Utente 147XXX
Salve,
io vorrei avere un consiglio riguardante l' uso del farmaco Serenase.
Una persona a me vicina lo usa, sotto prescrizione medica, per dormire.
Prende 10-15 goccie la sera prima di mettersi a letto.
Soffe di insonnia, la notte non dorme e riesce ad addormentarsi solo verso l' alba dormendo al massimo un 3 - 4 ore.
Ora quello che io mi chiedo: ma questo farmaco va usato in questo caso?
io so che andrebbe utilizzato, in quanto antipsicotico, per schizofrenia, deliri, allucinazioni ecc
Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
0% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)
CARAVINO (TO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

dai pochi dati in merito non è possibile trarre conclusioni precise. Certo il Serenase, di per sè, non ha indicazioni come ipnoinducente.
Cordialmente
www.stefanogarbolino.com

[#2] dopo  
Dr. Massimo Lai

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
FRANCIA (FR)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

è possibile che l'insonnia della persona a lei vicina sia solo uno dei sintomi di qualche altra malattia che richiede l'uso del serenase.

Un'altra spiegazione è che il medico che ha prescritto tale farmaco per l'insonnia ne sfrutti l'effetto antistaminico centrale, che da sedazione. E' una pratica abbastanza comune in clinica quando l'insonnia è un sintomo.

In ogni caso l'insonnia va messa in un contesto per capire di cosa si tratta.

Cordiali saluti
Massimo Lai, MD

[#3] dopo  
Utente 147XXX


Grazie dott. ri per la Vs celere risposta,
Forse posso aiutarVi con queste informazioni.

Si tratta di un ragazzo di 33 anni, che ha vissuto gli ultimi mesi a stretto contatto della sua figura di attaccamento primaria che lentamente e fra i dolori si spegneva.
L' insonnia si è manifesta dal momento del lutto, che è avvenuta poco più di due mesi fà.

In realtà questo è l'unico sintomo esistente, non ve ne sono altri

[#4] dopo  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
0% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)
CARAVINO (TO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

sulla base di quanto da lei descritto trovo quanto meno discutibile l'utilizzo del serenase.

D'altra parte un giudizio di merito presuppone una conoscenza dettagliata del caso clinico, che io non ho.
Cordialmente
www.stefanogarbolino.com

[#5] dopo  
Dr. Francesco Favaretti Camposampiero

24% attività
0% attualità
12% socialità
VENEZIA (VE)
BASSANO DEL GRAPPA (VI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Concordo con le risposte dei Colleghi. Certamente l'uso del Serenase come sedativo in caso di insonnia monosintomatica è discutibile. Ma andrebbe comunque fatta una valutazione complessiva dello stato psichico del soggetto e si dovrebbe anche tenere conto dei risultati in precedenza ottenuti (o non ottenuti) con farmaci diversi (ipnoinduttori ad esempio o antidepressivi).
Cordiali saluti
dott. Francesco Favaretti Camposampiero

[#6] dopo  
Utente 147XXX

purtroppo non è stata fatta una valutazione dello stato psichico, ad ogni modo precedentemente è stato utilizzato l' En, poi dato che risultava troppo forte visto che la mattina neanche riusciva a svegliarsi quasi è stato usato appunto il serenase