Utente 314XXX
Gentili dottori,

Sono una mamma di 30 anni,msmma da un anno.ho vissuto diversi problemi in famiglia,da sempre soffro di ansia..il mio matrimonio è felice e snche l essere diventata mamma,una gioia immensa.

C e' un pero..come chiesto in un precedente consulto,a un certo punto ho notato che quando mi eccito ho delle contrazioni clitoridee (non alludo all orgasmo,ben prima e sn diverse,come semi volontarie).

Non si perchea mi sono fissata che non sia normale questa semivolontarieta,d un muscolo volontario che riesco a muovere.

sono anni ormai che questa contrazione ora ce l ho spesso,in concomitanza con emozioni x nulla sessuali,positive o negative,se inizio a pensarci,se vado in ansia e non voglio che accada,è molto piu forte (quella forza e velocita non riesco a riprodurla)..

Mi chiedevo se possa essere tic nervoso..puo il tic dare proprio la sensazione che sia del tutto involontario?e anche una contrazione(di un muscolo volontario che so contrarre)molto forte e veloce.

credo di essermi fissata quando 5 anni fa conobbi l uomo della mia vita,mio marito..credo d aver sviluppato un bisogno che tutto vada bene,proprio perché non voglio che la mia e la nostra felicità venga rovinata da qualcosa.e credo che sia proprio l ansia d stare male,quindi il bisogno di gstantire/rmi che non causero' problemi e che non soffriro'/remo,che mi ha fatto paradossalmente alimentare il problema.

Chieso se tutto cio mi abbia causato un tic,che sbuca anche se non ci penso.

grazie saluti

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

E' probabile che abbia sviluppato una ossessione che la porta a mantenere l'attenzione fissa su qualcosa di non meglio definibile.
Se è così, si tende a oggettivizzare il problema, definendo ad esempio "tic" ciò che si misura costantemente, e perdendo di vista la preoccupazione e l'attenzione come fonte del problema.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 314XXX

Cosa intende per non meglio definibile?se non è un tic non saprei come definirlo..so che è involontario e potente

[#3] dopo  
Utente 314XXX

Ho letto altri consulti su questo sito dove si automatizzava un atteggiamento grazie all ansia cge esso stesso accada..
e mi ci ritrovo. .ma l ansia puo addirittura far diventare qualcosa un tic?o automatismo che sia. .

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

No, non ha capito. L'ansia può consistere in una preoccupazione tale da definire tic un niente, oppure le semplici modificazioni di mille parametri (sudorazione, battito del cuore) che accompagnano normalmente uno stato ansioso. Questa si chiama ipocondria. Potrebbe essere questo il problema.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 314XXX

Il punto è che se mi concentro sul "tic" questo compare,senza che io lo faccia

e se non mi distraggo non se ne va.quando ho l ansia che accada poi è forte e questa sensazione mi spaventa.credo di avere il terrore di perderne il controllo...persino se penso alla parola tic puo succedere o se mi riferisco al "problema"..durante una forte emozione..lo chiamo "tic" anche percge è piu rapido di quanto io volontariamente non riuscirei a fare;la rapidita non è per me imitabile.credo di essermi fissata sull avere qualcosa di anormale,pensi che ero ad un matrimonio e dopo aver prnsato a una cosa emozionante è partita la contrazione. .ero pure in piedi,ed io in piedi non so farlo. Mi sento sciocca,strana..o forse è proprio il timore di essere strana ad alimentare questa ossessione?succede pure se non ci penso..qiando esco e mi distraggo va meglio.sono suggestionata forse?puo la suggestione fare tanto?se si è molto suggestionati,cioe che la mente crede,succede pure in automatico anche se non ci stiamo pensando?grazie mille dottore

[#6] dopo  
Utente 314XXX

Dimenticavo per quanto riguarda l ansia che questo accada,intendo che mi rendo conto che se dentro di me ho paura che succeda,succede..ho la sensazione dunque che la paura alimenti la cosa..

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Capisco, ma la paura rende sintomo anche la normalità.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 314XXX

Quindi il gatto che io abbia la srnsazione "di non farlo io"quando ad es ci penso oppure ho l ansia che avvenga,è normale e la mia presunta ippocondria me lo farebbe vivere vome anormale?il gstto che mi capiri durante le emozioni ecc puo essere stato amplificato dal mio pensarci troppo?

[#9] dopo  
Utente 314XXX

Scusi per gli errori causati dal t9..la domanda "in sostanza è...ho capito che ho osservato qualcosa di normale giudicandolo anormale..e ok..però,mi chiedo,dato che questo movimento lo faccio talnente veloce che neanche mi accorgo,se io ho psura che accada a livello inconscio,è posdibile cge proprio quando ho paura (a livello inconscio)che capiti,io lo faccia..proprio anche se non ci sto pensando in quel momento..

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"è normale e la mia presunta ippocondria me lo farebbe vivere vome anormale?"

si.

"se io ho psura che accada a livello inconscio". Non si ha paura a livello inconscio, se è inconscio. Questi sono non-sensi ossessivi, paura di non avere il controllo che crea delle zone d'ombra in cui si pensa di poterlo perdere. Problemi che non sussistono se non per dar corpo alle paure.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 314XXX

Dottore grazie mille!dopo le sue parole e un lavoro che sto facendo su me stessa,è qualche giorno (dopo anni)che sto davvero meglio!come rinata...inoltre riesco a vedere obiettivamente la cosa.e a capirne l assurdita del problema..So che c sarà ancora da lavorare,ma è come se sentissi che la cosa è svanita al 99% e questo grazie anche a lei.grazie ancora e sono felice di constatare che probabilmente la mia ossessione non è cosi forte come ormai mi ero arresa a pensare.

[#12] dopo  
Utente 314XXX

Dott la ringrazio sto decidamente meglio come le dicevo..ho solo un altra domanda:a volte se ho paura che accada lo faccio,anche durante i movimenti,ma anche se non ho paura ...se poi mi metto a rifarlo volontariamente in quella posizione,devo provarci mille volte e non semore ci riesco. ..sempre ippocondria vero?anche sul discorso rapidità non imitabile immagino..credo si tratti senplicemente di concentrazione,è come se quando temo che accada,in automatico la mebte si concentra cosi intensamente da riuscirci. ..anche x il discorso rapidità. .sicuro di base paura d perdere il controllo..cmq,quando dice "la paura rende sintomo anche la normalità",si riferiva anche quanto descritto ora?giusto x capire se è l ippocondria che mi fa filtrare tutto. .non la disturbo più . grazie!

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

L'ipocondria è la manifestazione. Il cervello produce questi meccanismi, dicesi ipocondria l'insieme di questi comportamenti e pensieri.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it