Ansia-sbalzi d'umore-depressione lieve-immagini horror

premetto le seguenti cose:timidezza ,morte di mio padre a 18 anni,forte impegno lavorativo al fianco di mia madre,12 anni fa mio fratello si ammala di psicosi nas schizofrenica...attualmente vivo ancora in famiglia.veniamo aldunque nel 2006 a seguito di un forte stress cado in depressione con attacchi di ansia estrema e immagini horror..tipo ossessivo...che appaiono nel corso della cura fatta con zoloft 50 mg die...la cura la segue per quasi 7 mesi con ottimi effetti...a poco a poco scompare sia la depressione che gli attacchi di ansia e i pensieri rivolti al passato oltre le immagini horror..sospendo a poco a poco la cura e continuo la mia routine lavorativa ...nel 2011 ho una semi ricaduta dovuta alfatto di stress a seguito di continui esami prescrittimi per possibile calcoli inesistenti...con dubbi sugli esiti...e conseguente dimagrimento...mi rivolgo a un altro specialista e mi riconferma zoloft 50 mg die...scrive anche ipocondria...comunque la cosa dura due mesi e risospendo la cura...ora ci risiamo da giugno tono dell'umore basso al mattino ...semi ansia...depressione...fino alle tre ...sonno interrotto di notte...ho ripreso la vecchia cura....ora il problema che mi affligge e' questo:vorrei essere felice,fare una famiglia,avere una donna...ma mi sembra ormai tardi avendone sempre rinunciato perche' preso dal lavoro e da altre problematiche familiari...
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
Gentile utente

In esattezza diagnostica e ottenendo scarso o noi beneficio dal trattamento attuale potrebbe essere opportuna una valutazione in aumento o una variazione terapeutica che può essere stabilita dal suo psichiatra.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Attivo dal 2013 al 2013
Ex utente
infatti ho chiamato lo psich.del 2006...ma la moglie mi ha detto siamo in ferie richiami il 1 settembre....forse il fatto di averle riferito i fatti del 2006 l'ha indotta a dare poca importanza al mio caso...comunque anche quando chiamai nel 2011...sempre in piena estate dovetti chiamare il sostituto che mi riconfermo' la cura....
premetto che vorrei farne a meno e riuscire a star bene da solo...saro' testardo ma non mi va di far soffrire gli altri.....la cura arriva a una pastiglia e mezza... e quel mezzo l'ho sempre evitata volendoci mettere la mia buona volonta'...sara' un assurdo....ma comunque voglio farcela....forse avrei bisogno di iniziare una psicoterapia..che non ho mai fatto in quanto quando andai attraverso l'asl lo psich mi disse che per risolvere i miei problemi avrei dovuto uscire di casa e lasciare il problema di mio fratello a mia madre...bel consiglio che mi diede e che da persona coerente non ho fatto
Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto