x

x

Peggioramento depressione

Buongiorno,
Da 2 mesi circa ho avuto una ricaduta di uno stato ansioso/depressivo (e' la 4 ricaduta in 10 anni)
Sono in cura da una psicoterapeuta ma senza farmaci (mai usati farmaci se non raramente un leggero ansiolitico anni fa, uso spesso fiori di bach o integratori tipo magnesio)
da qualche giorno ho avuto un improvviso peggiormaneto a seguito di una situazione di leggero miglioramento che stavo avendo
Non so se questo sia da imputare al ritorno al lavoro (dopo le vacanze) oppure a nuovi esercizi di psicoterapia che sto seguendo... il dubbio che mi e' venuto e' che sia l'effetto invece di un nuovo integratore che sto asumento di mia iniziativa da 2 settimane: l'IPERICO che ho acquistato liberamente in un supermercato (quindi ho immaginato NON nocivo)
Vorrei avere un parere medico sull'eventuale effetto collaterale che questa pianta puo dare... la dose di assunzione e' di 2 pasticche al giorno, ogni pasticca contiene 233mg di iperico sommità e.s. pari a IPERICINA 0,7mg.
Ho deciso di non assumerlo piu', ma non vorrei avere problemi di sospensione improvvisa... mi date un consiglio?
[#1]
Dr. Giuseppe Nicolazzo Psichiatra, Psicoterapeuta 2,2k 80
Gentile Utente,

l'iperico rientra nella categoria degli "integratori", il problema dell'uso è correlato al rischio di interazione con altri farmaci che si stanno eventualmente assumendo sia riducendone l'efficacia sia aumentandone il rischio di tossicità all'atto della sospensione dell'iperico; quindi si rivolga al suo medico di famiglia per quanto sopra.

Un disturbo psichico che si protrae per anni e che su caratterizza per ricadute e recidive, necessiterebbe di un intervento medico specialistico per definire la diagnosi ed eventualmente impostare una corretta terapia,

Saluti

Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2]
Attivo dal 2020 al 2022
Psichiatra, Medico di medicina generale, Perfezionato in medicine non convenzionali, Sessuologo, Psicoterapeuta
gentile utente,
il prodotto a base di iperico acquistato presso un supermercato dovrebbe essere catalogato come integratore alimentare e non come farmaco.Il rapporto fra dosaggio di un estratto erbale ed effetto "terapeutico" non è facilmente definibile dai dati riportati sulla confezione,in quanto soggetto a numerose variabili.Per quanto concerne la mia esperienza comunque non ho mai avuto occasione di rilevare connessioni con eventuali peggioramenti dei sintomi.Forse,dato il ripetersi degli episodi,potrebbe anche essere il caso di sentire un collega Psichiatra della sua zono al fine di valutare anche se un approccio terapeutico più classico .assieme alla psicoterapia, potesse darle un giovamento più duraturo
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani
[#3]
dopo
Utente
Utente
GEntili Dr. Biondani e Nicolazzi
Grazie intanto per la pronta risposta
La mia e' una situazione ansiosa depressiva (per fortuna) Non invalidante (ma che mi crea sofferenza), infatti riesco a fare tutto cio' che ho sempre fatto.. certo con uno spirito ed entusiasmo molto diverso dal solito (di quando sto bene intendo)
Sono sempre stato restio a terapie farmacologiche in quanto ho paura degli effetti e delle dipendenze
Ad ogni episodio ho sempre fatto seguire una psicoterapia (da specialista psicoterapeuta) che , a questo punto, non so quanto sia stata utile fino ad oggi
In questo momento sono seguito da una nuova psicoterapeuta (da 1 mese) ma non sto assumento farmaci
nessuno di tutti gli specialisti fino ad ora me li ha mai consigliati ritenendo la mia situazione non così grave da..
Solo uno psichiatra del SSN mi prescrisse un farmaco (di cui non ricordo il nome) che poi scoprii essere solo un potente integratore che viene a volte usato nelle depressioni non gravissime.

Mangiare in modo sano e corretto, alimenti, bevande e calorie, vitamine, integratori e valori nutrizionali: tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio