Utente 345XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 29 anni, e spero possiate aiutarmi a capire cosa mi sta succedendo.
A gennaio ho perso una bambina con aborto terapeutico a causa di gravi anomalie cromosomiche, subito dopo l'intervento mi sembrava di essermi ripresa abbastanza bene psicologicamente, tanto che aspettavo l'arrivo del primo ciclo per iniziare la ricerca di una nuova gravidanza, mi sentivo forte e avevo con me la speranza positiva che sarebbe andato tutto bene.
Nel mese seguente all'aborto mio padre ha avuto gravi problemi di salute a causa di una cirrosi epatica già diagnosticata da diversi anni e cosi credo di aver accumulato altro stress (che fino al mese scorso non mi ha dato mai nessun sintomo evidente).
Dall'inizio di questo mese invece, ho iniziato ad accusare diversi sintomi che associavo a problemi di pressione bassa, finchè ho iniziato a dubitarne poichè sono iniziati a peggiorare.
Ho iniziato ad accusare una debolezza infinita, dolori muscolari, perdita dell'appetito con conseguente dimagrimento, e tachicardia e tremori interni, veritigini e giramenti di testa.
Un giorno mentre stavo lavorando in ufficio, mi sono sentita male, all'improvviso ho sentito una pesantezza alla testa e mi si è addormentato il braccio destra, mi sono spaventata tantissimo, corsa dal medico, mi dice che è stato un attacco di ansia.
Da quel giorno è iniziata la mia odissea. Ho iniziato ad aver paura a stare a casa da sola e mi alzavo al mattino con molta agitazione immotivata. Mi sono rivolta ad un medico che mi ha prescritto una cura rinforzante naturale,e un antidepressivo (che ho preso solo una volta ) e anche se l'appetito ora mi è tornato continuo ad accusare una certa stanchezza, ma quello che mi fa preoccupare sono questi tremori interni che non mi fanno vivere serena. Ora mi sono fissata di avere qualche malattia brutta, anche se tutti i dottori che ho consultato dicono che è solo ansia.
Ma è possibile che l'ansia ti riduca cosi? Anche se a volte sembro apparentemente tranquilla sento il mio corpo vibrare, poi mi guardo le mani e non vedo un tremore effettivo ma lo sento dentro e ho la sensazione di sentire il cuore pulsare in ogni parte del corpo, infatti mi sveglio di notte con questa sensazione e non riesco più a dormire, inizio a piangere e a pensare a come la mia vita sia cambiata dall'aborto.
Hanno davvero ragione i medici, o mi devo preoccupare e fare delle visite specialistiche?

[#1] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Lei chiede: "Ma è possibile che l'ansia ti riduca cosi?"

- Sì, è possibile, ed i disturbi d'ansia sono spesso ingiustamente banalizzati e fraintesi come se fossero le manifestazioni normali il che non sono.

Le manifestazioni e le circostanze sullo sfondo sono caratteristiche di un disturbo psico-emotivo.

Tuttavia, la diagnosi via internet non si può fare, e la diagnosi di disturbo d'ansia o di un altro disturbo emotivo fa lo psichiatra (in visita dal vivo) e non gli altri medici (e anche qui spesso si vede banalizzare, pensando che per riconoscerlo non è necessario uno psichiatra).

Per cui, Le consiglio sì la visita specialistica, ma dallo psichiatra.

Lei scrive che si è rivolta ad "un medico", il quale Le ha prescritto anche un antidepressivo. Di quale specializzazione è questo medico ? Scrive che l'antidepressivo ha preso solo una volta: perché teme assumere i farmaci in prospettiva di una gravidanza nuova ? perché non ha ben tollerato il farmaco ? o per altri motivi ?
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#2] dopo  
Utente 345XXX

La ringrazio per la sua risposta.
Il medico a cui mi sono rivolta è uno psichiatra.
Il farmaco che mi ha prescritto è il protiaden 1 compressa alla sera prima di coricarsi.
Oggi l'ho chiamato per sapere se potevo prenderne mezza compressa, e alla fine mi ha prescritto il TRITTICO 60 20 gocce la sera.
Al momento ho deciso di sospendere la ricerca di una gravidanza, in quanto non mi sento pronta emotivamente. Ho paura di aumentare l'ansia e poi vorrei avviare la ricerca quando non prenderò più farmaci. Non vorrei rivivere la precedente esperienza..
Quindi secondo lei questi disturbi sono legati alla mia situazione psicologica che ho vissuto ? Come mai è sfociata solo dopo 3 mesi?

[#3] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Come mai è sfociata solo dopo 3 mesi?

- L'impatto delle esperienze traumatiche può essere avvertito ed elaborato subito durante o in seguito alle rispettive situazioni, oppure con ritardo. Tale ultimo scenario (con ritardo) predispone maggiormente alle ripercussioni negative, ma è quello che la nostra abitudine mentale e culturale più accetta, cercando di negare il proprio malessere, di essere in forma a tutti i costi, volendo vedere nelle apparenze esterne il criterio del benessere. Per cui, anche dal dentista sempre non andiamo subito, ma spesso solo quando il dolore è insopportabile. Questo è purtroppo un fenomeno generale nella nostra cultura. Nello specifico invece, esistono tendenze individuali nello stile e nella tempistica di reazioni allo stress, predisponendo alcuni di noi di più allo sviluppo delle reazioni postume (che, secondo me, possono essere più problematiche).

Ci sarebbe anche un altro fattore: ormonale. Durante la gravidanza (anche se è stata più breve del periodo fisiologico a causa dell'aborto), l'assetto ormonale è ben diverso rispetto al periodo "fertile". Dopo l'aborto o dopo il parto la situazione ormonale torna al livello base: alcuni cambiamenti sono bruschi (predisponendo alle rispettive problematiche già nei primi giorni), altri assestamenti sono più lenti ( e possono farsi sentire in seguito).

Le raccomando certamente di mantenersi in contatto con lo psichiatra che L'ha preso in cura. Consiglio inoltre chiedere un parere ginecologico. Questi due specialisti (psichiatra e ginecologo) importante che riescono a lavorare in tandem.
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#4] dopo  
Utente 345XXX

Buongiorno dottore,
Visto che il mio psichiatria mi ha prescritto il trittico gocce, ho letto su internet che non da praticamente dipendenza , rispetto al Protiaden secondo lei è migliore?

[#5] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
nessuno dei due "dà la dipendenza", ma con tutti gli antidepressivi, se vengono sospesi in maniera brusca o prima che lo specialista ritiene che la malattia sia guarita e si può sospendere il farmaco, possono ricomparire i sintomi di malattia o/e i sintomi da sospensione. Questo però non è il fenomeno della dipendenza dal farmaco, ma dalle modalità corrette del suo uso (che vanno rispettate) e dalla malattia (quando questa richiede la cura).

Tutt'altro fenomeno è la dipendenza dai farmaci sintomatici, che alleviano i sintomi poco dopo essere stati assunti, ma che fanno solo questo e non modificano il decorso della malattia; ma i farmaci prescritti a Lei non fanno parte di questa categoria.

I due farmaci antidepressivi che Lei cita sono comunque ben diversi fra di loro: sono due antidepressivi che agiscono con modalità diverse. Quale è "migliore" va valutato a secondo del caso specifico (non in assoluto), e nel Suo caso specifico lo valuta lo psichiatra che La segue e che ha la possibilità di conoscerla meglio. Il Trittico ha una chiance di essere tollerato meglio, mentre sull'efficacia nel Suo caso bisogna vedere e aggiornarsi con il Suo specialista.
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#6] dopo  
Utente 345XXX

Buongiorno dottore,
le chiedo ancora un suo parere.
Sto assumendo il DHEA da circa 20 giorni (1 compressa al giorno) il dottore me lo ha prescritto in quanto migliora il tono dell'umore, dopo quanto tempo inizia a dare gli effetti voluti?

[#7] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Buon giorno,

si tratta di una molecola con proprietà ormonali, e, come in genere anche gli altri ormoni, può avere effetti molteplici sull'organismo ciascuno dei quali si manifesta dopo i tempi diversi. Nella letteratura si può trovare i resoconti di alcuni miglioramenti dopo giorni, come anche dopo più mesi. Suppongo che l'effetto dipende in gran parte dai livelli degli ormoni sesssuali prodotti già dalla persona stessa; e molti studi sono stati condotti piuttosto con le donne in menopausa, durante e dopo la quale è noto uno stato di relativa carenza di tale ormone.

A me personalmente non è capitato ad utilizzare questo farmaco nella cura degli stati depressivi. Il potenziale e l'efficacia antidepressiva di questo ormone sono stati oggetto di entusiasmo di molti, ed è anche noto che gli ormoni di questo gruppo (ormoni steroidei) influenziano l'umore, ma un consenso abbastanza univoco sull'efficacia antidepressiva e sulla sicurezza a lungo termine deve ancora arrivare, per cui al giorno d'oggi mi sento di dire soltanto che è un approccio possibile, ma è da considerarsi ancora come sperimentale.

A quale dosaggio è stato prescritto ? (quanti milligrammi ci sono in una compressa?). E' stato prescritto dal Suo psichiatra ? dal ginecologo ? dal medico di base ?

E' stato prescritto solo per migliorare l'umore o anche per "ottimizzare" il funzionamento del Suo apparato reproduttivo (vista la storia dell'aborto) ?

In ogni caso, oltre al Suo psichiatra, Le consiglio di consultare a proposito il Suo ginecologo. Siccome non è da scartare che questo ormone (come gli altri ormoni sessuali) possono velocizzare la proliferazione dei tumori degli organi cui trofismo dipende da tali ormoni (mammelle, apparato genitale), bisogna chiedere al Suo ginecologo anche se lei/ lui escludere la possibilità che Lei abbia una patologia tumorale di questo tipo.
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#8] dopo  
Utente 345XXX

Buongiorno,
rispondendo alle sue domande :
il dosaggio contenuto all'interno della compressa è di 0,05 , poichè vi sono altri elementi che la compongono :
Maitake
Bacaleina
Ac. Folico
In questo momento non ricordo in che dosaggio sono presenti gli altri elementi.
Ho dimenticato di scriverle che io soffro di Adenoma Ipofisario (0,5 mm) e sono in cura da più di 8 anni con il Dostinex 1 compressa alla settimana, infatti a seguito dell'aborto ho avuto la montata lattea.
Il dottore mi ha detto che è possibile che con questa cura il mio adenoma possa regredire del tutto, secondo lei è fattibile?


[#9] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Lei scrive:
" il dosaggio contenuto all'interno della compressa è di 0,05 "

- 0,05 miligrammi o 0,05 grammi ?

"Il dottore mi ha detto che è possibile che con questa cura il mio adenoma possa regredire del tutto, secondo lei è fattibile?"

- Quanto ne sappia io, non ci sono ancora le evidenze sufficienti che DHEA e altri componenti della cura che Lei cita possano far sì che nell'organismo umano un tumore "regredisca del tutto". Quanto DHEA possa essere indicato come una cura antitumorale è ancora in fase di studio. Dunque, non solo nell'ambito dei disturbi di umore, ma anche nell'ambito oncologico è da considerarsi un approccio ancora sperimentale.

Le consiglio di chiedere un consulto informativo piuttosto nell'area di Endocrinologia del nostro sito: potrebbero saperne di più.

Quale specializzazione ha il medico che Le ha prescritto questa cura ?


Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk