Utente 482XXX
Gen. dottori,sono un ragazzo di 30 anni, ansioso, non bevo, non fumo, faccio sport regolarmente a livello amatoriale anche se da circa 13 mesi ho dovuto abbandonare l'attività fisica per colpa di un'ernia discale L5-S1.
Da anni soffro di un problema che non trova ancora soluzione. Ho iniziato nel 2012 ad avvertire durante il giorno delle sensazioni sgradevoli nel petto, il classico "tuffo al cuore" che si sente quando ci si spaventa. Percepivo tali sensazioni in continuazione, salendo le scale o facendo piccoli sforzi, ma a volte anche solo stando seduto. Ho eseguito ECG a riposo: RS, aspetto rSr' in V1-V2, ST sopraelevato concavo 1.5mm, blocco di branca DX incompleto. Ho eseguito anche esami del sangue per la tiroide, anch'essi nella norma.
A febbraio 2015 mi rivolgo ad un cardiologo perchè il problema si ripresenta: dopo uno sforzo significativo (es. pedalata intensa) tornavo a percepire queste sensazioni di tuffo al cuore, non tanto durante lo sforzo ma in fase di recupero es. di notte.
Tornato a casa dopo la pedalata stavo bene, ma successivamente passavo la notte insonne perchè questi "colpi" addirittura mi svegliavano. Risultato visita cardiologica + ECG a riposo: "episodi di cardiopalmo che dalla descrizione sono tipici per extrasistolia, sporadico, a periodi più frequente spesso nel recupero dopo attività fisica. Mai sincopi. Asintomatico per dispnea/angor. EO: PA 110/80 mmHg, itto in sede, toni ritmici, T2 sdoppiato, no soffi, MV diffuso, no stasi, polsi periferici presenti, normoisosfigmici. ECG: RS 94/min, PR nella norma, r' 2mm in V1, ST sopraelevato concavo 1.5mm. Con V1-V2 in secondo spazio intercostale accentuazione di R' ampia, riduzione sopraslivellamento ST a 0.5mm orizzontale. Concludendo: cardiopalmo extrasostolico in assenza di segni clinici o anamnestici di cardiopatia. Aspetto ECG compatibile con BBD incompleto, si consiglia test alla flecainide per escludere malattia canali ionici".
Il mese successivo ho eseguito il test alla flecainide: "dopo flecainide 2mk/kg (110mg) in 10 minuti aspetto rSr' invariato, lieve allargamento QRS. Concludendo: test negativo per pattern ECG Brugada tipo 1".
Dopo un anno e mezzo, la notte successiva ad una intensa pedalata in montagna rimasi sveglio tutta la notte, non essendo in grado di prendere sonno a causa dei violenti "colpi" che percepivo nel petto.
Lo stesso cardiologo che mi aveva visitato nel 2015 mi rifece ECG, il cui esito fu: "toni ritmici, pause libere, MV diffuso, non stasi alveolare, no segni scompenso emodinamico, RS 80/min, PR normale, BBD". Egli ribadì che non vi era alcuna patologia, che il tutto era da imputare semplicemente al BBD. Da circa un mese ho iniziato a fare es.di riabilitazione per l'ernia in palestra, e da quando tali es.sono diventati più intensi (es.cyclette o es.con pesetti) il problema è nuovamente tornato! A questo punto che fare? A 30 anni non posso pensare di passare la notte insonne perchè ho fatto una pedalata o uno sforzo di troppo!

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La cosa piu intelligente da fare è programmare un holter durante e dopo una pedalata , come dice lei , per valutare tipo ed incidenza delle aritmie

cordialita

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 482XXX

Grazie Dottore per la risposta estremamente rapida...
Consapevole dei limiti che caratterizzano questi consulti a distanza, le chiedo: secondo lei vi sono elementi che potrebbero segnalare una cardiopatia? E soprattutto, crede che sia pericoloso continuare a fare sport? Il cardiologo che mi visitó disse che non c'era nessun rischio nel fare attività fisica, ma io da buon ansioso quale sono certe notti mi sento talmente male che ho il terrore di non svegliarmi più al mattino...

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma lei legge le mie risposte?
Ha programmato un Holter?
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 482XXX

Certo che le leggo Dottore, ma il suo suggerimento di programmare un Holter non mi toglie il dubbio se questa situazione sia indicativa o meno di cardiopatia. Per questo motivo le ho chiesto un parere su questa tipologia di sintomi. Detto questo provvederò con ulteriori accertamenti.

Grazie

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi scusi ma gli esami si fanno approsta per sapere se lei abbia o meno problemi.
Se lo sapessi gia' ora non le consiglierei un esame.
Le pare?
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza