Utente 385XXX
Gentili medici dello staff desidererei che mi aiutaste a fare un po' di chiarezza sulla tubercolosi e soprattutto sul suo grado di infettività.
Forse esagero a pensarci ma dato che è una delle malattie piu terribili degli anni passati che si credeva debellata o quasi in Italia e ora è tornata vorrei capire in che misura bisognastare attenti...



nel mio caso specifico, mi trovo di tanto in tanto a frequentare due cugini della mia ragazza (fratelli tra loro) che un paio d'anni fa ebbero questa malattia, (a distanza di pochi mesi l'uno dall'altro) e da un anno e forse qualcosa di piu hanno cessato la cura antibiotica e stanno bene, conducono una vita normale. forse sarà una mia fobia ma quando ci devo uscire sono sepre nervoso cerco di non stare in luoghi chiusi,parlare a brevissima distanza, ovvio a nn bere nello stesso bichiere se si va a cena fuori ecc. perchè qualcuno una volta mi disse che la malattia cessa dopo un po' di mesi o appunto un annetto di cure antibiotiche ma può rimanere l'infezione....l'infezione è contagiosa? forse con questa lettera vi farete quattro risate ma giuro che non scherzo e i farebbe piacere qualche chiarimento in più! Grazie anticipatamente!

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il periodo di massima contagiosità della TBC si ha solo nelle prime fasi di malattia, allorquando è particolarmente elevata la carica batterica ed ancora deve essere iniziata una specifica terapia. Dopo la diagnosi e l'inizio di una terapia adeguata, la contagiosità rapidamente decresce e dopo un anno può sicuramente considerarsi nullo. Stia perciò tranquillo e sereno. Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO