Utente 462XXX
Salve, grazie per il vostro servizio. Sono un ragazzo di 18 anni. Da alcuni mesi sto avendo problemi di respirazione, specialmente in fase inspiratoria, con necessità di fare respiri profondi, e affaticamento in generale. Inoltre avverto muco in gola (sopratutto dopo una risata o in condizioni di umidità/vapori (?) ) che non riesco ad espellere e quindi cerco di rimuoverlo "raschiando" la gola. Non ho tosse ma un leggero sibilo sopratutto serale che proviene a mio parere dalla gola.
Sono allergico alle graminacee, ulivo, pelo di gatto e cane, ma non penso che questo problema sia dovuto a questo visto che non ho gatto/cane in casa. Ho avuto problemi di allergia soltanto ad Aprile, con naso chiuso e congiuntivite, ma già da tempo avvertivo questo problema di respirazione. Così il mio allergologo ad Aprile mi ha prescritto: Zhekort, Revinty Ellipta, Singulair ed un antistaminico, questa terapia risolse la congiuntivite ed il naso chiuso, ma non i problemi di respirazione. Così a Settembre l' allergologo sostituì Revinty con Foster 200/6 (1 inalazione al mattino e 1 alla sera) ma a distanza di 3 mesi, non ho notato nessun miglioramento (non ho saltato un giorno ed uso lo spray correttamente)

Aggiungo che sono in cura per esofagite e gastrite (diagnosticata con gastroscopia) da Agosto con Omeprazen, situazione leggermente migliorata.

Ho effettuato inoltre una visita dallo pneumologo e spirometria a Dicembre, egli ha escluso l'asma, dicendo che si tratta di uno stato ansioso.

Quindi vorrei chiedervi, la terapia asmatica (ma non mi hanno mai detto di avere l'asma!!) che non mi ha mai portato benefici, può far intendere che i miei problemi siano legati all'ansia o al reflusso?

Grazie mille, spero di ricevere una risposta.

[#1] dopo  
Dr. Mario Francesco Damiani

20% attività
0% attualità
0% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2017
Salve, da quanto leggo ti sono state diagnosticate 1) un'allergia per numerosi allergeni inalanti 2) esofagite da reflusso
Entrambe sono condizioni predisponenti per asma bronchiale . Dubito che la tua problematica sia legata ad uno stato ansioso
Cordiali saluti
Dr. Mario Francesco Damiani

[#2] dopo  
Utente 462XXX

Grazie per la risposta, però non capisco... Tutti i medici (medico di famiglia, allergologo e pneumologo) hanno escluso l'asma anche auscultando il torace e e la terapia non ha mai funzionato, inoltre non ho problemi con l'attività fisica...

[#3] dopo  
Dr.ssa Ida Ciamarra

20% attività
4% attualità
0% socialità
LATINA (LT)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2012
Gentile utente ,credo che lei abbia entrambe le cose ! Un’asma lieve intermittente denunciata dai sintomi che lei descrive come respiro sibilante serale e l ipersecrezione di muco , che si manifesta tipicamente con accumulo di muco e necessità di schiarire la gola ; ma la clinica e intermittente e quindi si configura come una asma lieve , mentre il disturbo di respiro corto con difficoltà ad arrivare a “fine corsa” è un disturbo dalle caratteristiche di carattere funzionale e quindi molto verosimilmente di natura emotiva ! Chiaramente la terapia con gli spray non influenza quest’ultimo sintomo e quindi lei non noterà miglioramenti relativamente ad un disturbo ansioso ! Per questo mi sento di tranquillizzarla invitandola a seguire i consigli dello specialista pneumologo che seguirà il decorso della sua asma lieve ,e avrà modo di darle qualche consiglio anche per sciogliere il fastidio di una somatizzazione di ansia ! La saluto cordialmente
Dr. ida ciamarra

Ida Ciamarra

[#4] dopo  
Utente 462XXX

Grazie mille dr.ssa!! Adesso è tutto più chiaro, quindi cercherò il prima possibile di curare l'ansia (sono ipocondriaco).
Vorrei chiederle un'ultima cosa: questa forma di asma lieve, potrebbe essere dovuta ad un'irritazione a causa del reflusso? Perché a volte ho bruciori molto forti che sento arrivare fino alla gola.
Grazie ancora!!