Utente 319XXX
Buona sera specialisti.
Circa 5 o 6 notti fa mi svegliai in preda ad un forte attacco di panico, o per meglio dire, mi svegliai e piano piano arrivai ad un attacco di panico ( a volte mi capita di alimentare le mie paure ed arrivarci).
Fin quì nulla di particolarmente pesante, dato che sono un soggetto ansioso e ogni 3 mesi circa mi capita, in periodi di forte stress di fronteggiare un simpatico attacco di panico.
Accetto questa mia natura e per fortuna non va ad intaccare la mia vita quotidiana.
Il problema è che quest'ultimo attacco di panico mi ha lasciato degli strascichi, dei disturbi psicosomatici che riconosco benissimo, dato che mi era già capitato a febbraio dello stesso anno e dato che sono un soggetto ansioso.
I sintomi che accuso da giorni sono: sensazione di ansia, tensione e tremori muscolari (tipo agitazione), scarso appetito a causa dell'ansia, difficoltà nel riposare, quando fino al giorno prima dell'attacco di panico dormivo bene da far paura, insomma dei sintomi lievi ma fastidiosi come se avessi un attacco di panico di scarsa entità ma duraturo nel tempo.
Questo mi porta a sentirmi stanco con 2 belle occhiaie e una scarsa concentrazione nello studio.

Cosa potrei fare per risolvere questi problemini che mi porto dietro da dopo quest'attacco di panico?.
Quando mi successe a febbraio da incosciente non feci nulla e mi portai dietro tutti questi sintomi con una pesante insonnia che durò 20 giorni circa e mi aveva portato allo stremo, mentre un altra volta, ad agosto dopo un attacco di panico mi somministrarono gocce di en al pronto soccorso e l'indomani non ho avuto alcun problema.

Io ho una boccetta di en a casa, da agosto, ma che non ho mai aperto, visto che da dopo agosto non si erano più verificati episodi simili.
Se prendessi 5 gocce per rilassarmi potrei ovviare a questi fastidiosi sintomi?

Posso bere alcolici la sera dopo? quindi 24 ore dopo? chiedo perchè essendo in clima di festa è probabile che si presenti l'occasione di bere qualcosa.

[#1]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
l'utilizzo dell'En gocce come le hanno indicato al pronto soccorso la volta scorsa non è controindicato. Il punto è che il dosaggio e la durata nel tempo, attualmente, dell'uso del farmaco andrebbe valutato da un medico. Fa bene, entro certi limiti, a sdrammatizzare ("un simpatico attacco di panico") e far fronte da solo agli attacchi sporadici, ma il ripresentarsi di questi, come accade, sarebbe molto meglio controllabile se si facesse aiutare da un professionista. L'uso di alcool è controindicato con le benzodiazepine, ovviamente è anche un problema di dosi delle une e dell'altro.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo

[#2] dopo  
Utente 319XXX

Vorrei sapere se prendendo gocce di en questa sera, mettiamo alle 00:00, posso bere qualche birretta giovedì sera senza avere problemi di nessun genere.

Per quanto riguarda l'aiuto da un professionista, ho già fatto in passato, mi è servito molto, tant'è che appunto per me gli attacchi di panico non rappresentano più un grosso problema e vengono sporadicamente..voglio dire, una volta ogni 3 mesi, apparte quest'ultimo che come detto mi ha lasciato questi sintomi psicosomatici.
Mi sento ancora teso come se l'attacco di panico fosse andato via 5 minuti fà.
Se per esempio mi do un colpetto al ginocchio, scatta in maniera vistosissima, come se avessi tutti i nervi tesi, stomaco chiuso e quant'altro detto nella prima risposta
Possibilmente tornerò da un professionista, ma per affrontare questi giorni di università che restano prima del natale ed alleviare questi fastidiosi sintomi, mi consiglia di aspettare o di ricorrere all'uso di en gocce?

[#3]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
se si sente in grado di controllare la sintomatologia da solo senza ricorrere al farmaco, lo faccia, il che le consentirebbe anche l'utilizzo di alcol. Se i sintomi risultano difficilmente controllabili, in attesa di essere visto dal suo curante, può usare la terapia usata in precedenza (EN gocce), in questo caso le consiglierei di astenersi dall'uso di alcol.
Cordialità,

Dr. Roberto Di Rubbo

[#4] dopo  
Utente 319XXX


Avrei l'ultimo dubbio: ho letto che l'emivita dell'En, ovvero del delorazepam, è di circa 100 ore.
Ieri sera l'ho preso prima di andare a dormire, 7 gocce, una dose minima, e oggi sto benissimo, non ho più avuto problemi e sono le 20:00, proprio come capitava le altre volte all'ospedale.
Mi chiedo, essendo l'emivita di 100 ore questo vuol dire che prima di 100 ore, ovvero 4 giorni non posso bere nemmeno una birretta?
Lo chiedo perchè venerdì sera ho una festa per giunta organizzata da me e mi preme saperlo.

Ho del mag2 a casa, un integratore di magnesio, che vorrei prendere per qualche giorno causa fascicolazione all'occhio e leggero stress, nel foglietto illustrativo c'è scritto "sconsigliato assumerlo in concomitanza con farmaci che deprimono il sistema nervoso" è il mio caso? vorrei prenderlo sin da subito.

Lo chiedo perchè sono un pò preciso e paranoico, non voglio avere dubbi.

Attendo risposte, non ho nient'altro da chiedere.
La ringrazio per i preziosi consulti dottore.

[#5]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
è da evitare l'alcool in associazione a BDZ; nella pratica 5 gtt di EN con una birra il giorno dopo non causano niente.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo