Cambio del farmaco

Buongiorno,
Volevo chiedervi questo, ho 46 anni, a 20 ho sofferto di attacchi di panico, depressione e agorafobia, risolto con sereupin.

Per molti anni ho seguito la terapia, purtroppo a 23 mi hanno diagnosticato con difficoltà un endometriosi al setto retto vaginale, che ha invalidato la mia esistenza, per 12 anni, e a 26, dopo 4 consulti per mia insistenza si sono accorti di un tumore uterino, poi operato.

Purtroppo da allora, a periodi, l ipocondria si palesa, ho sempre paura di avere qualcosa di non " notato".

Sino a qualche tempo fa controllavo la situazione conducendo una vita " normale" controllando l ansia e senza terapia.

Poi un anno fa ho avuto problemi di diverticolosi, e dall eco mammaria di controllo è saltato fuori un nodulo in un linfonodo, fortunatamente era tutto negativo ma lo stress di queste situazioni, e la vita quotidiana, hanno fatto riemergere l ansia e l agorafobia.

Inizialmente la mia dottoressa mi ha ridato il sereupin, e dopo un mese e mezzo di terapia continuavo a sentire una forte agitazione,
Così dopo un consulto tra dottoressa e psichiatra, la paroxetina mi è stata sostituita con zoloft.

L ho iniziato da pochi giorni circa 6, e sento una forte agitazione, so che Inizialmente i sintomi " peggiorano"... ma in conclusione volevo chiedere, visto che i farmaci appartengono alla stessa categoria, anche cambiando farmaco è possibile avere lo stesso problema?

E inoltre come mai avendo avuto una buona risposta con sereupin per molti anni, l ultima volta invece non ha " funzionato"?

Vi ringrazio in anticipo
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
La risposta alla terapia è variabile nel corso del tempo e deve comunque attendere un tempo di risposta minimo.

Può accadere che una terapia precedente possa non dare un medesimo effetto terapeutico sempre che sia utilizzata a dosaggi corretti.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per la risposta veloce ed esaustiva!
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
Volevo chiedere un'altra cosa, in merito all'endometriosi, per cui sono stata operata più volte , con l asportazione di un ovaio e 3/4 dell' altro, ora mi trovo in una condizione di premenopausa, precoce,ho sempre avuto problemi di natura ormonale legati alla situazione ginecologica è in merito volevo porre 2 domande:
- possono disturbi ormonali di questo tipo incidere o avere influenza su depressione e attacchi di panico ?

- tempo fa mi è stato prescritto, per la premenopausa lutenyl, progesterone, e mi ha fatta stare malissimo , una stanchezza esagerata, dove è stato impossibile alzarmi , ho dormito per 2 giorni praticamente, e poi interrotto la terapia. E piano piano si è attenuata questa sintomatologia.
Mi chiedevo se è una casistica nota , o se è stata la mia risposta al progesterone, la ginecologa ha escluso chebil progesteronepossa avere questo tipo di effetto, mentre lo psichiatra mi ha detto che invece succede..

Volevo le vostre opinioni in merito,
E vi ringrazio in anticipo
Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto