione avviene con l'urea breath test, dopo 4 settimane dalla terapia.Per l'esantema e il prurito ricorrenti, potrebbe essere in causa una allergia alimentare associata, pertanto andrebbero effettuati anche esami specifici allergologici
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 328XXX

Gentilissimo Dott la ringrazio innanzitutto per la Sua risposta.
Se non ho capito male la cura che mio figlio ha eseguito quindi non è quella del protocollo che consiste in 2 antibiotici, come la verifica dell'eradicazione eseguita troppo presto.
Il breath test può essere eseguito anche su bambini piccoli o l'ingestione del liquido da bere risulta difficoltosa? domani effettuerà nuovamente i test tramite le feci che mi ha prescritto nuovamente la pediatra ed essendo ora passate le 4 settimane spero diano esito positivo in modo da poterla curare appropriatamente , mi spaventa molto di più l'idea di non sapere a cosa siano dovuti la nausea e il mal di stomaco!
Per quanto riguarda il prurito continuo e persistente dallo scorso anno abbiamo effettuato sia i test allergologici che l' esame dei parassiti tutti con esito negativo.
Ho associato tale sintomo all' helicobacter in quanto ho letto su qualche sito che si può manifestare in alcuni casi sintomi prurito generalizzato , ed effettivamente finita la cura con l'antibiotico il prurito è magicamente sparito ricomparendo sono nel momento in cui ha ricominciato a lamentare nausea e mal di stomaco.
io ho già effettuato la ricerca antigene risultando negativa e sicuramente mio marito la effettuerà al più presto per scongiurare una reinfestazione al bambino.