Utente cancellato
Buongiorno gentili dottori,

Il mio ragazzo di 25 anni, dopo aver avuto un brutto periodo di depressione e agorafobia nel mese di novembre 2013, da maggio completamente ristabilito, come da accordi con il suo psichiatra che gli aveva prescritto Trilafon 2mg e Sereupin, da domenica da mezza pastiglietta i trilafon che prendeva a smesso completamente, senza nessun effetto al momento, continuando a prendere mezza si Seriupin.

Io purtroppo lo conosco da maggio e fino a agosto non sapevo prendesse psicofarmaci e proprio ieri quando ho appreso i nomi dei farmaci ho fatto una ricerca e ciò che mi preoccupa molto è il trilafon, ovvero i suoi effetti da sospensione, la discinesia tardiva in particolare o altri effetti che vorrei sapere da voi.

La mia domanda è: si presenta a tutti coloro che terminano la cura con il trilafon? C'è un'incadenza? Ci sono altri effetti che può portare la sospensione?

La ringrazio per la disponibilità,

Distinti saluti

[#1]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile utente
la Sua preoccupazione circa il Trilafon è completamente infondata. La discinesia tardiva è un effetto collaterale raro, di una certa entità, che si presenta con l'assunzione di massicce dosi di neurolettico prese per periodi lunghissimi di tempo e non certamente per l'assunzione di 2 mg/die.
La sospensione di 2 mg di Trilafon non comporta nè discinesia (fenomeno di cui Le ho parlato sopra) né nessun altro tipo di problema.
Ovviamente qualora il Trilafon copra una quantità di ansia tutt'ora presente, questa potrebbe nei primi giorni ripresentarsi.
Dato però che lo Psichiatra ha ritenuto opportuno non aver più necessità del farmaco suddetto è verosimile che neppure l'ansia si ripresenti.
Cordialità

Dr. Roberto Di Rubbo

[#2] dopo  
362373

dal 2015
Gentile dottore,

La ringrazio mi ha rassicurata davvero moltissimo!

Per quanto riguarda Sereupin, so che in caso di diminuzione anche graduale del farmaco ci sono sintomi di astinenza...ora lui prende 3/4 di pastiglia non so da quanto tempo, ma prima mi ha detto ne prendesse una.

Tra un mese ha detto di voler concordare con il suo psichiatra un'ulteriore scalo, vorrei sapere cosa devo aspettarmi per stargli il più vicino possibile ed essere pronta ad ogni evenienza.

Quali sono i sintomi da sospensione del Sereupin, quanto durano in media e osa può alleviarli?

La ringrazio ancora per la sua gentilezza.

Distinti saluti.

[#3]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
il problema che può presentarsi non è legato alla carenza di farmaco sentita dall'organismo, ma al fatto che il farmaco non essendo più presente non copre più, ovviamente, eventuali sintomi residui che dovessero ancora esserci. Potrebbero, teoricamente, presentarsi, magari in forma attenuata, i sintomi presenti prima della cura. Ciò ovviamente non è affatto la regola. Verosimilmente non si ripresenterà niente, se il curante ritiene che sia tempo di sospendere la terapia.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo