Dipendenza da xanax

Salve,
sono da circa 7 anni in cura con il farmaco xanax cono la dose di 1mg al giorno 0,5mg la mattina e 0,5mg la sera.
A causa di un continuo disturbo di ansia sociale, il mio medico mi ha prescritto 1 Citalopram 20Mg circa 3 anni fa. Stavo molto bene, poi abbiamo deciso la diminuzione di citalopram fino a eliminarlo definitivamente, ma mantenendo lo xanax. A seguito di ricadute da circa 3 mesi ho ripristinato Citalopram e mi sento di nuovo bene. Vorrei però togliere definitivamente xanax. Il mio medico mi dice che ormai ha un effetto placebo. Vorrei sapere se dopo 7 anni lo xanax, a parte la dipendenza che ho, fa qualche effetto o è come prendere acqua fresca. Eliminando gradualmente lo xanax quindi potrei mantenere questa mia situazione? Oppure xanax in realtà anche dopo tutti questi anni aiuta a diminuire l'ansia?
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.1k 979 248
Gentile utente,

Mi sembra paradossale la sottrazione della terapia con il citalopram mantenendo lo xanax, che oltretutto non aveva già all'epoca un ruolo terapeutico stabile. La ragione per cui lo continua a prendere regolarmente è che c'è un legame, altrimenti così come le è venuto in mente di sospendere citalopram e lo ha fatto, avrebbe sospeso anche quello con la dovuta gradualità. "Acqua fresca" sul piano della funzione, ma allora non si capisce come mai la prescrizione sia proseguita e perché non sia stato il primo ad essere sospeso.
Non è detto che riesca a ridurlo agevolmente e che non torni ad assumerlo, è troppo presto anche per sapere se l'ansia sia o meno in equilibrio. Questo non dipende dallo xanax ma dal disturbo in sé che curava con citalopram.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini