x

x

Mancanza forza braccio, ipocondria?

Buongiorno,
Scrivo questo post perché non so veramente come affrontare la cosa...
Parto con il dire che sono ipocondriaco e sono stato già in cura (curato per disturbo d ansia generalizzato)... Ho molta paura per malattie neurologiche, ovviamente su tutte sla e sclerosi... Circa 10 mesi fa ho avuto una ricaduta della mia depressione somatizzando ogni piccolo disturboe cadendo quindi in una paura tremenda che non mi ha fatto vivere...sono passato da debolezze muscolari generali e incentrate prima su gambe poi braccia, fascicolazioni diffuse e una attenzione sul mio corpo esagerata che mi ha portato a studiare ogni mio minimo particolare trovando così tutte le imperfezioni... Dal braccio o gamba più piccolo rispetto all altro o più debole....insomma sicuramente mi sono alimentato molto... Da li sono partiti una serie di accertamenti tra medico curante, neurologo e esami (su tutti analisi del sangue e RMN encefalo e tronco) con risultati tutti negativi... Da ottobre mi sono tranquillizzato e ho ripreso la mia vita ributtandomi molto sullo sport... Ora nasce il mio problema... Ho un problema alla spalla destra che dovrei operare per lesione del sovraspinato... Dopo mesi di attività fisica e palestra ho cominciato a avere fastidi sull altra spalla/braccio fino a qualche settimana fa dove sono arrivato al punto che il mio braccio sinistro accusa veramente molta fatica e da li è ripartito il tunnel... Ho il braccio sinistro e la mano decisamente meno sviluppati muscolarmente e piu deboli della parte desta (nonostante sia quella con la spalla malandata) e ora le mie giornate sono scandite dalla ricerca e studio della mia parte sinistra... Risultato? Ripartita la mia ipocondria per la sla... Non penso ad altro... La mia domanda è questa? Non vorrei ripartire a fare il giro dei dottori ma non riesco realmente a capire se sia invece il caso di farlo...come mi dovrei comportare? Scusate per la lunghezza e ringrazio per l attenzione
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Gentile utente,

in assenza di riscontri dal punto di vista clinico ed in persistenza di preoccupazioni non giustificabili, il passaggio ulteriore sarebbe quello di rivolgersi ad uno specialista in psichiatria per una valutazione ed il trattamento eventuale della sua sintomatologia.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Attivo dal 2012 al 2014
Ex utente
Grazie per la pronta risposta...
Si sicuramente ha ragione... Ma mi basta la trafila di visite fatte qualche mese fa? Può un disturbo a una spalla creare debolezza e in parte atrofia al braccio? L unico spiegazione che mi do è che il problema alla spalla destra dove ho la rottura del sovraspinato mi abbia portato all uso scorretto dell altra parte...
[#3]
dopo
Attivo dal 2012 al 2014
Ex utente
sono veramente nel panico... non faccio che guardarmi il braccio sinistro dalla spalla alla mano... e dico la verità è realmente piu piccolo dell' altro e non riesco a darmene una spiegazione... quali potrebbero essere le cause di un atrofia?

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto