Utente 232XXX
Buon giorno gentili dottori,innanzitutto grazie per le risposte dei miei post pecedenti.Volevo chiedervi una cosa.Circa 1 mese fa mi sono ammalata con tosse mal di gola sinusite etc etc curata con levoxacin 500 2 volte al di più aereosol,ora a distanza di un mese i sintomi sono tornati più forti con tosse produttiva e muco purulento sia dal naso che dai bronchi.Sono stata in visita da otorino e pneumologo e la diagnosi è bronchite e snusite batterica(ho fatto anche l'esame del muco)ora dovrei iniziare una cura più forte della precedente con punture di antibiotico,cortisone(bentelan) e fluimucil ed antinfiammatori per il fortissimo mal di testa che mi da questa sinusite,perchè davvero sono strapiena di muco infetto con febbre costante da 1 settimana più mal d'orecchie.Volevo chiedervi se assumendo il cipralex(ho dimenticato di chiederlo ai medici che mi hanno visitato) posso fare questa cura o se ci sono interazioni o pericolo.Volevo anche chiedere che sul foglietto illustrativo del cipralex ho letto che tra gli effetti collaterali c'è la sinusite come è possibile?come mai un antidepressivo può far venire la sinusite??io ora sto male e devo curare questa bronchite e la sinusite ma ho paura ad iniziare cura perchè non so se può farmi male.Non posso neanche interrompere il cipralex di colpo.Cosa devo fare?potete dirmi se ci sono interazioni tra la terapia sopra indicata(antibiotici,cortisone,fluimucil e antinfiammatori) e il cipralex?e come mai il ciprale fa venire la sinusite?grazie.....

[#1]  
Dr. Vito Fabio Paternò

28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
CATANIA (CT)
PALERMO (PA)
MESSINA (ME)
CALTANISSETTA (CL)
COSENZA (CS)
RAGUSA (RG)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Salve,
la cura può iniziarla tranquillamente.
Se il Cipralex le avesse dato dei problemi lo avrebbe fatto subito, non adesso. Quindi si fidi ancora del suo antidepressivo e curi la sua bronchite.
Cordialmente
Dott. Vito Fabio Paternò

www.cesidea.it

[#2] dopo  
Utente 232XXX

Buona sera Dott Vito,grazie per la sua risposta celere e rassicurante.Mi fido del mio antidepressivo così come dei medici e anche di me stessa.Devo dire che il cipralex mi ha dato dei giovamenti nel mio stato di umore,ma ho avuto anche effetti collaterali,un aumento dell'appetito esagerato con voglie di cibo insane(dolci dolci dolci) aumento del muco fin dalla prima settimana in cui ho iniziato il cipralex,tremore alle mani,incubi e sonno disturbato nausea ed altro ancora....Vorrei bncambiarlo,ma devo parlarne prima con il mio psichiatra,anzi con uno nuovo che devo ancora trovare perchè con il mio non mi trovo bene.Ne ho sentite di tutti i colori che con il cipralex non si possono prendere antinfiammatori,antibiotici nè cortisone,ma se Lei mi dice che posso inizierò la cura serenamente.Come chiedevo nel post precedente,come mai il cipralex può dare la sinusite?qual'è il processo,la motivazione??non capisco....grazie ancora Dott Vito e soprattutto grazie ai medici di questo sito che indirizzano consigliano etc etc davvero grazie

[#3]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

non mi risulta che il cipralex "può dare la sinusite".
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#4] dopo  
Utente 232XXX

gentile dott Garbolino,grazie per la risposta.Nel foglietto illustrativo del cipralex c'è scritto chiaramente tra gli effetti collaterali "sinusite" e mi chiedevo come mai può dare questo effetto,quale è il processo per cui il cipralex può dare la sinusite.io ho notato un aumento delle secrezioni nasali e non solo e cmq è scritto sul foglietto illustraivo del farmaco,ma nessuno sa spiegarmi come mai.

[#5]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

sui foglietti illustrativi (comunemente detti "bugiardini"...) sono riportati non solo i dati scientificamente certi, ma anche quelli "presunti" o mai "verificati scientificatamente" (ecco il termine bugiardino...).

Tra gli effetti collaterali vi è scritto: ...il farmaco XXZ può (!!può) dare i seguenti effetti collaterali...

Pertanto gli effetti collaterali non sono così provati dall scienza...

Pertanto potrebbero essere non legati al farmaco...

Pertanto la sinusite potrebbe non avere niente a che fare con il cipralex...

Pertanto nessuno le sa dare una spiegazione scientifica perchè al momento non vi è alcuna certezza (e spiegazione scientifica) che ciò accada.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#6] dopo  
Utente 232XXX

Grazie ancora dott. Garbolino per la sua risposta e spiegazione.Scusi se "insisto",nel senso che ciò che dice è verissimo sui "bugiardini" sul fatto che molti degli effetti collaterali non sono verificati scientificamente e che non sempre si manifestano.....Poi Lei è un medico quindi ne sa più di me.Dico però che nei foglietti illustrativi comunque una base di verità c'è e anche se non si possono verificare gli effetti collaterali a volte si verificano e visto che sul foglietto illustrativo del cipralex c'è scritto tra gli effetti collaterali COMUNI sinusite mi chiedevo su quale base chimica,fisica fosse possibile visto che a me è successo(prima di leggere il foglietto illustrativo) un aumento spaventoso del muco nasale che non mi passava con nessun farmaco o cura,poi leggendo per caso il "bugiardino" ho letto sinusite e mi chiedevo come mai tutto qui perchè vivo praticamente con il naso perennemente tappato e non so che fare,perchè nel caso fosse davvero il cipralex dovrei interromperlo,ma non sono caramelle quindi non voglio interrompere il cipralex troppo presto,con ciò che ne consegue per verificare se è il farmaco che mi da questo brutto disturbo per poi ricominciarlo.vorrei fare il percorso giusto e quando sarò pronta scalare il farmaco e poi smettere.odio prendere i farmaci e per me è stato un grande sforzo prendere il cipralex,ma come se si ha un mal di denti si prende ciò che si deve,se si hanno altri problemi psichici e non fisici a volte si deve ricorrere ai farmaci.sono confusa da quando lo prendo non faccio che mangiare,tremare,dormire male e avere naso tappato non credo sia stata una coincidenza e credo che i foglietti illustrativi abbiano cmq una loro autorità e validità perchè scritti su delle basi e su dati e non solo sulle fantasie riportate dai pazienti,anche se è anche vero ciò che dice Lei e la ringrazio ancora per il fatto che mi risponde e spiega.grazie

[#7]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

nella mia esperienza, le possibili insorgenze di effetti collaterali legate ai farmaci (sia effetti collaterali "sicuramente" legati ai farmaci che "ipoteticamente" legati ai farmaci), ho l'abitudine di discuterli con il paziente.

Il mio consiglio è di discutere con il suo psichiatra la possibile collateralità (in questo caso la sinusite da lei indicata) del cipralex per valutare eventualmente strategie di superamento della stessa.

Se lo desidera ci tenga informati in merito.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#8] dopo  
Utente 232XXX

Buona sera Dottori,ringrazio anche se con ritardo delle Vostre risposte.Purtroppo tutto è degenerato e perso.Dopo mesi di alti e bassi,crolli e ricadute rialzate,mi sembrava di aver trovato la giusta strada,prendevo il cipralex e avevo intrapreso una psicoterapia cognitivo comportamentale,ma purtroppo i miei malesseri fisici non accennavano a migliorare e la mia vita ormai era diventata una sopravvivenza,non potevo più uscire senza stare male,il rapporto con mio marito ormai un disastro.Le ho provate tutte,visite,periodo di riposo dal lavoro,energia,entusiasmo,ma alla fine ho perso e dopo tutto ho smesso di prendere tutti i farmaci sia antidepressivi che quelli per curare il resto.Ora sono chiusa in me stessa,non parlo più con nessuno,non voglio l'aiuto di nessuno perchè nessuno può darmelo,chi mi sta vicino purtroppo non è all'altezza e non gliene faccio una colpa.non so più che fare,per voi sono parole è il vostro lavoro e ne sentite tante per me l'inferno.ho provato a reagire,avevo una vita ora ho solo paura incubi e tremori e tutto è distrutto.Perderò il lavoro,perchè non sono in grado di tornarci nè di prendere altro tempo,perderò mio marito e forse è meglio così mi sento in trappola,tutti si aspettano egoisticamente che io stia meglio così da non doversi più preoccupare per me io vorrei solo scappare

[#9] dopo  
Utente 232XXX

Pensavo di poterne uscire,ho sempre avuto questo problema,ma mai così forte tanto da rovinarmi la vita e tutto ciò che mi circonda.Le ho pensate tutte,volevo reagire,perchè ne valeva la pena,l'ho accettato ammesso ma così non ha senso,forse devo solo arrendermi e capire che non posso avere un marito,dei figli un lavoro,degli amici ma vivere la mia vita sola,lontana da tutto e tutti così che questo mio problema non pesi sui miei cari con conseguenti sensi di colpa e non solo con uno stress immenso perchè da sola sto meglio senza dover più nulla a nessuno.A volte la malattia vince e se penso che devo passara la mia vita con questi sbalzi forti d'umore e giorni di depressione nera,dolori fisici continui,non credo ne valga la pena con il peso delle responsabilità sulle spalle,dover fare una vita piena normale quando io sono a terra e quindi andarmene viada tutto e tutti è la soluzione.si dice che la fuga non è mai la soluzione perchè i problemi sono dentro di noi,ti seguono,è vero lo so,ma scappare dalle situazioni esterne che aggravano questo mio problema lo è.grazie ancora del vostro lavoro e scusato questo sfogo forse delirante di chi davvero non ne può più e nessuno sa come aiutarmi