Utente 327XXX
Buongiorno.
Dal 2006 al 2010 sono stato in cura per ansia da uno psichiatra.
Ad agosto ho interrotto (più per mia volontà che per quella dello specialista) la terapia. Sono stato bene fino a fine anno, ora sto riattraversando un brutto momento.
Ansia, attacchi di panico, mi capita di piangere durante il giorno, mi sveglio la notte, perdita di interesse per le cose che mi circondano e perdita di appetito.
Ora , di concerto col medico, sto assumendo citalopram ed ho iniziato piscoterapia.
L'unica cosa che mi chiedevo e se fosse normale che da quando è iniziato (o ricominciato) questo momento, ho perso quasi 3 kg in due settimane. Non è che non sto mangiando, ma mangio un pochino meno di prima e senza voglia.
Dipende dalla mia condizione "psicologica"?

[#1]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
>>>>ho perso quasi 3 kg in due settimane. Non è che non sto mangiando, ma mangio un pochino meno di prima e senza voglia.>>>>

nella fasi iniziali di una dieta o comunque di una riduzione dell'alimentazione il dimagrimento è maggiore in quanto si perdono maggiormente liquidi,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 327XXX

Il problema è che non sono a dieta; sto mangiando normalmente, anche se in maniera diversa e meno "pesante" rispetto a prima.
Lo stare in uno stato di depressione è causa di perdita di peso? E' che siccome sono molto "suggestionabile! mi sono preoccupato un po'!

[#3]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
>>>sto mangiando normalmente, anche se in maniera diversa e meno "pesante" rispetto a prima>>>

non si comprende bene cosa voglia dire questo, se ha ridotto l'apporto calorico è comprensibile che sia dimagrito, detto questo:

1. il Citalopram, anche se non comunemente, può dare un leggero calo ponderale.

2. se il problema dovesse non stabilizzarsi, con una alimentazione regolare, è preferibile rivolgersi al proprio curante,

Saluti

Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La depressione si associa comunemente a perdita di peso.
"sto mangiando normalmente, anche se in maniera diversa e meno "pesante" rispetto a prima."
In altre parole, sta mangiando di meno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

ma la diagnosi è rimasta "disturbo d'ansia"?
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com