Utente
Gent.le Dott.re Sono una donna di 43 anni, e da 2 settimane soffro di dispnea.Mi sono recata in ospedale, e dopo una rx torace, un elettrocardiogramma e delle analisi del sangue,mi è stato somministrato dello zantac+una siringa di spasmex, per aiutare l'intestino, perchè avevo un addome contratto.Mi è stato detto che ero in uno stato ansioso e che non avevo nulla se no un pò di infiammazione ai bronchi, ma non era bronchite. .Nei giorni giorni successivi ho preso del bentelan 1 compressa da 1g x2al dì x 3 giorni e lo dovuta sospendere per un rialzo improvviso di pressione arteriosa 170/90.IO soffro di tiroidite e non prendo farmaci.Soffro di aritmia cardiaca,ma il betabloccante mi è stato tolto perchè i battiti rallentavano troppo.Prendo mezza pasticca di Losazide da 50 a gioni alterni,perchè la pressione è normale.Ho una cisti in sede surrenalica destra di 21mm,un adenomioma della colecisti+ un calcolo.Ho effettuato una visita da un allergologa per vedere se ero allergica ed è uscita una lieve allergia agli acari della polvere di casa.La spirometria era nei limiti.Dopo 2 prove,la dottoressa ha lasciato stare perchè avevo il naso chiuso.Mi ha consigliato di prendere del pantorc 20,1 compressa al giorno e del gaviscon la sera per un mese, perchè ha sentito dei ronchi nelle spalle e ha detto che potevano appartenere alle alte vie respiratoria e quindi devo fare un rx torace di controllo,un orl e che poteri avere un reflusso.La mia domanda è :se fosse il cuore,devo anche effettuare un ecocardiogramma,visto che l'ultimo ecocuore fatto 2 anni fà era uscita la valvola mitralica fibrotica.Cosa mi consigliate?grazie

[#1]  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
0% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Allora leggendo la sua richiesta di consulto, le dico che la prima cosa da fare e' il tentativo di perdere peso, in maniera graduale ma convinta e costante.
In secondo luogo, oltre all'approccio dietetico, ritengo necessaria dal mio punto di vista una valutazione combinata cardiologica/endocrinologica per capire la natura di questa sua aritmia cardiaca probabilmente indotta dallo squilibrio tiroideo...
Certo darle dei consigli da questa posizione e' difficile anche in considerazione della problematicita' della patologia...
Il mio consiglio e' pertanto quello di mettersi a dieta, associando se possibile una costante attivita' fisica, e di farsi visitare periodicamente da un cardiologo e da un endocrinologo di fiducia al fine di stabilire un giusto equilibrio utile a mantenere la sua patologia in controllo clinico.

Per il resto da quello che leggo, lei non ha patologie di pertinenza pneumologica.
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#2] dopo  
Utente
Gent.le Dottore vorrei specificare che io sono seguita al cardarelli per quanto riguarda la cisti surrenalica, e per la tiroidite:Il medico che mi segue non ritiene di dovermi dare della terapia in quanto ho solo gli anticorpi elevati,e faccio controlli semestrali.A livello cardiologico,sono + di 5 anni che ho delle extrasistole sopraventricolari e ventricolari e vari holter che ho fatto non hanno riscontrato nulla di patologico.Sono alta 1,65 e peso 89 kg.Mi muovo sempre con la macchina perchè abito in provincia e in una zona isolata.Non ho avuto mai problemi di dispnea anche se sono obesa,mi sono sempre mossa con agilità.Per questo motivo sono preoccupata.Ho dimenticato di dirle che ho anche l'anemia e in questo momento prendo fertifol.La ferritina a luglio era 2,8 e la sideremia era 70, i folati a 4,11,emoglobina a 12.Sono in una situazione critica,anche perchè sia il cardiologo che l'endocrinologo non ritengono che io abbia una patologia grave.Ma io continuo a non stare bene.Mi scusi se le ho recato fastidio.grazie