Utente 414XXX
Gentili dottori, nei giorni precedenti ho eseguito una pulsossimetria della durata di 3 ore perché riscontro alcuni problemi soltanto quando parlo per pochi secondi o rido (mi gira la testa e avverto un senso di pausa al battito cardiaco)... Allora lo pneumologo per tranquillizzarmi mi ha fatto mettere il pulsiossimetro per una serata. Il risultato mi preoccupa molto, la saturazione minima è 91% (e purtroppo non è un artefatto perché refertato dal medico) e la massima 99%; quindi con quel 91% praticamente sono andata in ipossiemia... l'ipossiemia può portare a fibrillazione ventricolare e asistolia, giusto? Cosa devo fare? Il dottore non mi risponde al telefono e mi sento terribilmente preoccupata. Ho paura, ho solo 22 anni, non sono sovrappeso, non fumo, sono solo sempre stanca e affaticata...

[#1] dopo  
Dr. Luca Ferrara

20% attività
4% attualità
0% socialità
ANZIO (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2018
SALVE SARA' SUFFICIENTE UN CALO PONDERALE ED AFFROFONDIRE IL TUTTO CON UNA POLISONNOGRAFIA ED UNA SPIROMETRIA GLOBALE.
CON CORDIALITA' DOTT. FERRARA
Dr. luca ferrara

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Salve, ho già eseguito la spirometria ed è nella norma. Idem la polisonnografia (i valori oscillano da 95% a 98%). Però non riesco a stare tranquilla per quel calo di saturazione a 91% durante la serata durato 8 minuti... Cosa altro posso fare? Soffro anche di una leggera forma di disautonomia se può esserLe utile. Grazie mille.