Utente 151XXX
Salve sono una figlia preoccupata per il proprio padre,il quale dopo circa 20 giorni di tosse secca e qualche saltuario giorno di febbre,durante i quali giorni ha preso in primis tavanic 500(n.7)e successivamente rocefin+bentalan(n.9).In fine visto il perseverare della tosse il medico curante prescrive un rx toracica dalla quale è emerso un versamento pleurico.Immediatamente ricoverato in ospedale(reparto pnemologia)prelevano un po' di liquido per esaminarlo ( ad occhio nudo è di colore giallino nitido) e fanno una tac toracica con e senza mezzo di contrasto dalla quale si evince un ispessimento della pleura, del versamento pleurico e non si evidenziano placche. mio padre di 64 anni non ha mai sofferto di nulla, solo un pò di pressione alta che ha stabilizzato con i farmaci, fa un lavoro tranquillo (custode di stabile), come può essere successa una cosa del genere? e' qualcosa di preoccupante? come si puo' risolvere questo problema? può essere stata un infezione virale a causare tutto ciò? Se non fosse nulla di preoccupante può riprendere la stessa vita di prima o sarà un soggetto debole per sempre? Spero in una sollecita risposta e colgo l'occasione per inviare cordiali saluti e tanti auguri di una serena pasqua.

[#1] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile utente......
in genere un'essudazione pleurica, con associato ispessimento della pleura e' l'espressione di una serie di patologie ad eziopatogenesi diversa.......

In genere tale situazione puo' essere associata a patologie infiammatorie, a processi infettivi ed anche a neoplasie della pleura......

No ci si puo' esprimere in maniera precisa in assenza di altri dati....

La cosa confortante, a mio avviso è che tale situazione
si è presentata dopo una sindrome simil influenzale,
con febbre e tosse.........
quindi e' certamente possibile che il versamento sia parapneumonico, ossia generatosi in risposta ad un evento infettivo del parenchima polmonare (di natura batterica o virale????)

In ogni caso.....l'analisi del versamento potrebbe fornire indicazioni ulteriori.......sotto l'aspetto microbiologico e citologico.......

Tuttavia se tale situazione dovesse persistere....nonostante gli antibiotici ed il resto delle terapie a mio avviso potrebbe essere utile l'esecuzione di una pleuroscopia, durante la quale e' possibile visualizzare in maniera diretta la pleura interessata ed eventualmente effettuare dei prelievi bioptici per esame istologico.........

Purtroppo le dico che le patologie pleuriche , sono patologie che necessitano di tanta tanta pazienza.....
Si affidi ai colleghi pneumologi dell'ospedale presso il quale suo padre e' ricoverato....ed attenda la risposta della terapia o l'esito degli esami accessori....

La saluto e se ha bisogno di ulteriori informazioni o eventuali consigli siamo a sua disposizione
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli