Utente 159XXX
Buon giorno. Le volevo chiedere se si possono avere bronchiti e allergie insieme e come capire.
Dall'anno scorso ho avuto allergia. Da allora spesso mi ammalo di vari disturbi alle vie respiratorie e avvengono uno dopo l'altro,sinusite,influenza o bronchite, laringite, catarro nei bronchi e orecchie,e poi sintomi di allergia. Questi malanni li ho avuti l'autunno scorso, tra fine marzo e aprile, e in queste settimane. I vari sintomi si mischiano e non so cosa siano veramente, però il medico mi da i medicinali per la bronchite e di conseguenza prendo gli antistaminici. L'estate scorsa ho fatto la radiografia al torace e spirometria e sono usciti normali. Un mese fa ho fatto due test per le allergie ed è uscito fino ad ora che sono allergica a 11 cose, tra cui vari pollini, acari,polvere e pelo gatto e in minoranza istamina e parassita piante. Dovevo prendere l'antistaminico ma avevo interrotto perché dovevo prendere altre medicine.
Mentre ad aprile i sintomi erano influenza e vertigini. In questi giorni i sintomi sono da bronchite. In generale iniziano con sinusite e cervicale, vertigini, spossatezza o instabilità e non riesco a stare in piedi, orecchie tappate con catarro e catarro nei bronchi.Il catarro non vuole sciogliersi. Però fino ad ora non avevo sintomi di allergia, ma questa notte avevo un pò di asma e ho fatto solo due starnuti, ma non ho tutti gli altri sintomi tipici dell'allergia. Invece quando mi viene l'allergia mi viene un forte malessere e bruciore al torace e asma e basta. Ero andata da un medico ma l'antibiotico mi faceva male, oggi sono ritornata invece dal mio medico e mi ha dato 12 iniezioni di antibiotico e incomincerò a prendere l'antistaminico. Altre persone mi dicono che i sintomi di allergia possono essere scambiati con bronchite.
Secondo i sintomi descritti è veramente bronchite o allergia.

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Cara utente,
credo proprio che bisogna chiarire alcune cose!
L'allergia può dare, fondamentalmente: 1) RINO - SINUSITE(di cui lei, a quanto pare, è portatrice) 2) ASMA BRONCHIALE di cui, verosimilmente, non è affetta: spirometria nella norma in estate (andrebbe ripetuta in questo periodo!) 3) sintomi CUTANEI o ALTRO che non menziona neanche.
L'allergia NON DETERMINA BRONCHITE!!! (quantomeno non direttamente).
Ovviamente andrebbe visitata e ripetuta la spirometria, come già detto.
Intanto concentrerei l'attenzione sulla RINO - SINUSITE verosimilmente allergica; fosse di altra natura cambierebbe poco: essa determina produzione di secrezioni, a volte abbondanti, a livello della via aerea superiore che, in parte vengono deglutite, in parte, superando la laringe, vengono inalate attraverso la trachea nei bronchi: è così che dalla RINITE si giunge alla BRONCHITE. Specialmente quando le secrezioni (ricche di zuccheri e proteine) diventano "terreno di coltura" per i batteri e si infettano: solo allora sono utili gli antibiotici (sistemici e topici) ed i mucolitici, meglio se topici (in aerosol).
Quindi, oltre a curare l'"effetto" cioè la bronchite, se già in atto, bisogna prevenire la "causa" ovvero la rinite (allergica o non allergica il rimedio cambia poco). Così, fino al prossimo controllo pneumologico e spirometrico, oltre alla terapia in atto, le consiglio effettuare abbondanti e ripetuti lavaggi nasali con acqua salina ipertonica, ovvero acqua salata come l'acqua del mare: 1 cucciaino da caffè di sale da cucina in 1 bicchiere da 200 ml di acqua potabile. 2 - 5 ml per narice, per 2 - 3 volte al giorno, fatti "scendere" fino ai seni paranasali frontali, con una siringa: meglio se in posizione supina con il capo iperesteso. Potrebbero seguire, su consiglio del suo Curante, spray nasali di antistaminico eo corticosteroide e, se necessario, anche un antistaminico sistemico. Se riuscisse a tenere naso e seni paranasali sempre liberi e asciutti, andrebbe a ridurre, e sensibilmente, gli episodi di bronchite. Andrebbe a migliorare, cioè, la cosidetta sindrome "RINO BRONCHIALE".
CORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 159XXX

Gent.mo dottore.
quello che volevo capire e se l'allergia o sinusite debilitando l'organismo alle vie respiratorie provocando spesso bronchite e influenza , può fare emergere infezioni. Perché tutti questi problemi sono nati dall'annos corso da quando ho incominciato con l'alelrgia.
Lei ha scritto le stesse cose che mi disse il pneumologo l'estate scorsa e anche le possibili terapie. Allora che non avevo fatto ancora accertamenti sul'allergia, il pneumologo diagnosticò, secondo quello che gli avevo detto, Rinite atopica e sinusite. Qualche mese fa dai test è uscito che sono allergica a 11 cose da polline/acari e pelo gatto, ecc.
L'asma (non grave)l'ano scorso mi venne di più la seconda metà di maggio, fino ad ora l'allergia e asma non mi è ancora venuta, solo qualche notte ho avuto asma leggera, ma non so se veramente asma, perché mi si chiudono un pò le narici. Non ho sintomi cutanei. In generale quando mi vengono i malanni, mi vengono uno dietro l'altro e incomincia sempre con il mal di testa da raffreddore o sinusite, poi cervicale, e/o infiammazione gola, orecchie tappate e acufeni e poi con bronchite o influenza. Per esempio in questi giorni mi è passata la bronchite per cui avevo fatto le siringhe di antibiotico e solo le siringhe me la fa passare, il medico mi aveva dato le bustine di mucolitico Artosal, ma faceva peggiorare il catarro nei bronchi. Così mi sono fatta scrivere l'aerosol con clenil+flumicil, come avevo fatto altre volte. Appena è passata la bronchite mi è ritornato il mal di testa da sinusite che si irradia dalla fronte a tutta la parte sinistra della testa e spesso ho pressione tra occhie e naso. Altre volte prendevo il locabiocal per la sinusite e mi passava. Quando mi vengono questi disturbi e bronchite il catarro o muco non viene sciolto facilmente è come se va a finire nei bronchi o orecchie.
Le terapie che stavo seguendo che però le avevo interrotto perché dovevo prendere altre medicine detto dal mio medico. Sono:l'allergologo mi aveva dato antistaminico per tre mesi e spray nasale e Ventolin al bisogno (che però non mi sono serviti fino ad ora). Li avevo interrotti e poi ripresi. Perché certe volte quando mi vengono queste infiammazioni come nelle orecchie mi vengono vertigini e certe volte anche ansia perché mi stresso quando sono ammalata. Allora avevo interrotto l'antistaminico perché prendevo l'antivertigine o le gocce per l'ansia.
Perché si scatenano uno dietro l'altro. Il problema è che se vado dal mio medico o dall'otorino non mi sanno dare le terapie giuste per la sinusite o infiammazioni delle vie respiratorie, il mio medico mi da solo quella per la bronchite e gli devo ripetere di voler la terapia aerosolica che per me ha funzionato meglio.Per adesso ho smesso di prendere le medicine perché non avendo indicazioni precise sulle terapie da fare. Ho tutte le medicine: antistaminica, aerosolica, per sinusite, ecc.
Secondo lei dovrei fare solo quella per la rinite allergica? antistaminico e aerosol?
Cetirizina, aerosol con clenil+flumicil?

Adesso sta anche il fatto che i miei parenti dicono che prendo troppe medicine e non capiscono che tutti questi problemi esistono.


Grazie per la sua attenzione.




[#3] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
CERCO DI CHIARIRE ULTERIORMENTE: L'ALLERGIA NON PROVOCA "DIRETTAMENTE" PROBLEMI. SE PERO' L'ALLERGIA PROVOCASSE ASMA BRONCHIALE SI CUREREBBE L'ASMA, SE PROVOCA RINO - SINUSITE SI CURA LA RINO SINUSITE. LE HO INDICATO IL METODO "NON FARMACOLOGICO" PIU' IDONEO ED IN ASSOLUTO (SECONDO ME) IL PIU' EFFICACE: LAVAGGI NASALI CON ACQUA SALINA IPERTONICA DA EFFETTUARE SEMPRE, PIU' VOLTE AL GIORNO, ALMENO FINO A FINE PRIMAVERA.
PER IL RESTO, LE BRONCHITI, SONO SPESSO "FIGLIE" DELLE RINITI. NON VISITANDOLA, NON POSSO DIRE MOLTO IN MERITO ALLA TERAPIA DELLE BRONCHITI IN ATTO... In linea di massima, però, ritengo che i mucolitici più efficaci siano quelli "topici" per aerosol (vi associerei sempre una piccola quantità di broncodilatatore oltre al corticosteroide).
CORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo