Utente cancellato
Spero innanzitutto di non aver sbagliato specialità, se così dovesse essere mi scuso.

Da qualche tempo soffro di insonnia centrale (ho letto su internet che dovrebbe chiamarsi così).
Ovvero mi addormento senza problemi e dopo poco tempo dal momento in cui mi corico. Dopo 3/4 ore mi sveglio, così, senza affanno, ansia, palpitazioni, mi sveglio tranquillamente e basta. E sul momento non ho sonno, il che mi porta a rimanere sveglia anche per un'ora e mezza prima di riaddormentarmi. Passano altre 3/4 ore e siamo daccapo, mi risveglio che ormai è mattina, senza l'ausilio di sveglie e di nuovo senza avere sonno. Di giorno non risento particolarmente di queste nottate, almeno da un punto di vista fisico. Ne risento invece sul versante psicologico, perchè diventa veramente frustrante non riuscire a farsi una nottata filata di sonno.

Volevo chiedere se questo tipo di insonnia poteva essere causata dalla depressione (di cui soffro) e/o da apnee notturne (le temo visto il sovrappeso).

Grazie mille.

[#1]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'insonnia del tipo descritto da lei è verosimilmente riferibile a problematiche di tipo depressivo, essendo l'insonnia correlata ai disturbi d'ansia caratterizzata maggiormente dalla difficoltà ad addormentarsi.

Nel suo caso andrebbe indagata anche la sindrome da apnee notturne,

Cordiali Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

nel suo scritto emergono due riferimenti a patologie:

- la depressione di cui dice di soffrire, quindi ha ricevuto una diagnosi in tal senso ed ha un trattamento in atto?

- la sindrome delle apnee notturne, per la quale essere in sovrappeso non costituisce una diagnosi automatica e che presenta delle differenze sostanziali rispetto alla sintomatologia che invece lamenta come insonnia.

Se vuole sapere se ha delle apnee notturne deve fare riferimento ad un centro del sonno, dalla sua descrizione direi di no.

Per la depressione, se e' in trattamento vuol dire che non e' in buon compenso, se non e' in trattamento o presume di essere depressa deve rivolgersi ad uno psichiatra.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#3] dopo  
88516

dal 2010
Grazie mille per le risposte.

Il riferimento alle apnee notturne è farina del mio sacco, so solo che possono essere generate dal sovrappeso/obesità e che possono portare ad insonnia, mi sono semplicemente venute in mente.

La depressione invece mi è stata diagnosticata da diversi dottori ma non sto facendo, per mia scelta, alcun trattamento.

Comunque volevo solo sapere se la depressione poteva essere una delle cause di questo tipo di insonnia, grazie.

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
L'insonnia e' un sintomo depressivo.

Poi che diversi medici facciano diagnosi e lei non fa nessun trattamento e' una sua scelta non condivisibile.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"La depressione invece mi è stata diagnosticata da diversi dottori ma non sto facendo, per mia scelta, alcun trattamento."

Quindi perché continua ad interessarsi del problema ?
Ha già avuto diverse diagnosi tra loro concordi, le sono stati proposti trattementi e lei ritiene di non seguire questi consigli.

Spero che non stia proseguendo in autonomia cercando di trovare un nome diverso sulla base di una documentazione fai-da-te, in questo caso avrebbe fatto un percorso a "gambero", cioè da una diagnosi già fatta ritorna al singolo sintomo.

Ma anche se così fosse, una volta cambiati i connotati al problema cambia la sua predisposizione al trattamento ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
88516

dal 2010
Non mi interesso al problema e non voglio chiamare le cose con un nome diverso rispetto a quello che hanno, volevo solo sapere se una delle cause dell'insonnia, e in particolare di quel tipo lì (che non sapevo esistesse) potesse essere la depressione.
Ora che so che l'insonnia non è causata da altre cose che non sappia già di avere, mi tengo l'una e l'altra.

Grazie.

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

penso che sia fuori strada per due motivi. Innanzitutto perché ignora l'esito delle valutazioni fatte dagli specialisti. In secondo luogo perché il discorso "un sintomo produce l'altro" non ha senso logico. I sintomi non ne producono altri, l'insonnia non produce depressione, se mai è vero che spesso l'insonnia la accompagna (ovvero entrambe sono espressione dello stesso stato biologico del cervello) oppure la precede (ovvero è un sintomo di un processo che si manifesterà poi anche con altri sintomi).
Peraltro la depressione può avere un decorso variabile, per cui "tenersela" non vuol dire che resterà sempre così, si potrebbe anche aggravare.

Non mi pare che abbia molto senso la posizione di esprimere un disagio e poi rifiutarne le soluzioni, oltretutto questo "giro" lo ha già fatto più di una volta ma inspiegabilmente ogni volta lo ricomincia. Non è chiaro che cosa di preciso non le torni in un semplice ragionamento: sintomo, visita, diagnosi e terapia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
88516

dal 2010
Dato che il ragionamento, pur essendo così semplice, non mi torna, sarò diventata stupida.
Comunque grazie, per me la discussione può terminare qui, ho avuto la mia risposta.