Utente 322XXX
Salve vorrei gentilmente chiarimenti e pareri in merito alle allucinazioni uditive.
Premetto non sono il diretto interessato. Sono un volontario Avo e svolgo il mio mio servizio in psichiatria. Mi sono trovato alle prese con una paziente 28enne celibe la quale mi ha liberamente raccontato il suo problema. Sente voci mschili e femminili le quali le insinuano esclusivamente parole sporche e di bestemmie. Gli chiedo: possibile!? Mai una parola buona o di altro genere? R. No, solo parole sporche , estremamente sporche, è un tormento continuo. Fatta eccezzione quando dorme e quando parla con qualcuno reale. Gurdandola poi quando è sola, in disparte parla da sola sottovoce ma basta pero chiamarla per attirare subito la sua attenzione.
Nella mia totale ignoranza in materia medica ho cercato chiederle qualcosa riguardo alla sua vita passata, se aveva avuto esperienze di ragazzi violenti o traumi di qualunque genere pare non ce ne siano ma, mi dice che tutto sarebbe cominciato da una delusione d'amore. R. Ma dopo un po di tempo che ebbi sofferto mi si presentarono queste voci le quali da 7, 8 anni mai più mi hanno lasciata.
Essendo completamente entrato in empatia con R. Le ho aperto il mio cuore e le fatto capire che e il suo problema è tra "parte di me", nel senzo che veramente ha trovato un fratello nel quale riposarsi un po e condividere il dolore della situazione presente. Ora mi chido in merito alle voci; come è possibile che senta solo parole sporche? Non ci sara' per caso lo zampino del demonio o che la chiesa chima satana ? Ho non di rado ho lafortuna di partecipare a degli esorcismi fatti dal decano degli esorcisti mondiali Padre Cipriano de meo cappuccino 90enne a San Severo fg ed ho visto tantissimi casi di malattie mentali ma altrettanti casi di possessioni, i quali non appena il padre cominciava con il rito romano dell' esorcismo cambiano propio personalità, parlano altre lingue, bestemmino e gridano al contatto con l'acqua santa a e le altre cose sacre. Cosi come malattie mentali le quali all'esorcismo non ne fanno una piega. Certamente dalla mia esperienza in questo campo posso dire che il male molte volte si nasconde bene molto bene sotto le vesti malattie mentali. Serve molto spesso ma non sempre un esorcista per tirarlo fuori. Dico non sempre perche avvolte non subito alle prime sedute si rivela ma dopo qualche tempo.
R. Mi ha detto però che quando i medici le somministrano un farmaco le voci un po si attutiscono. E qui rispondo ancora: il nemico nostro avrebbe tutti gli interessi a far notare che il farmaco funziona cosi da far dire: io non c'entro. Non sto dicendo che il caso di R. È uno di quelli ma ho raccontato un po la mia esperienza in merito. Autorevoli medici prendete in considerazione queste cose che vi ho detto potrebbero essere molto spesso la cura per i vostri pazienti.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

"ci sara' per caso lo zampino del demonio o che la chiesa chima satana ? "

Cerchi di avere Lei più rispetto per il lavoro che fa ed evitare di riversare queste suggestioni sulle situazioni che deve contribuire a gestire.

Se mai cerchi di farsi indicare e leggersi qualche testo informativo sulla biologia delle malattie mentali.

Non c'è niente di strano in questi fenomeni, soltanto che mote persone amano le credenze.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2]  
Dr. Francesco Bova

32% attività
0% attualità
16% socialità
BASSANO DEL GRAPPA (VI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile signore,
temo che dietro l'apparenza di umiltà e la sua dichiarata totale ignoranza si celi una presunzione notevole che la porta a voler insegnare agli autorevoli medici un modo nuovo di vedere la psicopatologia della senso-percezione. Temo che lei sia inadatto al ruolo che svolge e che la condizione di volontario non la autorizza ad arrogarsi competenze che non ha. Purtroppo non penso che per chi come lei sa già tutto sia utile leggere dei libri. Mi auguro per la paziente che lei venga allontanato al più presto dall'incarico che le è stato stato affidato inopinatamente e sia messo in una condizione di non arrecare danno con la sua presunta capacità empatica infarcita di credenze e superstizioni.
Dottor Francesco Bova

[#3] dopo  
Utente 322XXX

Gentile dottore io non ho parlato alla paziente della possibilita di una possessione diabolica.Quelle che lei chiama credenze io chiamo realta'. Si rechi qualche volta ad assistere ad un esorcismo fatto dalla chiea cattolica e poi ne riparliamo.

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Quelle che lei chiama credenze io chiamo realta'"

Non è un problema medico, è una sua credenza. Conosciuto sia esorcisti, sentiti anche parlare a congressi, sia visionato sedute di possessione. Mai avuto dubbio che si trattasse di niente di strano rispetto a quello che ho studiato io.

Le sue credenze se le viva privatamente come sua realtà, non le imponga come realtà, assolutamente priva di fondamento, in ambito medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Di fatto la sua richiesta non è una richiesta di consulto ma una sorta di imposizione delle sue convinzioni sulla possibilità demoniaca dei sintomi della persona che dovrebbe avere in cura.

Anche io penso che lei sia inadatto a fare il tipo di volontariato che svolge in quanto vuole entrare nel merito di questioni cliniche senza competenza alcuna, anzi ritenendo che la possessione demoniaca sia la risposta appropriata.

Avendo conoscenza di esorcismi e pratiche esoteriche posso chiaramente risponderle che la suggestione collettiva è ciò che maggiormente spinge la credenza popolare.

Dovrebbe evitare di svolgere attività mediche per le quali non ha alcuna competenza od abilitazione, diversamente si corre il rischio che lei possa creare peggioramenti a pazienti bisognosi di altro.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 322XXX

Egregio dottore io non svolgo nessuna attivita' medica e ne tanto meno mi metto al posto dei dottori , o ad emmettere diagnosi personali. Il mio compito e' quello di fare due chiacchiere con i pazienti senza farli peggiorare. Si figuri non parlo quasi mai, faccio parlare loro se lo desiderano altrimenti un sorriso puo bastare. Come volontario ho l'obbligo di avvicinarmi ad un paziente specie della psichiatria in punta di piedi davvero per non provocare nessun tipo di turbamento anzi...
Certamente si figuri se vado a parlare ai pazienti di certe cose..! Ma ho pure facolta' di rispondere se mi si chiede qualcosa nelle mie possibilita e conoscenze. Se mi si chiede "che male ho"? Certo che non ho nessunissima competenza per rispondere!! Tuttavia avvolte si cerca di capire si indaga un po ma solo a titolo personale solo dopo aver stabilito un certo rapporto, ma n8n emetto diagnosi. Purtroppo pero deve sapere che il demonio esiste anche se a lei non importa e casi irrisolvibili si sono risolti solo da esorcisti e n3anche subito ma dopo molto tempo e tante preghiere.
Tornando alla domanda che ponevo all'inizio mi puo rispondere? Perche questa paziente mi ha detto che le parole che sente sono sempre sporche? Grazie in anticipo buona serata e buon lavoro.

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Perche questa paziente mi ha detto che le parole che sente sono sempre sporche?"

Perché nel suo caso è così, non sempre le allucinazioni ripropongono elementi sgradevoli, a volte sono invece voci di angeli. Dipende anche dall'umore, che cambia i connotati e i temi sia dei pensieri che delle allucinazioni.


"Ma ho pure facolta' di rispondere se mi si chiede qualcosa nelle mie possibilita e conoscenze."

Certamente. Ma non esprimeva nessun elemento di conoscenza, bensì credenze, che sono altro dalla conoscenza. Per questo dicevo che quando si tratta di applicare soluzioni a elementi di conoscenza, non è opportuno saltare su altri piani, sempre che si voglia ottenere risultati.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it